René Binder centra una grande doppietta nelle due gare di Monza

condivisioni
commenti
René Binder centra una grande doppietta nelle due gare di Monza
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
14 mag 2017, 11:00

Il pilota del team Lotus ottiene il successo a tavolino in Gara 1 dopo la penalità inflitta a Nissany, mentre in Gara 2, complice un pit effettuato prima dell'ingresso della safety car, ha trionfato con oltre 10'' di vantaggio sull'israeliano.

Roy Nissany, Lotus
Egor Orudzhev, SMP Racing by AVF
Egor Orudzhev, SMP Racing by AVF
René Binder, Lotus
Roy Nissany, RP Motorsport
Egor Orudzhev, SMP Racing by AVF
Pietro Fittipaldi, Lotus
Nelson Mason, Teo Martin Motorsport
Pietro Fittipaldi, Lotus
Konstantin Tereshchenko, Teo Martin Motorsport
Giuseppe Cipriani, Barone Rampante

Colpo di scena al termine della prima gara del weekend della Formula V8 3.5 disputata a Monza. Dopo aver dominato l’intera gara ed aver tagliato il traguardo in prima posizione, Roy Nissany è stato penalizzato con 5’’ di tempo ed il successo è così andato nella mani di René Binder.

In avvio l’israeliano è stato bravo nel precedere un Pietro Fittipaldi ancora una volta protagonista di una pessima partenza dalla pole. Il brasiliano, dopo essere stato superato da numerosi rivali, è entrato in contatto con Damiano Fioravanti in Curva 1 rimediando una foratura.

Nissany ha commesso un unico errore, andando largo alla prima curva per poi rientrare in pista e questo gli è costato la penalità. L’israeliano, nonostante l’intera gara al comando, non è mai riuscito ad ampliare il gap su Binder oltre i 5 secondi e proprio per questa ragione l’austriaco ha ereditato il successo.

Terzo gradino del podio per Isaakyan bravo a precedere il connazionale Orudzhev dopo una lunga battaglia, ma quest’ultimo ha perso terreno nelle battute finali venendo sopravanzato anche da Alfonso Celis, mentre è stato glaciale nel resistere alla pressione di Menchaca e Mason e concludere così in quinta posizione.

Ottavo posto conclusivo per Tereschenko mentre alle sue spalle Giuseppe Cipriani ha colto il miglior risultato nella serie con la nona piazza, ma una penalità giunta alla fine lo ha privato di questa gioia facendolo retrocedere in decima posizione facendo così risalire Fittipaldi in decima.

Anche la seconda gara del weekend ha visto Binder cogliere il successo, questa volta sfruttando al meglio l’ingresso della safety car.

L’austriaco, infatti, ha optato per effettuare la sosta obbligatoria al quinto giro quando si trovava in terza posizione, ma proprio in quel momento Fioravanti si è insabbiato alla seconda di Lesmo rendendo necessario l’intervento della vettura di sicurezza.

Questa combinazione di eventi ha consentito così a Binder di guadagnare un notevole vantaggio su tutti i rivali tagliando il traguardo in prima posizione con dieci secondi di vantaggio su Nissany.

L’israeliano ha beffato un Piquet ancora una volta lento in partenza, con il brasiliano retrocesso in quarta posizione ma bravo a risalire nuovamente in seconda dopo aver sopravanzato Tereschenko e Binder.

Piquet si è portato così a due secondi da Nissany quando la safety car è intervenuta in circuito ma ha perso il terzo gradino del podio nelle battute finali cedendo alla pressione di Kanamaru.

Intensa la lotta tra Tereschenko e Isaakyan per il quinto posto con il primo che, dopo aver preceduto il rivale in pista, si è visto comminare una sanzione di 5’’ per aver tratto vantaggio in uscita dalla Roggia nelle battute iniziali.

Isaakyan ha concluso in sesta posizione precedendo Mason e Cipriani, con quest’ultimo punito per un errore al pit stop.

Prossimo articolo Formula V8 3.5
Il Team Barone Rampante a Spa-Francorchamps con una sola vettura

Articolo precedente

Il Team Barone Rampante a Spa-Francorchamps con una sola vettura

Prossimo Articolo

Binder ed Orudzhev si dividono i successi ad Austin

Binder ed Orudzhev si dividono i successi ad Austin
Carica commenti