Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
36 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso

F2, Hungaroring: Latifi senza rivali nella Feature Race

condivisioni
commenti
F2, Hungaroring: Latifi senza rivali nella Feature Race
Di:
3 ago 2019, 09:57

Il pilota del team DAMS vince nettamente la prima gara del weekend davanti a de Vries. Ghiotto è penalizzato e retrocede al sesto posto. Mick Schumacher scatterà dalla pole nella Sprint Race.

Sul tracciato dell’Hungaroring è tornato il Nicholas Latifi di inizio stagione. Il pilota del team DAMS, dopo aver attraversato un periodo negativo a partire dal round di Monaco, è stato l’autentico dominatore incontrastato della Feature Race odierna.

Il canadese ha messo in cassaforte la vittoria del sabato sin dalla partenza quando ha approfittato del pessimo avvio di Nyck de Vries dalla pole per salire immediatamente dalla terza alla prima posizione. Una volta preso il comando, Latifi ha imposto il proprio ritmo aumentando costantemente il vantaggio su de Vries.

L’ottimo assetto della vettura del canadese ha consentito a Latifi di gestire al meglio il degrado delle proprie Pirelli anche dopo la sosta obbligatoria.

La safety car, entrata in pista negli ultimi giri per consentire ai commissari di rimuovere la vettura di Boschung rimasta ferma sul tracciato con il motore ko, ha neutralizzato le operazioni finali ma non ha privato Latifi di un successo ampiamente meritato che lo rilancia in campionato.

De Vries si è così dovuto accontentare del secondo gradino del podio, ma ha estratto il massimo dalla propria vettura limitando la rincorsa di Latifi in campionato, mentre il terzo posto è stato centrato da un ottimo Jack Aitken.

Il pilota del team Campos è ormai un habitué delle partenze perfette ed anche oggi è stato protagonista di un avvio perfetto che l’ha proiettato immediatamente dalla settima alla quinta posizione.

Aitken è poi stato in grado di sopravanzare Mick Schumacher in occasione della sosta obbligatoria per poi tornare in pista davanti a Ghiotto ed ha dovuto ringraziare la safety car finale per aver evitato all’italiano di provare l’assalto nei giri conclusivi.

Ghiotto ha faticato moltissimo col sottosterzo nelle fasi iniziali della corsa e la situazione è leggermente migliorata una volta montate le gomme medie. Le vetture del team UNI-Virtuosi, tuttavia, non sembravano essere al 100% con l’assetto in terra ungherese, prova ne sia anche l’anonima prova fornita da Zhou, ma per Ghiotto la doccia fredda è arrivata una volta tagliato il traguardo.

Luca, infatti, è stato punito con 5 secondi di tempo aggiuntivi per non aver rispettato il delta in regime di virtual safety car ed è così retrocesso dalla quarta alla sesta posizione venendo scavalcato da Sergio Sette Camara e Nobuharu Matsushita.

Il brasiliano è stato eccezionale nelle fasi conclusive della corsa quando si è trovato alle spalle del giapponese e dell’italiano. Matsushita, infatti, ha cercato di beffare Ghiotto alla staccata di curva 1 al giro 34 ma Luca ha resistito con una staccata superba.  Questo ha consentito a Sette Camara di avvicinarsi alla Carlin del giapponese per poi passarlo all’esterno di curva 2 e conquistare così il quinto posto poi diventato quarto.

Altro pilota beffato dalla safety car e punito con 5 secondi di tempo per non aver rispettato il delta in regime di Virtual Safety Car è stato Jordan King.

Il portacolori della MP Motorsport è stato autore di una prova superba. Scattato dalla decima casella in griglia, King ha sfruttato al meglio le coperture medie per poi effettuare la sosta a poco meno di dieci giri dal termine.

Una volta montate le gomme soft, King ha chiesto il massimo sia alla propria vettura che alle Pirelli ed ha sopravanzato senza troppe difficoltà Ilott, Mick Schumacher e Matsushita prendendosi anche il giro più veloce. Se non ci fosse stata la neutralizzazione con safety car King avrebbe certamente dato filo da torcere anche a Ghiotto ed avrebbe conquistato agevolmente il quarto posto conclusivo.

Gara complicata quella vissuta da Mick Schumacher. Il tedesco è stato autore di una partenza non proprio perfetta ma si è difeso benissimo da Aitken nelle prime curve, per poi tentare di tenere il ritmo dei primi 3 senza successo.

Una volta montate le Pirelli medie, Schumacher ha accusato un rapido degrado e nel finale ha lamentato via radio l’usura eccessiva e le difficoltà nel tenere in pista la sua Prema. L’ottavo posto conclusivo consentirà a Mick di cercare il riscatto nella Sprint Race di domani partendo dalla pole.

