"Babalus": "Un Mondiale frutto di duro lavoro pulito"

Il romano esulta dopo la fantastica vittoria nella finalissima del Trofeo Pirelli al Mugello. Ora si guarda avanti

Un grande "Babalus" al Mugello conquista il Mondiale del Ferrari Challenge nel Trofeo Pirelli con uno stile da combattente mostrato fin dalla prima curva.

Anzi, dalla terza, dato che il buon Matteo Santoponte (nome all'anagrafe), sapeva che bisognava provare a mettersi alle spalle fin da subito il temibile Bjorn Grossmann, attaccato con una mossa a sorpresa tanto astuta quanto efficace alla "Poggio Secco" che ha permesso al pilota della Scuderia Autoropa di prendere la vetta della corsa e involarsi verso un meritatissimo Titolo.

"È stata una gara molto dura con Grossmann che rimontava dietro di me - ha spiegato ai nostri microfoni "Babalus" a fine gara, vincitore di tutti i round di queste Finali Mondiali Ferrari - Lui è uno molto veloce e con tanta esperienza. Rispetto a ieri abbiamo fatto una modifica che non ha funzionato e abbiamo un po' peggiorato sul passo. Io cerco di fare al meglio il mio lavoro per la Scuderia Autoropa, ho provato a mettere tutta l'esperienza che ho accumulato ed è stato un grande weekend. A me questo lavoro piace tantissimo, cerco di farlo al meglio delle mie possibilità e ogni tanto mi riesce. Dopo le prime gare ci sono state alcune polemiche, ma io provo sempre a correre in modo pulito e a non rovinare la gara dei miei avversari. Questo è un meraviglioso sport, è vero che avevo smesso, ma ormai sono tornato e sono Campione del Mondo. Avanti così e vediamo di pianificare il futuro."

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Ferrari
Evento Ferrari Finali Mondiali 2015
Circuito Mugello
Articolo di tipo Ultime notizie