F2, Bahrain: Latifi si prende il successo nella Feature Race davanti ad un grande Ghiotto

condivisioni
commenti
F2, Bahrain: Latifi si prende il successo nella Feature Race davanti ad un grande Ghiotto
Di:
30 mar 2019, 11:46

Prima vittoria stagionale per il canadese, bravo a resistere ad un problema nel corso del pit stop. Ghiotto accusa problemi al cambio in partenza e grazie ad una grande gestione gomme è secondo. Mick Schumacher chiude ottavo e domani scatterà dalla pole per la Sprint Race.

E’ Nicholas Latifi il vincitore della prima Feature Race stagionale della Formula 2 andata in scena sul tracciato del Bahrain. Il canadese è stato impeccabile per tutti e 32 i giri di gara ed è riuscito a rimediare con un passo eccellente ad un pit lento che avrebbe potuto pregiudicare il risultato finale.

Latifi, tuttavia, nonostante il problema alla posteriore destra accusato in occasione della sosta ai box, ha potuto beneficiare della sfortuna che ha colpito il poleman Luca Ghiotto.

Il pilota della UNI-Virtuosi, infatti, non è riuscito a partire alla perfezione dalla prima casella in griglia a causa di un problema al cambio avvertito già al momento dell’uscita dai box per schierarsi in pista e quando le del semaforo si sono spente è stato costretto a far pattinare eccessivamente le ruote posteriori per non stallare.

Questo inconveniente lo ha fatto retrocedere dalla prima alla quinta posizione, mentre al comando è salito Louis Deletraz seguito da Latifi.

Il canadese ha messo a frutto tutta la propria esperienza nel corso del primo stint di gara, evitando di stressare eccessivamente le proprie Pirelli medie e facendo allungare senza troppi patemi lo svizzero del team Carlin, per poi piazzare la zampata decisiva al giro numero 8 quando Deletraz ha accusato il crollo di performance delle gomme.

Una volta preso il comando delle operazioni, Latifi è andato via ed ha preso un margine di tutto rispetto sugli inseguitori.

Il team DAMS ha chiamato il canadese ai box al giro numero 17 e la sosta per montare le Pirelli soft avrebbe potuto trasformarsi in una disfatta per la scuderia transalpina a causa di una pistola non funzionante che ha ritardato le operazioni.

Nonostante questo inconveniente, Latifi è riuscito tornare in pista e conquistare a suon di sorpassi una meritata prima posizione mantenuta sino allo sventolare della bandiera a scacchi.

Alle spalle del canadese ha trovato posto sul secondo gradino del podio il nostro Luca Ghiotto. Il pilota veneto è stato magistrale nella gestione gomme, riuscendo a prolungare la vita delle proprie medie sino al giro 18, per poi sfruttare al massimo la soft nella seconda parte di gara.

I sei secondi di margine vantati da Latifi hanno impedito a Ghiotto di chiudere il gap nella fase conclusiva della Feature Race, ma il rimpianto per una vittoria sfumata non cancella una prova eccellente macchiata solo da un cambio che non ne voleva sapere di funzionare correttamente in partenza.

Terzo gradino del podio per un Sergio Sette Camara bravo ed aggressivo nel rimontare dalla ottava posizione di partenza.

Il brasiliano non si è risparmiato nei duelli ruota a ruota con i rivali e nel finale è riuscito a domare sia Deletraz che de Vries per regalare al team DAMS il secondo trofeo di giornata.

Davvero ottima la prestazione fornita dal miglior rookie di giornata, Anthoine Hubert. Il campione 2018 della GP3 Series, dopo una qualifica opaca chiusa con l’undicesimo tempo, è stato aggressivo in partenza risalendo sino alla settima posizione ed ha gestito le proprie Pirelli come un veterano.

