Gara 1: Leclerc domina a Spa e centra il sesto successo stagionale

Il leader del campionato non ha rivali sul tracciato belga e conquista la sesta vittoria stagionale. Markelov e Rowland sono protagonisti di un finale convulso e finiscono sotto investigazione. Ottimo quarto e quinto posto per Ghiotto e Fuoco.

Gara 1: Leclerc domina a Spa e centra il sesto successo stagionale
Podio: il vincitore Charles Leclerc, PREMA Racing, il secondo classificato Artem Markelov, RUSSIAN T
Partenza: Charles Leclerc, PREMA Powerteam al comando
Oliver Rowland, DAMS
Il poleman Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Il poleman Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Il terzo qualificato Oliver Rowland, DAMS
Antonio Fuoco, PREMA Powerteam
Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Artem Markelov, RUSSIAN TIME
Oliver Rowland, DAMS
Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Oliver Rowland, DAMS
Alexander Albon, ART Grand Prix
Nabil Jeffri, Trident
Charles Leclerc, PREMA Powerteam

Charles Leclerc non accenna a mollare la presa sul campionato di Formula 2. Il dominio messo in scena dal monegasco sul tracciato di Spa-Francorchamps, infatti, è stato semplicemente incredibile ed il pilota della Prema ha tagliato il traguardo con un vantaggio su Rowland di ben 26 secondi centrando così la sesta vittoria stagionale.

L'unico errore, se proprio si deve trovare un difetto nella gara odierna del pilota della FDA, si è visto in partenza, quando Leclerc ha pattinato leggermente in avvio dalla prima casella ed ha consentito a Rowland, scattato dalla terza posizione ma di fatto secondo per l'impossibilità di Latifi di schierarsi sulla griglia, di affiancarlo alla prima staccata.

Leclerc non si è fatto intimorire dal pilota della DAMS ed è riuscito a svoltare in prima posizione, sfiorando con la posteriore sinistra l'ala anteriore del britannico facendo volare un profilo aerodinamico, ma le battaglie in pista sono state subito neutralizzate con la Virtual Safety Car resasi necessaria per consentire ai commissari di rimuovere la ART di Matsushita ferma in griglia e di ripulire i detriti lasciati dalla esplosione della posteriore destra di King.

Al restart Leclerc è andato via indisturbato mentre alle sue spalle Rowland ha mantenuto la seconda posizione seguito da Antonio Fuoco e Luca Ghiotto entrambi autori di una partenza strepitosa.

Il pilota di Arzignano ha avuto la meglio del connazionale della Prema al quinto giro, grazie anche alle coperture medie scelte da Fuoco in avvio, ma non è riuscito a creare il vuoto nonostante le gomme soft ed è stato costretto a entrare ai box al nono passaggio per effettuare la sosta obbligatoria ed adottare la mescola più dura.

Chi ha decisamente sbagliato la strategia è stato senza dubbio Rowland. L'inglese, infatti, così come la maggior parte dei piloti di vetta, è scattato con le Pirelli soft, ma ha deciso di anticipare il cambio pneumatici al quinto giro, rientrando nel traffico in quindicesima posizione.

Rowland è stato così costretto a lottare per risalire in classifica ed al decimo giro, quando Leclerc ha scelto di effettuare la sosta, ha sofferto non poco nell'avere la meglio su Ferrucci.

Il leader del campionato è così tornato in pista davanti al pilota della DAMS, riuscendo ad avere il tempo anche per far andare velocemente in temperatura le coperture medie ed impostando un ritmo di un secondo al giro più veloce dei rivali.

Leclerc, inoltre, non si è limitato a comandare indisturbato la prima gara del weekend, ma ha anche ottenuto il giro più veloce in 1'58''721 al dodicesimo passaggio, mostrando ancora una volta una superiorità imbarazzante.

Rowland, complice la sosta anticipata, ha sofferto parecchio il calo di prestazioni delle proprie coperture nel finale ed è stato protagonista, ancora una volta, di un duello decisamente duro con Markelov.

Il pilota del Russian Time, autore di una rimonta fantastica grazie alla scelta di scattare con gomme medie, ha raggiunto nel giro conclusivo il britannico ed ha portato l'affondo decisivo alla staccata del bus stop.

Rowland ha tentato di resistere alla manovra del russo accompagnandolo nella via di fuga in asfalto del rettilineo di partenza, ma Markelov ha tenuto giù il gas ed ha beffato l'inglese sotto la bandiera a scacchi. L'episodio, tuttavia, non è passato inosservato agli occhi dei commissari che, infatti, stanno investigando e potrebbero rivoluzionare il podio di Gara 1.

Sorridono i piloti italiani in questo primo appuntamento di Spa-Francorchamps. Luca Ghiotto ha chiuso in quarta posizione precedendo di un soffio Antonio Fuoco.

