Panis gioca di strategia e conquista il successo in Gara 2

Il francese sceglie di effettuare nelle prime tornate il pit stop obbligatorio e centra una vittoria inaspettata. Alle sue spalle chiude Dillmann che allunga ancora in campionato mentre Isaakyan completa il podio. Bonanomi decimo.

Aurelien Panis non era certamente tra i protagonisti attesi per il secondo round del weekend al Red Bull Ring, ma il pilota francese del team Arden è stato bravo a ribaltare i pronostici ed a centrare una meritata vittoria in Gara 2 grazie ad una strategia rischiosa ma redditizia.

In partenza il poleman Isaakyan è scattato perfettamente dalla prima casella seguito da Deletraz in difficoltà nel contenere gli attacchi di Vaxiviere. Il francese ha tentato in ogni modo di sopravanzare il pilota del team Fortec ma non è mai riuscito a mettere il muso della propria vettura davanti a quella dello svizzero.

La gara ha vissuto un andamento lineare sino al quinto giro quando la safety car è stata mandata in pista per consentire ai commissari di rimuovere la vettura di Cipriani rimasta insabbiata.

Al restart le posizioni sono rimaste invariate nonostante si sia assistito ad una intensa lotta tra Dillmann e Nissany per la conquista della quinta posizione.

All'ottavo giro è inziato il turno dei pit obbligatori ed i primi piloti ad entrare in corsia box sono stati Panis e Nissany. La mossa del francese si è rilevata alla fine vincente.

Il resto dei rivali hanno ritardato la sosta con Vaxiviere entrato al giro 13, seguto un giro dopo sa Isaakyan ed imitato due tornate più tardi da Dillmann e Orudzhev.

Effettuate tutte le soste la classifica iniziale è stata completamente scombussolata ed in testa si è trovato Panis, seguito da Dilmman e da Isaakyan. Il francese del team Arden ha mantenuto agevolmente il comando delle operazioni potendo vantare un margine di oltre due secondi su Dillmann ed alla fine ha tagliato il traguardo con sei decimi di vantaggio sul leader del campionato e oltre quattro secondi sul poleman Isaakyan.

Quarto posto conclusivo per Louis Deletraz, apparso non propriamente a suo agio nel secondo appuntamento del weekend e costantemente pressato nella seconda metà di gara da Orudzhev, quinto al termine.

Matthieu Vaxiviere si è dovuto accontentare della sesta posizione precedendo Alfonso Celis Jr e Vitor Baptista, mentre Beitske Visser ha chiuso in nona posizione davanti a Marco Bonanomi ancora una volta protagonista di una gara solida.

Da segnalare la conclusione fuori dalla top ten di Nissany entrato in contatto al diciannovesimo giro con Kanamaru e costretto ad una sosta ulteriore per sostituire l'alettone anteriore danneggiato.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula V8 3.5
Evento Spielberg
Circuito Red Bull Ring
Piloti Tom Dillmann , Aurélien Panis , Matevos Isaakyan
Team Arden International
Articolo di tipo Gara