Un gran sorpasso vale a "Babalus" il titolo mondiale!

condivisioni
commenti
Un gran sorpasso vale a
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
08 nov 2015, 12:28

Matteo Santoponte beffa Grossmann (2°) alla Poggiosecco e trionfa nella Finale Mondiale Trofeo Pirelli

#55 Scuderia Autoropa Ferrari 458:
#55 Scuderia Autoropa Ferrari 458: Babalus
#84 Octane 126 Ferrari 458: Bjorn Grossmann e #55 Scuderia Autoropa Ferrari 458: Babalus sulla griglia di partenza
#55 Scuderia Autoropa Ferrari 458: Babalus avanti a #84 Octane 126 Ferrari 458: Bjorn Grossmann
#55 Scuderia Autoropa Ferrari 458:
#46 Octane 126 Ferrari 458: Max Blancardi in lotta con #27 Rossocorsa - Pellin Racing Alessandro Vez
#55 Scuderia Autoropa Ferrari 458: Babalus
#55 Scuderia Autoropa Ferrari 458:

Tre, il numero che solitamente è considerato perfetto è anche la cifra che ha contraddistinto il fine settimana di Matteo Santoponte detto "Babalus". Il pilota italiano ha concluso il suo fine settimana in maniera perfetta, vincendo Gara 1, Gara 2 e trionfando anche nella Finale Mondiale Ferrari del Challenge Trofeo Pirelli 2015, gara che lo ha consacrato campione del mondo. 

Tutto si è deciso nelle fasi iniziali della corsa, con Bjorn Grossmann scattato benissimo dalla pole position ma tallonato da "Babalus". Santoponte è stato autore di una manovra perfetta alla curva Poggiosecco, che ha sorpreso il tedesco del team Octane 126 e lo ha costretto a forzare una manovra di difesa.

Grossmann, nel tentativo di resistere all'esterno, ha perso per un attimo il controllo della sua 458 Challenge EVO in percorrenza di curva ed è finito sulla ghiaia, rientrando così in sesta posizione. Per "Babalus" si è trattato poi di mantenere inalterato il vantaggio con gli inseguitori, controllando il prepotente ritorno di Grossmann dalle retrovie sino al trionfo assoluto che lo ha decretato campione mondiale 2015.

Bjorn Grossmann è stato comunque autore di una gara formidabile. Dopo essere sceso in sesta posizione, ha iniziato a infilare parziali record a ogni giro, passando in sequenza Alessandro Vezzoni, David Gostner, Dario Caso, Matteo Blancardi e Florian Merckx. I primi due sono arrivati sul traguardo divisi da appena sette decimi.

Strepitosa anche la lotta a cui hanno preso parte Matteo Blancardi e Florian Merckx per l'ultimo posto sul podio disponibile. Ad avere la meglio è stato il pilota italiano del team Octane 126, compagno di squadra di Grossmann. Merckx ha tentato di ricucire il divario da Blancardi dopo aver subito il sorpasso al giro 16, ma sotto la bandiera a scacchi è stato Max ad avere la meglio.

Quinto posto per Dario Caso, partito molto bene allo spegnimento dei semafori ma calato nel corso della gara e giunto a oltre 33 secondi dal vincitore della Finale Pirelli. David Gostner ha chiuso sesto, precedendo Alessandro Vezzoni, ovvero il primo pilota della categoria Pirelli AM. Martin Nelson ha invece resistito alla pressione di Renaldi Hutasoit, mentre Nicolas Sturzinger ha chiuso la Top Ten. Il primo pilota di una categoria nord americana è stato John Farano in dodicesima posizione, che ha preceduto Mike Zoi e Arthur Romanelli.

Prossimo articolo Ferrari
Finali Mondiali Ferrari: ecco la griglia del Trofeo Pirelli

Articolo precedente

Finali Mondiali Ferrari: ecco la griglia del Trofeo Pirelli

Prossimo Articolo

"Babalus": "Un Mondiale frutto di duro lavoro pulito"

"Babalus": "Un Mondiale frutto di duro lavoro pulito"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Ferrari
Evento Ferrari Finali Mondiali 2015
Location Mugello
Piloti Max Blancardi
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Gara