Zak Brown: "Carey porterà al successo la F.1 sulle piattaforme digitali"

Zak Brown, guru del marketing nel Motorrsport, pensa che l F.1 possa diventare un leader del mercato nelle tecnologie dei media grazie al nuovo boss del Circus iridato, Chase Carey.

Il guru del marketing Zak Brown, che ha annunciato da poco le sue dimissioni dal ruolo di amministratore delegato del gruppo CSM Sport dopo le speculazioni che lo vedrebbero prendere un ruolo commerciale nel progetto dei nuovi proprietari della F.1, ovvero Liberty Media, ritiene che vi siano grandi margini di miglioramento riguardo lo sviluppo sul campo digitale e social della classe regina delle ruote scoperte del Motorsport.

"Se penso alla F.1 tra cinque anni mi immagino uno sport molto sano e impegnato a interagire con gli appassionati. In quel modo arriveranno più sponsor, anhe in grado di parlare con i tifosi, e team più sani economicamente", ha affermato Brown.

"Credo che la F.1 sia attualmente un buon prodotto, le corse sono belle. In cinque anni penso che la categoria possa divenire ancora più dinamica e all'avanguardia per quanto riguarda tecnologia e media".

Anche se punta a un ruolo di rilievo con Liberty Media, Brown continuerà il suo coinvolgimento con CSM come presidente del consiglio consultivo e presidente non esecutivo di JMI, che è stata acquisita da CSM. Egli è inoltre il presidente non esecutivo di Motorsport.com.

Brown ritiene che Carey porterà una nuova dimensione alla capacità della F.1 di elargire il proprio prodotto ai fan in una maniera certamente più coinvolgente di quella attuale.

"Chase si potrebbe descrivere come uno dei più importanti esperti di comunicazione sportiva globale", ha aggiunto Brown. "Alla fine, la F.1 è uno sport globale e lui ha una grande esperienza riguardo diverse discipline sportive in tutto il mondo. E la sua esperienza non è solo in TV, ma anche sulle piattaforme digitali".

"Penso che i tifosi vedranno un grande cambiamento e sarà molto positivo. I fan seguono il loro sport in tanti modi e tutti differenti. Le piattaforme digitali e i social sono un elemento molto importante ma sappiamo che è uno dei punti deboli della F.1".

"Ottenere risultati sulle piattaforme digitali e i social è uno dei punti principali sulla lista di Chase. Non credo ci sia una persona più indicata per guidare una transizione così importante".

Brown ritiene inoltre che la nuova proprietà non stravolgerà quanto fatto sino a ora, almeno nei mesi successivi all'acquisizione della F.1.

"Penso che i nuovi proprietari hanno avuto modo di conoscere l'ambiente e che abbiano idee, ma non credo che vedremo cambiamenti radicali in breve tempo. Ma, nel corso del tempo, non rimarrà tutto uguale. Vedremo l'impronta del loro lavoro nell'accezione più positiva di questo termine".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Intervista