La top ten si è conclusa con Zhou in nona posizione davanti a Callum Ilott.

Cla Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph Punti
1 Canada Nicholas Latifi DAMS 37 1:02'40.675     155.133 25
2 Netherlands Nyck De Vries ART Grand Prix 37 1:02'41.427 0.752 0.752 155.102 18
3 United Kingdom Jack Aitken Campos Racing 37 1:02'41.720 1.045 0.293 155.090 15
4 Brazil Sergio Sette Camara DAMS 37 1:02'44.819 4.144 3.099 154.962 12
5 Japan Nobuharu Matsushita Carlin 37 1:02'45.957 5.282 1.138 154.915 10
6 Italy Luca Ghiotto UNI-Virtuosi 37 1:02'48.670 7.995 2.713 154.804 8
7 United Kingdom Jordan King MP Motorsport 37 1:02'50.723 10.048 2.053 154.719 6
8 Germany Mick Schumacher Prema Powerteam 37 1:02'56.482 15.807 5.759 154.483 4
9 China Guan Yu Zhou UNI-Virtuosi 37 1:02'58.470 17.795 1.988 154.402 2
10 United Kingdom Callum Ilott Charouz Racing System 37 1:02'59.237 18.562 0.767 154.371 1
11 France Anthoine Hubert Arden International 37 1:03'00.693 20.018 1.456 154.311  
12 Russian Federation Nikita Mazepin ART Grand Prix 37 1:03'02.747 22.072 2.054 154.227  
13 France Giuliano Alesi Trident 37 1:03'03.429 22.754 0.682 154.200  
14 United States Juan Manuel Correa Charouz Racing System 37 1:03'04.431 23.756 1.002 154.159  
15 Indonesia Sean Gelael Prema Powerteam 37 1:03'08.858 28.183 4.427 153.979  
16 Colombia Tatiana Calderón Arden International 37 1:03'56.498 1'15.823 47.640 152.067  
17 India Mahaveer Raghunathan MP Motorsport 37 1:03'57.387 1'16.712 0.889 152.031  
18 Switzerland Ralph Boschung Trident 33 55'16.280 4 Laps 4 Laps 156.898  
  India Arjun Maini Campos Racing 17 28'14.092 20 Laps 16 Laps 158.181  
  Switzerland Louis Délétraz Carlin 3 4'52.271 34 Laps 14 Laps 161.394  
Scorrimento
Lista

Ralph Boschung, Trident

Ralph Boschung, Trident
1/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sergio Sette Camara, Dams

Sergio Sette Camara, Dams
2/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sergio Sette Camara, Dams

Sergio Sette Camara, Dams
3/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Tatiana Calderon, Arden

Tatiana Calderon, Arden
4/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sean Gelael, Prema Racing

Sean Gelael, Prema Racing
5/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Ralph Boschung, Trident

Ralph Boschung, Trident
6/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sean Gelael, Prema Racing

Sean Gelael, Prema Racing
7/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nyck De Vries, ART Grand Prix

Nyck De Vries, ART Grand Prix
8/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sean Gelael, Prema Racing

Sean Gelael, Prema Racing
9/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sergio Sette Camara, Dams

Sergio Sette Camara, Dams
10/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Arjun Maini, Campos Racing

Arjun Maini, Campos Racing
11/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nobuharu Matsushita, Carlin

Nobuharu Matsushita, Carlin
12/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nicholas Latifi, Dams

Nicholas Latifi, Dams
13/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nikita Mazepin, ART Grand Prix

Nikita Mazepin, ART Grand Prix
14/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Mahaveer Raghunathan, MP Motorsport

Mahaveer Raghunathan, MP Motorsport
15/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Luca Ghiotto, UNI Virtuosi Racing

Luca Ghiotto, UNI Virtuosi Racing
16/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Louis Deletraz, Carlin

Louis Deletraz, Carlin
17/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Louis Deletraz, Carlin

Louis Deletraz, Carlin
18/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Prossimo Articolo
F2, Hungaroring: de Vries vola sul bagnato e conquista la pole

Articolo precedente

F2, Hungaroring: de Vries vola sul bagnato e conquista la pole

Prossimo Articolo

F2, Hungaroring: Mick Schumacher firma il primo successo nella Sprint Race!

F2, Hungaroring: Mick Schumacher firma il primo successo nella Sprint Race!
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie FIA F2
Evento Hungaroring
Piloti Nicholas Latifi
Team DAMS
Autore Marco Di Marco