Formula 1
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Gara in
10 Ore
:
57 Minuti
:
49 Secondi
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
WU in
02 Ore
:
07 Minuti
:
49 Secondi
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
G
Ad Diriyah ePrix
22 nov
-
23 nov
Prossimo evento tra
4 giorni
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
60 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso

Albon piega Ghiotto e conquista la vittoria nella Spint Race dell'Hungaroring

condivisioni
commenti
Albon piega Ghiotto e conquista la vittoria nella Spint Race dell'Hungaroring
Di:
29 lug 2018, 10:33

Il pilota del team DAMS gestisce alla perfezione le gomme e beffa l'italiano nella fase finale della seconda corsa del weekend. Russell compie una rimonta capolavoro ed è ottavo.

Artem Markelov, RUSSIAN TIME
Sean Gelael, PREMA Racing
Artem Markelov, RUSSIAN TIME
Nirei Fukuzumi, BWT Arden
Alexander Albon, DAMS
Sergio Sette Camara, Carlin
Sergio Sette Camara, Carlin
Lando Norris, Carlin
Lando Norris, Carlin
Nirei Fukuzumi, BWT Arden

Dopo le emozioni vissute ieri nella Feature Race, quando i piloti della Formula 2 hanno dovuto affrontare un tracciato prima decisamente bagnato e successivamente asciutto, anche la Sprint Race dell'Hungaroring ha regalato spettacolo con una corsa basata tutta sulla gestione gomme.

A svettare nell'ultima gara del weekend è stato Alexander Albon. Il pilota del team DAMS, apparso a proprio agio sul tracciato ungherese già dalle Libere, è stato perfetto nel preservare le sue Pirelli nel corso della prima fase della corsa, per poi approfittare del crollo degli pneumatici di Ghiotto, salire in prima posizione ed involarsi indisturbato sotto la bandiera a scacchi.

Ghiotto è stato il grande protagonista delle prime fasi della Sprint Race. Una partenza incredibile ha visto il pilota del team Campos sopravanzare subito Sette Camara e Markelov per poi imporre il proprio ritmo e distanziare agevolmente Albon salito in seconda piazza.

Luca sembrava in grado di poter finalmente salire sul gradino più alto del podio, ma a metà gara ha patito un improvviso crollo delle sue Pirelli. Il ritmo di Ghiotto è calato immediatamente ed Albon è riuscito a recuperare il gap per poi passare al comando al giro 25 e scappare via con un ritmo di oltre un secondo più veloce.

Se Albon ha sfoggiato il sorriso dei giorni migliori sul podio, Ghiotto e Sette Camara non hanno mascherato la loro delusione. 

Il brasiliano ha corso una gara pulita, priva di spunti di rilievo, ma l'errore in partenza lo ha privato di un piazzamento migliore.

Ai piedi del podio ha chiuso il secondo pilota del team Carlin, Lando Norris, ed anche oggi il campione della Formula 3 Europea ha dato spettacolo.

La prima frazione di gara è stata gestita con accuratezza da Norris. L'obiettivo dell'inglese era quello di preservare le Pirelli per lo stint finale ed al giro 20, quando Markelov era ormai sulle tele, ha approfittato della lentezza del russo per infilare in un sol colpo il pilota del Russian Time e Nyck de Vries con una gran manovra all'esterno di curva 2 e salire così in quarta piazza.

Proprio da de Vries ci si attendeva qualcosa di più dopo la splendida vittoria di ieri. L'olandese della Prema ha chiesto troppo alle proprie gomme nelle fasi conclusive della gara e dopo aver subito il sorpasso di Norris ha dovuto cedere strada anche a Roberto Merhi.

Nel finale de Vries ha dovuto affrontare una gara di accelerazione contro Fukuzumi nel rettilineo di arrivo e si è visto beffare al fotofinish chiudendo in settima piazza.

Gara da applausi quella di George Russell. Il leader del campionato è stato estremamente penalizzato dai problemi tecnici accusati ieri sulla sua monoposto che l'hanno costretto oggi a scattare dal fondo della griglia.

