In quattro si giocano il vertice al Mugello

In quattro si giocano il vertice al Mugello

Mancinelli, Ramos, Richelmi e Caldarelli sono tutti racchiusi nello spazio di pochi punti

L’appuntamento di scena il prossimo weekend al Mugello si presenta cruciale per il Campionato Italiano Formula 3. La tappa che segna il giro di boa stagionale per la prestigiosa serie tricolore motorizzata FPT Racing potrà infatti tracciare i primi punti fermi nella lotta al titolo. Una sfida dove attualmente Daniel Mancinelli (Team Ghinzani), forte di due vittorie di gara 1 negli ultimi due round disputati e Cesar Ramos (BVM-Target), sul podio in 5 delle 6 gare finora disputate, rappresentano i contendenti più in forma come dimostrato dalla prima e seconda posizione di campionato occupate in sole due lunghezze di distacco. Al vertice della classifica è però un quartetto ad essere raccolto in soli 18 punti, una distanza ampiamente recuperabile già solo attraverso la vittoria di gara 1. Alle spalle del marchigiano e del duellante brasiliano, incalzano infatti il monegasco Stephane Richelmi (Lucidi Motors), autore di due vittorie di gara 2 ed Andrea Caldarelli (Prema Powerteam), che, dopo il primo round vissuto d’assalto con la vittoria della gara inaugurale, deve assolutamente chiudere un ciclo grigio. Un obiettivo che il pilota pescarese punta a far suo sulla stessa pista che nel 2005, appena 15enne, lo vide agguantare una splendida vittoria in Formula Azzurra, entrando così nella storia dell’automobilismo tricolore come il più giovane vincitore di una gara di Campionato Italiano. Con poco meno di 30 piloti in pista, tutti agguerritissimi e divisi da distacchi cronometrici minimi, il gruppo di testa è però destinato ad ampliarsi. A cominciare dallo svizzero Christopher Zanella (JD Motorsport), l’unico finora ad aver sempre marcato punti ed il finlandese Jesse Krohn (RP Motorsport), due volte a podio, che attualmente occupano a pari merito la quinta posizione. Puntano ad una maggiore continuità di risultati il modenese Sergio Campana (Lucidi Motors) ed il belga Frederic Vervisch (RC Motorsport) che soprattutto nell’ultimo round di Imola ha espresso il ritmo dei primissimi. Ritmo dal quale invece si è allontanato proprio in quella occasione lo statunitense Gabriel Chaves (Eurointernational) subito riscattatosi nell’ultima sessione di test disputata a Varano dove ha colto il settimo tempo, primo tra le Mygale che peraltro sulle rive del Santerno erano parse meno competitive di quanto registrato nei precedenti appuntamenti. Tra le novità della tappa toscana, infine, il debutto del perugino Stefano Bizzarri, proveniente dalla Auto GP, che salirà sulla seconda Dallara della RP Motorsport ed il cambio di casacca per il siciliano Eugenio Palmeri che salirà sulla Mygale della Scuderia Victoria.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati F3
Articolo di tipo Ultime notizie