Formula 1
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
87 giorni
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
32 giorni
WEC
12 dic
-
14 dic
Evento concluso
21 feb
-
23 feb
Prossimo evento tra
67 giorni

F2, Paul Ricard: Nyck de Vries conquista una caotica Feature Race

condivisioni
commenti
F2, Paul Ricard: Nyck de Vries conquista una caotica Feature Race
Di:
22 giu 2019, 16:54

L'olandese della ART Grand Prix domina la prima gara del weekend condizionata da una interruzione con bandiera rossa e numerose VSC. Sfortuna per Ghiotto costretto al ritiro a pochi giri dal termine.

E’ un momento d’oro per Nyck de Vries. Il pilota della ART Grand Prix, infatti, dopo aver colto il successo nella controversa Feature Race di Monaco, si è ripetuto anche nella prima gara del weekend del Paul Ricard mettendo in mostra un dominio netto sin dalla partenza.

De Vries ha costruito il suo successo già al via quando è stato autore di uno scatto prodigioso che l’ha proiettato dalla quarta alla prima posizione seguito da Aitken altrettanto bravo ad approfittare delle indecisioni del poleman Sette Camara e di Zhou.

Le operazioni in pista sono durate poco a causa del violento incidente che ha visto protagonisti i due piloti della Prema, Gelael e Mick Schumacher. L’indonesiano ha perso il controllo della propria vettura in staccata ed ha colpito l’incolpevole compagno di squadra facendo decollare la Dallara numero 9.

Nello stesso momento sono entrati in contatto Mazepin e Boschung e poco dopo si è fermata anche la vettura di Boccolacci. Il caos ha così costretto la direzione gara ad esporre la bandiera rossa per consentire ai commissari di rimuovere le vetture incidentate e pulire la pista dai detriti.

La ripartenza è avvenuta dietro safety car e de Vries è stato abile nel creare subito un buon margine nei confronti di Aitken.

I piloti di testa sono partiti tutti con le mescole più morbide e questo ha comportato l’inizio delle soste ai box a partire dall’ottavo giro con Aitken e Sette Camara primi ad effettuare il cambio gomme.

Il pilota del team Campos era anche riuscito a beffare de Vries una volta che l’olandese è uscito dalla pit lane, ma il portacolori della ART Grand Prix non ha perso tempo e si è presto ripreso la posizione sul pilota del programma giovani Renault.

De Vries è riuscito a tornare al comando della gara al giro 24, quando King, partito con le Pirelli dure, ha effettuato la sosta per montare gomme soft, ed è transitato sotto la bandiera a scacchi con 8 secondi di vantaggio su Sette Camara ed i punti supplementari ottenuti con il giro più veloce.

La lotta per le restanti posizioni del podio è stata decisamente intensa ed ha visto prevalere nell’ultima tornata il brasiliano della DAMS. Sette Camara è stato lucido nel mettere sotto pressione Aitken e costringerlo all’errore decisivo che gli ha spalancato le porte per il secondo gradino del podio.

In casa UNI-Virtuosi la consolazione di giornata è arrivata da Guanyu Zhou, quarto al traguardo, mentre Luca Ghiotto è stato protagonista ancora una volta di una corsa bersagliata dalla sfortuna.

Il pilota veneto, partito con gomme dure dalla quattordicesima posizione, era riuscito a risalire sino alla prima piazza sia grazie ai ritiri altrui che alla strategia, ma una volta effettuata la sosta obbligatoria ha subito avvertito un problema allo sterzo.

Luca non è più stato in grado di replicare l’ottimo passo visto sino a pochi istanti prima ed al giro 24 è stato colpito da Correa nell’anteriore destra in un maldestro tentativo di sorpasso da parte del pilota del Sauber Junior Team by Charouz ed è stato costretto al ritiro per i danni riportati.

La delusione di Ghiotto può essere pari a quella di Nicholas Latifi. Il canadese della DAMS non è mai sembrato a proprio agio sul tracciato francese ed oggi è stato protagonista di una gara anonima conclusa al quinto posto.