Russell non si è perso d'animo e, nonostante un circuito ostico per i sorpassi, ha gestito alle perfezione le sue gomme per risalire pian piano in classifica e nel finale regalare un duello spettacolare con il compagno di team Jack Aitken.

I due hanno percorso in scia buona parte del tracciato ed alla penultima curva del penultimo giro Russell ha piazzato la zampata passando all'esterno imitato da Deletraz che ha così beffato il pilota del vivaio Renault.

Poca fortuna per gli altri due italiani presenti in griglia. Antonio Fuoco ha rovinato la sua gara quando, all'inizio, in regime di VSC ha tamponato Sette Camara danneggiando l'ala anteriore ed ha chiuso in diciassettesima posizione, mentre Lorandi ha percorso pochi metri prima di essere coinvolto nell'incidente in avvio con Bochung e Nissany ed essere costretto al ritiro.

Al termine del round ungherese i piloti affronteranno la pausa estiva con la seguente situazione in classifica. George Russell è ancora al comando ma con soli 171 punti, mentre Norris si è avvicinato salendo a quota 159 precedendo Albon, terzo, con 139 punti.

Cla   # Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph Pits Ritirato Punti Bonus
1   5 Thailand Alexander Albon  France DAMS 28 -           15  
2   14 Italy Luca Ghiotto  Spain Campos Racing 28 9.4 9.400 9.400       12  
3   18 Sérgio Sette  United Kingdom Carlin 28 11.3 11.300 1.900       10  
4   19 United Kingdom Lando Norris  United Kingdom Carlin 28 13.6 13.600 2.300       8  
5   9 Spain Roberto Merhi  Netherlands MP Motorsport 28 28.2 28.200 14.600       6  
6   12 Japan Nirei Fukuzumi  United Kingdom Arden International 28 34.1 34.100 5.900       4  
7   4 Netherlands Nyck De Vries  Italy Prema Powerteam 28 34.1 34.100 0.000       2  
8   8 United Kingdom George Russell  France ART Grand Prix 28 36.5 36.500 2.400       1  
9   20 Switzerland Louis Délétraz  Charouz Racing System 28 37.1 37.100 0.600          
10   7 United Kingdom Jack Aitken  France ART Grand Prix 28 38.9 38.900 1.800          
11   3 Indonesia Sean Gelael  Italy Prema Powerteam 28 40.9 40.900 2.000          
12   2 Tadasuke Makino  Russian Federation RUSSIAN TIME 28 41.5 41.500 0.600          
13   1 Russian Federation Artem Markelov  Russian Federation RUSSIAN TIME 28 52.2 52.200 10.700          
14   16 India Arjun Maini  Italy Trident 28 52.3 52.300 0.100          
15   15 Israel Roy Nissany  Spain Campos Racing 28 60.9 1'00.900 8.600   1      
16   6 Canada Nicholas Latifi  France DAMS 28 77.1 1'17.100 16.200   1      
17   21 Italy Antonio Fuoco  Charouz Racing System 27 1 lap 1 Lap 1 Lap   2      
  dnf 11 Maximilian Günther  United Kingdom Arden International 17 11 laps 11 Laps 10 Laps   1 Retirement    
  dnf 17 Italy Alessio Lorandi  Italy Trident   28 laps 28 Laps 17 Laps     Retirement    
  dnf 10 Switzerland Ralph Boschung  Netherlands MP Motorsport   28 laps 28 Laps 0.000
Prossimo Articolo
Successo capolavoro per Nyck de Vries nella Feature Race dell'Hungaroring

Articolo precedente

Successo capolavoro per Nyck de Vries nella Feature Race dell'Hungaroring

Prossimo Articolo

Antonio Fuoco punito per non aver scontato la penalità in gara 2 a Budapest

Antonio Fuoco punito per non aver scontato la penalità in gara 2 a Budapest
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie FIA F2
Evento Hungaroring
Piloti Alexander Albon
Team DAMS
Autore Marco Di Marco