F2, Red Bull Ring: pole per Zhou, sorpresa Drugovich

condivisioni
commenti
F2, Red Bull Ring: pole per Zhou, sorpresa Drugovich
Di:

Guanyu Zhou ha conquistato la prima pole della stagione in Austria infliggendo distacchi pesanti a tutto il gruppo. Sorprende Drugovich secondo, mentre Mick Schumacher partirà dalla quinta casella.

E’ Guanyu Zhou il primo poleman della stagione 2020 della Formula 2. Il cinese della UNI-Virtuosi, già ottimo protagonista nella passata stagione d’esordio nella categoria cadetta, è stato l’autentico mattatore della sessione di qualifiche andata in scena sul tracciato del Red Bull Ring e dopo aver messo la propria firma in cima alla classifica dei tempi nelle battute iniziali è riuscito a migliorarsi ulteriormente sino a fermare il cronometro sul tempo di 1’14’’416.

La prestazione di Zhou è stata di grande peso anche valutando i distacchi inflitti al resto dei rivali, ma nella valutazione complessiva si deve tenere conto dell’impossibilità per molti piloti di migliorarsi a causa dell’uscita di pista di Mazepin nel terzo settore nei secondi conclusivi del turno.

Alla spalle del pilota della UNI-Virtuosi scatterà dalla seconda casella un nome decisamente inatteso, quello di Felipe Drugovich. Il brasiliano della MP Motorsport aveva già fatto vedere al mattino di aver trovato un ottimo feeling con la sua vettura e prima del calare della bandiera a scacchi è riuscito a centrare il secondo riferimento di giornata con un gap di 464 millesimi.

Soltanto 4 millesimi di ritardo dal brasiliano sono costati a Callum Ilott la partenza dalla prima fila. Il pilota inglese, come sempre, si è rivelato velocissimo in qualifica ed ha dimostrato l’ottimo stato di forma della UNI-Virtuosi, ma sarà da vedere come riuscirà a gestire il degrado gomme nella prima Feature Race della stagione, suo vero e proprio punto debole.

Ottimo il quarto tempo firmato da Christian Lundgaard che, nonostante la scarsa conoscenza con le Pirelli da 18’’, è stato in grado di fermare il cronometro sul riferimento di 1’14’’922 vincendo così la sfida interna con Marcus Armstrong.

Positiva la sessione di qualifiche per Mick Schumacher. Il tedesco, chiamato a dimostrare il suo valore in questa seconda stagione nella serie, è stato bravo nel trovare il guizzo giusto nei minuti conclusivi del turno e domani potrà scattare dalla quinta piazza dopo aver pagato un gap dalla vetta di mezzo secondo.

Sfortunato, invece, Jehan Daruvala. L’indiano della Carlin sembrava uno dei papabili per la conquista della pole in Austria, ma il traffico e le bandiere rosse prima e gialle poi non hanno giocato a suo favore facendogli chiudere il turno con il sesto tempo.

1’15’’044 è invece il tempo ottenuto dal nostro Luca Ghiotto. Il pilota veneto si è confermato come la guida nel team Hitech GP, complice anche l’uscita di pista nei minuti finali di Mazepin, e domani potrà fare la voce grossa in gara grazie alla sua esperienza nella gestione gomme.

Ci si attendeva qualcosa in più da Robert Shwartzman, ma il campione in carica della Formula 3 non è riuscito a brillare in questo venerdì complicato ottenendo soltanto l’ottavo tempo davanti a Dan Ticktum e Louis Deletraz.

Male Artem Markelov, soltanto ventesimo, mentre ancora peggio ha fatto Marino Sato. Il giapponese del team Trident dopo aver causato la bandiera rossa nelle libere per aver insabbiato la sua monoposto si è ripetuto in un identico errore anche in qualifica e domani dovrà scattare dal fondo dello schieramento.

Cla Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph
1 China Guan Yu Zhou United Kingdom UNI-Virtuosi 15 1'14.416     209.277
2 Brazil Felipe Drugovich Netherlands MP Motorsport 15 1'14.880 0.464 0.464 207.980
3 United Kingdom Callum Ilott United Kingdom UNI-Virtuosi 15 1'14.884 0.468 0.004 207.969
4 Denmark Christian Lundgaard France ART Grand Prix 16 1'14.922 0.506 0.038 207.864
5 Germany Mick Schumacher Italy Prema Powerteam 15 1'14.952 0.536 0.030 207.780
6 India Jehan Daruvala United Kingdom Carlin 14 1'15.028 0.612 0.076 207.570
7 Italy Luca Ghiotto Hitech Grand Prix 14 1'15.044 0.628 0.016 207.526
8 Russian Federation Robert Shwartzman Italy Prema Powerteam 14 1'15.051 0.635 0.007 207.506
9 United Kingdom Dan Ticktum France DAMS 16 1'15.128 0.712 0.077 207.294
10 Switzerland Louis Délétraz Czech Republic Charouz Racing System 16 1'15.151 0.735 0.023 207.230
11 Russian Federation Nikita Mazepin Hitech Grand Prix 15 1'15.152 0.736 0.001 207.228
12 Japan Yuki Tsunoda United Kingdom Carlin 15 1'15.157 0.741 0.005 207.214
13 New Zealand Marcus Armstrong France ART Grand Prix 15 1'15.208 0.792 0.051 207.073
14 United Kingdom Jack Aitken Spain Campos Racing 16 1'15.264 0.848 0.056 206.919
15 Brazil Pedro Piquet Czech Republic Charouz Racing System 15 1'15.376 0.960 0.112 206.612
16 Israel Roy Nissany Italy Trident 15 1'15.457 1.041 0.081 206.390
17 Indonesia Sean Gelael France DAMS 16 1'15.604 1.188 0.147 205.989
18 France Giuliano Alesi BWT HWA Racelab 12 1'15.688 1.272 0.084 205.760
19 Brazil Guilherme Samaia Spain Campos Racing 13 1'15.703 1.287 0.015 205.719
20 Russian Federation Artem Markelov BWT HWA Racelab 15 1'15.746 1.330 0.043 205.602
21 Japan Nobuharu Matsushita Netherlands MP Motorsport 15 1'15.897 1.481 0.151 205.193
22 Japan Marino Sato Italy Trident 12 1'16.011 1.595 0.114 204.886

 

F2, Red Bull Ring, Libere: Tsunoda in vetta a sorpresa

Articolo precedente

F2, Red Bull Ring, Libere: Tsunoda in vetta a sorpresa

Prossimo Articolo

F2, Red Bull Ring, Feature Race: Ilott rompe il ghiaccio

F2, Red Bull Ring, Feature Race: Ilott rompe il ghiaccio
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie FIA F2
Evento Spielberg
Piloti Guan Yu Zhou , Felipe Drugovich
Team UNI-Virtuosi
Autore Marco Di Marco