Macao, Rosenqvist si aggiudica la qualifying race

Lo svedese vince grazie ad una discussa penalizzazione di Giovinazzi per un contatto con Juncadella

Macao riserva sempre sorprese, ed anche la qualifying race non è venuta meno alla tradizione.

Felix Rosenqvist, si è infatti aggiudicato la gara del sabato nonostante sia transitato sotto la bandiera a scacchi in seconda posizione alle spalle di un Antonio Giovinazzi autore di una gara magistrale.

L’italiano è scattato perfettamente dalla quarta posizione superando subito Charles Leclerc e portandosi immediatamente alle spalle di Daniel Juncadella. L'episodio che ha segnato la gara è avvenuto proprio al primo giro quando Giovinazzi ha portato l’attacco allo spagnolo alla Lisboa, ma un contatto tra le due monoposto ha visto andare a muro la vettura di Juncadella.

Il crash dello spagnolo ha coinvolto le vetture di Alex Albon, Ryan Tveter e Callum Ilott, ed ha costretto la direzione gara a chiamare in causa la safety car per consentire ai commissari di sgomberare la pista dalle vetture coinvolte.

Al restart, il leader Rosenqvist ha mantenuto il comando sino alla curva Lisboa. Giovinazzi, infatti, ha superato lo svedese all’esterno prendendo la prima posizione. Il pilota Prema ha messo costantemente pressione all’italiano, tentando all’ultimo giro di restituire il sorpasso senza, tuttavia, riuscire a riportare la sua vettura in prima posizione.

Sotto la bandiera a scacchi, Giovinazzi è transitato con un secondo e nove decimi di vantaggio sullo svedese, mentre in terza posizione ha concluso Leclerc.

La classifica finale è stata però modificata proprio all’ultimo giro dalla direzione gara che ha inflitto un drive trough all’italiano, poi convertito in una penalità di tempo di 20 secondi che hanno fatto scalare in classifica Giovinazzi sino al decimo posto finale.

Rosenqvist ha così visto la sua seconda posizione tramutarsi in una vittoria, ma ha subito precisato che il ritmo mostrato dall’italiano in pista era per lui inarrivabile: “Ha fatto un ottimo lavoro e non riuscivo a mantenere il suo ritmo nelle prime fasi di gara. La vettura scivolava troppo ed ero certo che se avessi provato a spingere ulteriormente avrei concluso la mia gara contro le barriere. Soltanto nel finale di gara sono riuscito ad avvicinarmi ai suoi tempi ma non ho avuto la possibilità di superarlo, mi sarebbero serviti ulteriori giri per provarci. Non so se la penalità nei suoi confronti sia corretta o meno, ma ha fatto davvero un ottimo lavoro. Non è il modo migliore per vincere una gara, ma è importante questa vittoria in prospettiva per la gara di domani”.

Leclerc ha così concluso in seconda posizione una gara dove ha mostrato una ottima condotta, mantenendo un buon ritmo ed evitando di commettere errori. Alle sue spalle, sul terzo gradino del podio, ha concluso Alexander Sims, bravo a risalire dalla settima fila ed a sopravanzare Sam MacLeod, oltre che ad approfittare degli incidenti iniziali.

Quinta posizione finale per Markus Pommer davanti a Sette Camara, mentre alle loro spalle si è decisamente fatto notare Santino Ferrucci autore di due ottimi sorpassi su Alessio Lorandi, giunto ottavo nonostante un problema ai fren, e Arjun Maini, nono.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati F3
Evento Macao
Circuito Circuito da Guia
Piloti Alexander Sims , Felix Rosenqvist , Charles Leclerc
Articolo di tipo Qualifiche