F2, Sakhir: Schumacher soffre ma conquista il titolo!

Il tedesco, costretto ad una sosta dopo una spiattellata, chiude in diciottesima posizione ma il crollo di Ilott, decimo e fuori dai punti, gli regala la certezza del titolo F2 2020.

F2, Sakhir: Schumacher soffre ma conquista il titolo!

Missione compiuta per Mick Schumacher. A distanza di due anni dalla conquista del titolo in Euro F3, il pilota tedesco è riuscito a mettere le mani anche sul campionato 2020 di Formula 2 al termine di una stagione nella quale la costanza si è rivelata un fattore fondamentale.

Paradossalmente per Mick la gara peggiore dell’anno è stata proprio la decisiva Sprint Race del Bahrain. Schumacher, infatti, è scattato come di consueto in maniera perfetta dalla terza casella, ma in prossimità di curva 3 il tedesco ha completamente sbagliato la staccata andando a spiattellare l’anteriore destra per evitare di colpire Ticktum.

Da quel momento per Mick è iniziato un vero e proprio calvario. Le vibrazioni sono aumentate giro dopo giro e la pressione da parte di Ilott alle sue spalle è state sempre maggiore.

Schumacher ha resistito in ogni modo al suo diretto rivale, ma il crollo dell’anteriore destra è stato rapido e l’ha costretto ad una imprevista sosta ai box al giro 20 per poi tornare in pista con le Pirelli soft.

Per Ilott, salito in terza piazza, si è spalancata una vera e propria autostrada verso il podio, ma ancora una volta il pilota inglese ha mostrato tutti i suoi limiti nella gestione gomme.

Il portacolori della UNI-Virtuosi, costretto ad attaccare per ridurre il gap in classifica, ha chiesto troppo alle proprie Pirelli hard nel duello con Mick e nelle ultime 15 tornate di gara ha iniziato a soffrire girando su tempi altissimi per poi retrocedere in classifica sino a chiudere fuori dalla zona punti.

Per Schumacher è così arrivata la matematica certezza del titolo nonostante il 18° posto finale. Il tedesco ha così ribadito quanto visto negli anni passati. Dopo una prima stagione di apprendimento è sempre pronto per piazzare la zampata in quella successiva.

L’ultima gara della stagione è stata monopolizzata dal team Carlin. Jehan Daruvala ha colto a Sakhir il primo successo stagionale dopo aver piegato la resistenza di un Ticktum in crisi con le posteriori già dai primi giri, mentre Yuki Tsunoda è stato ancora una volta fenomenale nel risalire dall’ottava posizione di partenza per poi beffare l’inglese della DAMS all’ultima curva a chiudere sul secondo gradino del podio.

Guanyu Zhou ha tenuto alto l’onore del team UNI-Virtuosi. Il pilota cinese nelle fasi iniziali ha cercato in ogni modo di aiutare Ilott nella corsa per il titolo, ma quando Callum ha alzato bandiera bianca non ha potuto fare altro che sopravanzarlo e fare la propria gara.

Anche Robert Shwartzman ha cercato di venire in soccorso di Schumacher nei primi giri, ma il russo della Prema è riuscito soltanto nel finale ad avere la meglio sull’inglese dopo aver faticato nella gestione delle Pirelli hard.

Giuliano Alesi ha chiuso un campionato decisamente opaco con un buon sesto posto davanti a Luca Ghiotto e Felipe Drugovich.

Al termine di una stagione ad alta tensione Schumacher ha conquistato il titolo con 215 punti, precedendo Ilott di 14 lunghezze, mentre Yuki Tsunoda è stato il miglior rookie con il terzo posto in classifica e 198 punti.

Shwartzman paga la deludente parte centrale di campionato e chiude al quarto posto in classifica con 177 punti, ma siamo certi che il prossimo anno sarà il favorito per il titolo, mentre Nikita Mazepin, autore di un weekend da dimenticare, si presenterà in Formula 1 con il  quinto posto e  165 punti totali.

Tra i team la Prema Racing torna a fregiarsi del titolo dopo una assenza di 4 anni grazie ad un bottino di 392 punti, seguita dalla UNI-Virtuosi a quota 353 e dalla Hitech GP con 273 punti.

Cla Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph Punti
1 India Jehan Daruvala United Kingdom Carlin 34 37'26.570     192.639 15
2 Japan Yuki Tsunoda United Kingdom Carlin 34 37'30.131 3.561 3.561 192.334 12
3 United Kingdom Dan Ticktum France DAMS 34 37'30.472 3.902 0.341 192.305 10
4 China Guan Yu Zhou United Kingdom UNI-Virtuosi 34 37'32.185 5.615 1.713 192.158 8
5 Russian Federation Robert Shwartzman Italy Prema Powerteam 34 37'34.155 7.585 1.970 191.991 6
6 France Giuliano Alesi Netherlands MP Motorsport 34 37'35.610 9.040 1.455 191.867 4
7 Italy Luca Ghiotto United Kingdom Hitech Racing 34 37'37.663 11.093 2.053 191.692 2
8 Brazil Felipe Drugovich Netherlands MP Motorsport 34 37'40.448 13.878 2.785 191.456 1
9 Russian Federation Nikita Mazepin United Kingdom Hitech Racing 34 37'41.106 14.536 0.658 191.400 1
10 United Kingdom Callum Ilott United Kingdom UNI-Virtuosi 34 37'42.593 16.023 1.487 191.275  
11 Brazil Pedro Piquet Czech Republic Charouz Racing System 34 37'42.727 16.157 0.134 191.263  
12 Denmark Christian Lundgaard France ART Grand Prix 34 37'43.621 17.051 0.894 191.188  
13 Switzerland Louis Délétraz Czech Republic Charouz Racing System 34 37'46.746 20.176 3.125 190.924  
14 New Zealand Marcus Armstrong France ART Grand Prix 34 37'48.414 21.844 1.668 190.784  
15 Israel Roy Nissany Italy Trident 34 37'50.209 23.639 1.795 190.633  
16 Japan Marino Sato Italy Trident 34 37'52.659 26.089 2.450 190.427  
17 Indonesia Sean Gelael France DAMS 34 37'53.329 26.759 0.670 190.371  
18 Germany Mick Schumacher Italy Prema Powerteam 34 37'55.099 28.529 1.770 190.223  
19 Brazil Guilherme Samaia Spain Campos Racing 34 38'02.506 35.936 7.407 189.606  
20 Russian Federation Artem Markelov Germany HWA AG 34 38'26.339 59.769 23.833 187.647  
21 France Théo Pourchaire Germany HWA AG 33 37'30.734 1 Lap 1 Lap 186.615  
  Switzerland Ralph Boschung Spain Campos Racing 9 25 laps        