Per il pilota del Russian Time gli ultimi giri sono stati una vera sofferenza. Luca, infatti, ha subito un drastico calo delle Pirelli soft e, dopo aver ceduto non senza lottare la terza piazza a Markelov, ha chiuso ogni varco a Fuoco precedendo il calabrese di appena 3 centesimi.

Antonio può comunque consolarsi con una prestazione finalmente positiva e priva di sfortuna che deve fungere da iniezione di fiducia per il resto della stagione. Il quinto posto conclusivo, inoltre, garantirà a Fuoco di scattare dalla terza piazza in Gara 2 e tentare l'assalto al gradino più alto del podio.

Torna finalmente nelle zone nobili della classifica il team Racing Engineering. Gustava Malja ed il neo acquisto Nick De Vries hanno chiuso in sesta e settima posizione, ma all'interno della scuderia spagnola sarà necessario un chiarimento tra i due piloti per evitare altri contatti come quello avvenuto al primo giro che avrebbe potuto compromettere un buon risultato.

Sergio Sette Camara coglie i punti dell'ottavo posto e domani avrà la possibilità di prendere il via dalla prima casella in griglia. Occasione unica per il pilota del team MP Motorsport protagonista oggi di una partenza a razzo dal fondo dello schieramento.

Completano la top ten Roberto Merhi e Norman Nato. Lo spagnolo, al secondo rientro stagionale in Formula 2, ha disputato una gara onesta senza commettere errori ed ha preceduto il francese della Arden mai in luce per tutto il weekend.

Chiude in undicesima posizione Santino Ferrucci, ancora una volta miglior esponente del team Trident, mentre Jeffri ha terminato in tredicesima piazza e Deletraz in sedicesima.

Al termine della prima gara del weekend, Leclerc allunga in classifica con 239 punti, mentre Rowland sale a quota 173 davanti a Markelov con 141 punti.

Cla #PilotaTeamGiriTempoGapDistaccoMphPitsRitiratoPuntiBonus
1   1 monaco Charles Leclerc  italy Prema Powerteam 25 52'23.537     200.383     25 6
2   6 russia Artem Markelov  russia RUSSIAN TIME 25 52'50.172 26.635 26.635 198.700     18  
3   9 united_kingdom Oliver Rowland  france DAMS 25 52'50.244 26.707 0.072 198.695     15  
4   5 italy Luca Ghiotto  russia RUSSIAN TIME 25 52'56.229 32.692 5.985 198.321     12  
5   2 italy Antonio Fuoco  italy Prema Powerteam 25 52'56.618 33.081 0.389 198.296     10  
6   4 sweden Gustav Malja  spain Racing Engineering 25 53'10.084 46.547 13.466 197.459     8  
7   3 netherlands Nick de Vries  spain Racing Engineering 25 53'11.321 47.784 1.237 197.383     6  
8   14 brazil Sergio Sette Camara  netherlands MP Motorsport 25 53'19.528 55.991 8.207 196.877     4  
9   19 spain Roberto Merhi  italy Rapax 25 53'23.651 1'00.114 4.123 196.623     2  
10   20 france Norman Nato  united_kingdom Arden International 25 53'25.783 1'02.246 2.132 196.492     1  
11   17 united_states Santino Ferrucci  italy Trident 25 53'32.907 1'09.370 7.124 196.057        
12   12 romania Robert Visoiu  spain Campos Racing 25 53'34.305 1'10.768 1.398 195.971        
13   16 malaysia Nabil Jeffri  italy Trident 25 53'37.780 1'14.243 3.475 195.760        
14   8 thailand Alexander Albon  france ART Grand Prix 25 53'49.724 1'26.187 11.944 195.036        
15   11 switzerland Ralph Boschung  spain Campos Racing 25 53'50.389 1'26.852 0.665 194.996        
16   18 switzerland Louis Délétraz  italy Rapax 25 53'51.242 1'27.705 0.853 194.944        
17   21 india Sean Gelael  united_kingdom Arden International 25 54'04.254 1'40.717 13.012 194.162        
18   7 japan Nobuharu Matsushita france ART Grand Prix 24 53'34.588 1 giro 1 giro 188.110        
  dnf 15 united_kingdom Jordan King  netherlands MP Motorsport 1 4'10.754 24 giri 23 giri 98.773   Ritirato    
  dns 10 canada Nicholas Latifi  france DAMS 0

condivisioni
commenti
Leclerc vola sul bagnato e conquista la pole a Spa-Francorchamps

Articolo precedente

Leclerc vola sul bagnato e conquista la pole a Spa-Francorchamps

Prossimo Articolo

Leclerc e Rowland squalificati, Markelov eredita la vittoria in Gara 1

Leclerc e Rowland squalificati, Markelov eredita la vittoria in Gara 1
Carica commenti