Il francese, a differenza di molti suoi colleghi con ben più esperienza, ha prolungato la vita delle medie sino al giro diciassette ed una volta montate le rosse ha percorso i primi giri di pista con grande rispetto delle soft per poi chiedere il massimo nei giri conclusivi e regalare un magistrale doppio sorpasso ai danni di Deletraz e Matsushita ed infine superare senza problemi un de Vries in crisi di gomme e conquistare un ottimo quarto posto al debutto nella serie.

Deletraz e de Vries sono stati senza dubbio le delusioni di giornata, specie considerando le ottime performance in qualifica. Lo svizzero ed il pilota della ART Grand Prix non sono riusciti a gestire correttamente le proprie Pirelli, chiedendo troppo agli pneumatici, ed hanno chiuso rispettivamente in una anonima quinta e sesta piazza che lascia l’amaro in bocca.

Settima posizione finale per Jack Aitken, bravo a tenere alto l’onore del team Campos, mentre Mick Schumacher ha conquistato proprio nei secondi finali l’ottava piazza ed avrà così la possibilità di scattare dalla pole in occasione della Sprint Race di domenica.

Il tedesco ha compiuto una gara solida, senza alcuna sbavatura, ed è stato anche deciso in occasione dei duelli visti in pista con Boschung, Mazepin e Zhou. Mick è stato bravo nella gestione delle Pirelli soft nel secondo stint di gara preservando le coperture per l’attacco a Matsushita nei giri conclusivi. Il tedesco della Prema è riuscito a recuperare un gap importante dal giapponese per poi beffarlo all’ultima tornata.

La top ten si è completata proprio con il pilota del team Carlin in nona piazza davanti ad un Guanyu Zhou consistente una volta montate le Pirelli rosse.

Gara incolore per Giuliano Alesi, che ha chiuso in dodicesima posizione alle spalle del compagno di team Boschung, mentre Sean Gelael ha vissuto momenti di panico al quinto giro quando, giunto alla staccata di curva 1, il suo DRS è rimasto aperto facendogli perdere il controllo della propria monoposto.

Fortunatamente le ampie vie di fuga del tracciato del Bahrain hanno impedito alcun tipo di problema fisico per il pilota del team Prema.

Scorrimento
Lista

Tatiana Calderon, BWT ARDEN

Tatiana Calderon, BWT ARDEN
1/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Sergio Sette Camara, DAMS

Sergio Sette Camara, DAMS
2/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Sean Gelael, PREMA RACING

Sean Gelael, PREMA RACING
3/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Tatiana Calderon, BWT ARDEN

Tatiana Calderon, BWT ARDEN
4/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Nyck De Vries, ART GRAND PRIX

Nyck De Vries, ART GRAND PRIX
5/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Nikita Mazepin, ART Grand Prix

Nikita Mazepin, ART Grand Prix
6/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Mahaveer Raghunathan, MP MOTORSPORT

Mahaveer Raghunathan, MP MOTORSPORT
7/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Mahaveer Raghunathan, MP MOTORSPORT

Mahaveer Raghunathan, MP MOTORSPORT
8/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Mahaveer Raghunathan, MP MOTORSPORT

Mahaveer Raghunathan, MP MOTORSPORT
9/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Mahaveer Raghunathan, MP MOTORSPORT

Mahaveer Raghunathan, MP MOTORSPORT
10/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Louis Deletraz, CARLIN

Louis Deletraz, CARLIN
11/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Louis Deletraz, CARLIN

Louis Deletraz, CARLIN
12/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Jordan King, MP MOTORSPORT

Jordan King, MP MOTORSPORT
13/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Jack Aitken, CAMPOS RACING

Jack Aitken, CAMPOS RACING
14/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Jack Aitken, CAMPOS RACING

Jack Aitken, CAMPOS RACING
15/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Jordan King, MP MOTORSPORT

Jordan King, MP MOTORSPORT
16/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Giuliano Alesi, TRIDENT

Giuliano Alesi, TRIDENT
17/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Anthoine Hubert, BWT ARDEN

Anthoine Hubert, BWT ARDEN
18/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Tatiana Calderon, BWT ARDEN

