Si arriva ad Imola con cinque piloti in sette punti

Si arriva ad Imola con cinque piloti in sette punti

Daniel Mancinelli comanda la classifica, ma i giochi sono decisamente aperti

Con quattro vincitori diversi nei due round su gara doppia finora disputati, il Campionato Italiano Formula 3 si lancia verso il suo terzo appuntamento stagionale, in programma il prossimo weekend ad Imola, con una lotta al vertice ancora tutta da scrivere. La prestigiosa serie tricolore motorizzata FPT Racing, lungo uno schieramento attestatosi su 30 monoposto, ben 12 delle quali, peraltro, affidate a piloti di nazionalità estera, esprime, infatti, un equilibrio di valori in campo dalla solidità tale da legittimare le ambizioni di fuga di ciascuno dei suoi protagonisti. Ad Hockenheim, in occasione della tappa estera della stagione, è stata la volta di Daniel Macinelli che, dopo aver lasciato il primo round con l’unica soddisfazione del giro più veloce di gara 2, è riuscito a ritrovare un pieno riscatto alla seconda tappa siglando la vittoria in gara 1 ed il secondo posto in gara 2. Risultati pesantissimi per il pilota anconetano che con un weekend da incorniciare è così riuscito a portarsi in vetta alla classifica. Un weekend al contrario avaro di soddisfazioni lo ha vissuto invece Andrea Caldarelli (Prema Powerteam) che ha dovuto cedere la leadership al pilota del Team Ghinzani dopo aver raccolto il solo quinto posto di gara 1 seguito da un ritiro alla domenica per la consueta bagarre in pista. Pochi i punti conquistati dal pilota pescarese, ma sufficienti a fermare la sua discesa al secondo posto conservato con un punto di vantaggio su Cesar Ramos. Il brasiliano del BVM-Target, dal canto suo, ha recuperato con la vittoria in gara 2 l’errore che al primo giro della gara del sabato lo aveva visto ritirarsi, rinunciare a legittime chance di vittoria ed anche rallentare il passo dell’incolpevole Gabby Chaves, autore di una splendida pole position ad Hockenheim. Il 16enne pilota statunitense, sempre più convincente al volante della Mygale della Eurointernational, appare ormai pronto a raccogliere il primo risultato importante che lo potrebbe lanciare nel lotto dei protagonisti del campionato, un gruppo nel quale, ad esempio, puntano a rimanere lo svizzero Christopher Zanella (JD Motorsport), quarto in campionato grazie al settimo posto in gara 1 ed al quinto in gara 2 ed il monegasco Stephane Richelmi (Lucidi Motors) che è quinto grazie ad un quarto posto sul traguardo di gara 1 conquistato in rimonta dalla 12esima posizione in griglia. Nel lotto dei contendenti alla vetta al campionato puntano invece ad inserirsi al più presto anche il modenese Sergio Campana (Lucidi Motors) ed il finlandese Jesse Krohn (RP Motorsport), grandi protagonisti di gara 1 ad Hockenheim dove hanno guadagnato il secondo e terzo gradino del podio, ma anche il genovese Samuele Buttarelli (Prema Powerteam) e lo statunitense Matt Lee (Alan Racing), rispettivamente terzo e quarto in gara 2 dopo gli ottimi riscontri cronometrici fatti segnare il qualifica con il quinto e quarto tempo. Ma con i distacchi minimi e l’overdose di sorpassi e duelli emozionanti che si registrano in pista, c’è spazio per tutti. Come hanno dimostrato Giacomo Barri (Ombra Racing) settimo di gara 2 e primo degli Esordienti davanti a Kevin Giovesi (JD Motorsport), Alberto Cerqui (Ombra Racing) ed il canadese Tyler Dueck (BVM-Target) decimo in rimonta dalla 20esima posizione in griglia nella gara di debutto in categoria.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati F3
Articolo di tipo Ultime notizie