Ottima la rimonta messa in scena da Jordan King, risalito dalla sedicesima sino alla sesta piazza, mentre alle spalle dell’inglese della MP Motorsort hanno completato la top ten Correa, un ottimo Hubert, Matsushita e Giuliano Alesi.

Il francese della Arden, così come avvenuto nella Sprint Race di Monaco, avrà la possibilità di scattare dalla pole domani grazie all’ottavo posto odierno.

 
Cla Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph Punti
1 Netherlands Nyck De Vries ART Grand Prix 30         25
2 Brazil Sergio Sette Camara DAMS 30 8.3       18
3 United Kingdom Jack Aitken Campos Racing 30 9.7       15
4 China Guan Yu Zhou UNI-Virtuosi 30 20.1       12
5 Canada Nicholas Latifi DAMS 30 22.5       10
6 United Kingdom Jordan King MP Motorsport 30 24.1       8
7 United States Juan Manuel Correa Charouz Racing System 30 28.6       6
8 France Anthoine Hubert Arden International 30 29.9       4
9 Japan Nobuharu Matsushita Carlin 30 32.8       2
10 France Giuliano Alesi Trident 30 39.7       1
11 Colombia Tatiana Calderón Arden International 30 69.3        
12 India Mahaveer Raghunathan MP Motorsport 29 1 lap        
  Italy Luca Ghiotto UNI-Virtuosi 24 6 laps        
  Switzerland Louis Délétraz Carlin 22 8 laps        
  United Kingdom Callum Ilott Charouz Racing System 3 17 laps        
  France Dorian Boccolacci Campos Racing 1 29 laps        
  Germany Mick Schumacher Prema Powerteam   30 laps        
  Russian Federation Nikita Mazepin ART Grand Prix   30 laps        
  Switzerland Ralph Boschung Trident   30 laps        
  Indonesia Sean Gelael Prema Powerteam   30 laps        
Scorrimento
Lista

Tatiana Calderon, Arden

Tatiana Calderon, Arden
1/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Tatiana Calderon, Arden

Tatiana Calderon, Arden
2/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sergio Sette Camara, Dams

Sergio Sette Camara, Dams
3/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sean Gelael, Prema Racing

Sean Gelael, Prema Racing
4/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Ralph Boschung, Trident

Ralph Boschung, Trident
5/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Ralph Boschung, Trident

Ralph Boschung, Trident
6/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nyck De Vries, ART Grand Prix

Nyck De Vries, ART Grand Prix
7/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nyck De Vries, ART Grand Prix

Nyck De Vries, ART Grand Prix
8/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nikita Mazepin, ART Grand Prix

Nikita Mazepin, ART Grand Prix
9/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nobuharu Matsushita, Carlin

Nobuharu Matsushita, Carlin
10/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nobuharu Matsushita, Carlin

Nobuharu Matsushita, Carlin
11/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Mick Schumacher, Prema Racing

Mick Schumacher, Prema Racing
12/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Mahaveer Raghunathan, MP Motorsport

Mahaveer Raghunathan, MP Motorsport
13/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Mahaveer Raghunathan, MP Motorsport

Mahaveer Raghunathan, MP Motorsport
14/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Mick Schumacher, Prema Racing

Mick Schumacher, Prema Racing
15/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Louis Deletraz, Carlin

Louis Deletraz, Carlin
16/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Juan Manuel Correa, Sauber Junior Team by Charouz

Juan Manuel Correa, Sauber Junior Team by Charouz
17/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Juan Manuel Correa, Sauber Junior Team by Charouz

Juan Manuel Correa, Sauber Junior Team by Charouz
18/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

 

Prossimo Articolo
F2, Paul Ricard: Alesi penalizzato per l'incidente in qualifica con Deletraz

Articolo precedente

F2, Paul Ricard: Alesi penalizzato per l'incidente in qualifica con Deletraz

Prossimo Articolo

F2, Paul Ricard: Raghunathan sospeso per il prossimo round del Red Bull Ring

F2, Paul Ricard: Raghunathan sospeso per il prossimo round del Red Bull Ring
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie FIA F2
Evento Paul Ricard
Piloti Nyck De Vries
Team ART Grand Prix
Autore Marco Di Marco