Yuki Tsunoda, Carlin

Yuki Tsunoda, Carlin
1/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Carlin

Yuki Tsunoda, Carlin
2/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Carlin

Yuki Tsunoda, Carlin
3/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Carlin e Robert Shwartzman, Prema Racing

Yuki Tsunoda, Carlin e Robert Shwartzman, Prema Racing
4/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Carlin precede Artem Markelov, BWT HWA Racelab

Yuki Tsunoda, Carlin precede Artem Markelov, BWT HWA Racelab
5/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Carlin, Nikita Mazepin, Hitech Grand Prix, Robert Shwartzman, Prema Racing e Felipe Drugovich, MP Motorsport alla partenza di Gara 1

Yuki Tsunoda, Carlin, Nikita Mazepin, Hitech Grand Prix, Robert Shwartzman, Prema Racing e Felipe Drugovich, MP Motorsport alla partenza di Gara 1
6/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Louis Deletraz, Charouz Racing System precede Luca Ghiotto, Hitech Grand Prix e Roy Nissany, Trident

Louis Deletraz, Charouz Racing System precede Luca Ghiotto, Hitech Grand Prix e Roy Nissany, Trident
7/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Mick Schumacher, Prema Racing

Mick Schumacher, Prema Racing
8/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Jehan Daruvala, Carlin precede Dan Ticktum, Dams

Jehan Daruvala, Carlin precede Dan Ticktum, Dams
9/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Jehan Daruvala, Carlin precede Callum Ilott, UNI-Virtuosi

Jehan Daruvala, Carlin precede Callum Ilott, UNI-Virtuosi
10/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Mick Schumacher, Prema Racing

Mick Schumacher, Prema Racing
11/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Robert Shwartzman, Prema Racing precede Yuki Tsunoda, Carlin

Robert Shwartzman, Prema Racing precede Yuki Tsunoda, Carlin
12/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Roy Nissany, Trident precede Guilherme Samaia, Campos Racing

Roy Nissany, Trident precede Guilherme Samaia, Campos Racing
13/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Pedro Piquet, Charouz Racing System precede Artem Markelov, BWT HWA Racelab

Pedro Piquet, Charouz Racing System precede Artem Markelov, BWT HWA Racelab
14/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Marcus Armstrong, ART Grand Prix precede Louis Deletraz, Charouz Racing System, Mick Schumacher, Prema Racing, Roy Nissany, Trident e Marino Sato, Trident

Marcus Armstrong, ART Grand Prix precede Louis Deletraz, Charouz Racing System, Mick Schumacher, Prema Racing, Roy Nissany, Trident e Marino Sato, Trident
15/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Marcus Armstrong, ART Grand Prix

Marcus Armstrong, ART Grand Prix
16/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Nikita Mazepin, Hitech Grand Prix precede Felipe Drugovich, MP Motorsport e Robert Shwartzman, Prema Racing

Nikita Mazepin, Hitech Grand Prix precede Felipe Drugovich, MP Motorsport e Robert Shwartzman, Prema Racing
17/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, Carlin precede Robert Shwartzman, Prema Racing

Yuki Tsunoda, Carlin precede Robert Shwartzman, Prema Racing
18/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Marcus Armstrong, ART Grand Prix

Marcus Armstrong, ART Grand Prix
19/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Marcus Armstrong, ART Grand Prix e Mick Schumacher, Prema Racing

Marcus Armstrong, ART Grand Prix e Mick Schumacher, Prema Racing
20/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Ralph Boschung, Campos Racing

Ralph Boschung, Campos Racing
21/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Pedro Piquet, Charouz Racing System precede Marcus Armstrong, ART Grand Prix

Pedro Piquet, Charouz Racing System precede Marcus Armstrong, ART Grand Prix
22/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
F2, Sakhir: Mazepin penalizzato, retrocede in nona piazza

Articolo precedente

F2, Sakhir: Mazepin penalizzato, retrocede in nona piazza

Prossimo Articolo

Formula 2: Mick Schumacher è Campione (video)

Formula 2: Mick Schumacher è Campione (video)
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie FIA F2
Evento Bahrain II
Sotto-evento Gara 2
Piloti Mick Schumacher
Team Prema Powerteam
Autore Marco Di Marco