Wolff: "Un vero affare aver rinnovato con Nico. Punteremo in alto assieme"

condivisioni
commenti
Wolff:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
22 lug 2016, 09:37

Toto Wolff ha parlato del rinnovo del contratto di Nico Rosberg, avvenuto questo martedì a Budapest e ufficializzato questa mattina. "La volontà è sempre stata continuare assieme e assieme continueremo a puntare in alto".

Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 e Toto Wolff, Azionista e Direttore Esecutivo Mercedes AMG F1
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 accordo per le stagioni 2017 e 2018
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1, firma autografi ai fan
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1, firma autografi ai fan

Questa mattina la Mercedes ha finalmente posto fine a tutte le illazioni riguardanti il futuro di Nico Rosberg, rinnovando il contratto del tedesco per le prossime due stagioni.

Poco dopo la firma del contratto, avvenuta a Budapest nella notte di martedì, il boss della sezione sportiva Mercedes Toto Wolff ha voluto fare alcune precisazioni riguardo il volere della casa tedesca nei confronti del pilota che vive a Monte-Carlo.

"Siamo ovviamente molto contenti di aver rinnovato il contratto di Rosberg", ha afferato Wolff. "Ci siamo presi un paio di settimane per parlare tra noi e la volontà di continuare assieme è sempre stata chiara".

"Nico per noi è un vero affare e aver firmato il contratto è l'unica cosa che conta. Ora andremo avanti assieme per puntare in alto".

Anche Nico Rosberg ha voluto rilasciare alcune dichiarazioni dopo aver firmato il rinnovo con la casa di Stoccarda: "E' un momento molto speciale per me, naturalmente. Non vedo l'ora di guardare al futuro. Sono molto grato in particolare a Toto Wolff, Niki Lauda e Dieter Zetsche, ma anche a tutti gli altri per il loro sostegno".

Prossimo articolo Formula 1
La Mercedes ufficializza il rinnovo di Nico Rosberg

Articolo precedente

La Mercedes ufficializza il rinnovo di Nico Rosberg

Prossimo Articolo

Hungaroring, Libere 1: le Mercedes fanno il vuoto. Poi le due Ferrari

Hungaroring, Libere 1: le Mercedes fanno il vuoto. Poi le due Ferrari
Carica commenti