Tatiana Calderon, BWT ARDEN
19/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Nikita Mazepin, ART Grand Prix

Nikita Mazepin, ART Grand Prix
20/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Nobuharu Matsushita, CARLIN

Nobuharu Matsushita, CARLIN
21/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Nyck De Vries, ART GRAND PRIX

Nyck De Vries, ART GRAND PRIX
22/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Mick Schumacher, PREMA RACING

Mick Schumacher, PREMA RACING
23/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Jordan King, MP MOTORSPORT

Jordan King, MP MOTORSPORT
24/24

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Cla   #

Pilota

Team Giri Tempo Gap Distacco Mph Pits Ritirato Punti Bonus
1   6 Canada Nicholas Latifi  France DAMS 32 59'19.517     174.904 1   25  
2   8 Italy Luca Ghiotto  UNI-Virtuosi 32 59'28.261 8.744 8.744 174.476 1   18 4
3   5 Brazil Sergio Sette Camara  France DAMS 32 59'34.343 14.826 6.082 174.179 1   15  
4   19 France Anthoine Hubert  BWT Arden 32 59'36.790 17.273 2.447 174.060 1   12  
5   1 Switzerland Louis Délétraz  United Kingdom Carlin 32 59'46.203 26.686 9.413 173.603 1   10  
6   4 Netherlands Nyck De Vries  France ART Grand Prix 32 59'48.014 28.497 1.811 173.515 1   8  
7   15 United Kingdom Jack Aitken  Spain Campos Racing 32 59'51.062 31.545 3.048 173.368 1   6  
8   9 Germany Mick Schumacher  Italy Prema Powerteam 32 59'54.225 34.708 3.163 173.215 1   4  
9   2 Japan Nobuharu Matsushita  United Kingdom Carlin 32 59'56.912 37.395 2.687 173.086 1   2  
10   7 China Guan Yu Zhou  UNI-Virtuosi 32 1:00'00.648 41.131 3.736 172.906 1   1 2
11   21 Switzerland Ralph Boschung  Italy Trident 32 1:00'01.609 42.092 0.961 172.860 1      
12   20 France Giuliano Alesi  Italy Trident 32 1:00'07.228 47.711 5.619 172.591 1      
13   18 Colombia Tatiana Calderón  BWT Arden 32 1:00'15.292 55.775 8.064 172.206 1      
14   11 United Kingdom Callum Ilott  Sauber Junior Team by Charouz 32 1:00'15.810 56.293 0.518 172.181 1      
15   14 France Dorian Boccolacci  Spain Campos Racing 32 1:00'33.764 1'14.247 17.954 171.331 1      
16   12 United States Juan Manuel Correa  Sauber Junior Team by Charouz 32 1:00'44.505 1'24.988 10.741 170.826 1      
17   16 United Kingdom Jordan King  Netherlands MP Motorsport 32 1:00'46.028 1'26.511 1.523 170.754 1      
18   17 India Mahaveer Raghunathan  Netherlands MP Motorsport 32 1:00'52.667 1'33.150 6.639 170.444 1      
19   3 Russian Federation Nikita Mazepin  France ART Grand Prix 32 1:00'57.085 1'37.568 4.418 170.238 1      
  dnf 10

Indonesia Sean Gelael 

Italy Prema Powerteam 4 7'26.997 28 Laps 28
Prossimo Articolo
Ghiotto: "Iniziare il 2019 con la mia prima pole in F2 non potrebbe rendermi più felice"

Articolo precedente

Ghiotto: "Iniziare il 2019 con la mia prima pole in F2 non potrebbe rendermi più felice"

Prossimo Articolo

F2, Bahrain: Ghiotto si riscatta nella Sprint Race con un successo alla Leclerc!

F2, Bahrain: Ghiotto si riscatta nella Sprint Race con un successo alla Leclerc!
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie FIA F2
Evento Sakhir
Piloti Nicholas Latifi
Team DAMS
Autore Marco Di Marco
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie