Sophia Floersch: "Ringrazio Dallara che ha costruito un telaio decisamente robusto!”

condivisioni
commenti
Sophia Floersch:
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
20 nov 2018, 14:24

La 17enne tedesca protagonista del terribile volo nel GP di Macao, è ottimista dopo la frattura alla settima vertebra cervicale: ringrazia i medici dell’ospedale di Macao, il team di soccorso FIA oltre al dottor Ceccarelli che l'ha seguita insieme al team Van Amersfoort.

Sophia Flörsch, Van Amersfoort Racing
Sophia Flörsch, Van Amersfoort Racing
L'incidente di Sophia Flörsch, Van Amersfoort Racing
L'incidente di Sophia Flörsch, Van Amersfoort Racing

“Sono sopravvissuta all'operazione, che è durata 11 ore, e d'ora in poi spero solo di migliorare”. Attraverso i suoi canali social Sophia Floersch ha tranquillizzato i suoi sostenitori e ringraziato chi l’ha assistita dopo il terribile incidente di cui è stata protagonista domenica scorsa nel corso del quarto giro del Gran Premio di Macao di Formula 3.

La diciassettenne tedesca è stata sottoposta ad un lungo intervento chirurgico resosi indispensabile per la frattura della settima vertebra cervicale, un’operazione che ha richiesto un innesto osseo prelevato dall’anca.

“Rimarrò qualche giorno in più a Macao, fino a quando non potrò affrontare il viaggio di rientro – ha confermato la Floersch - voglio ringraziare tutti i coloro che mi hanno supportato con tanti messaggi che solo ora comincio a leggere. Questo mi motiva davvero e mi dà coraggio. Il mio pensiero va anche a coloro che sono stati coinvolti nell'incidente, spero che tutti stiano bene”.

“Subito dopo l’incidente sono stata soccorsa da persone davvero… simpatiche – ha concluso Sophia - ho ancora in mente per le parole incoraggianti e tranquillizzanti che mi hanno rivolto in quei minuti difficili trascorsi nella monoposto. Un grande ringraziamento va al personale medico dell’ospedale di Macao per il trattamento amichevole e professionale, al team di soccorso FIA e all’organizzazione del GP di Macao, che mi sostiene nel migliore dei modi. Un ringraziamento speciale va anche al dottor Riccardo Ceccarelli e al mio team Van Amersfoort e alla Dallara, che ha costruito un telaio decisamente robusto!”.

Ricordiamo che i segni vitali della ragazza della Floersch sono stabili, e ha già confermato di poter muovere liberamente gli arti. Delle altre quattro persone coinvolte nell’incidente, due restano ancora ricoverate presso l’ospedale centrale di Macao.

Il pilota giapponese Sho Tsuboi ed un fotografo sono stati dimessi, mentre il secondo fotografo ed il commissario di gara sono ancora sotto osservazione ma le ultime informazioni parlano di dimissioni imminenti.

Prossimo Articolo
A Macao muore la F3: quattro proposte perché la gara cinese possa continuare

Articolo precedente

A Macao muore la F3: quattro proposte perché la gara cinese possa continuare

Prossimo Articolo

La MP Motorsport ingaggia Jehan Daruvala per correre ad Abu Dhabi

La MP Motorsport ingaggia Jehan Daruvala per correre ad Abu Dhabi
Carica commenti

Su questo articolo

Serie F3
Evento GP di Macao
Piloti Sophia Floersch
Autore Roberto Chinchero