Wolff: "Un 4° motore per Lewis? Forse non sarà necessario"

Il team principal della Mercedes ha spiegato come, con tutta probabilità, il sette volte campione del mondo potrà concludere la stagione utilizzando i 3 motori previsti senza incorrere così in penalità.

Wolff: "Un 4° motore per Lewis? Forse non sarà necessario"

I team di Formula 1 stanno per iniziare l’ultimo terzo della stagione 2021 e sono pronte a subire possibili sanzioni a seguito di eventuali sostituzioni della power unit fuori dalle tre consentite.

La Red Bull ha già confermato come Max Verstappen dovrà adottare una quarta unità come conseguenza dell’incidente avvenuto a Silverstone con Lewis Hamilton, ma il team di Milton Keynes aspetterà di effettuare questa sostituzione su una pista che potrà consentire agevolmente a Max di rimontare posizioni.

Mercedes ha scelto di adottare la quarta power unit sulla monoposto di Bottas a Monza e questo ha comportato per il finlandese l’obbligo di scattare dal fondo della griglia nella gara della domenica nonostante la vittoria nella Sprint Qualifying al sabato.

Per quel che riguarda invece Lewis Hamilton non è stata presa alcuna decisone definitiva ed a sottolinearlo è stato Toto Wolff.

“Non abbiamo l’obbligo assoluto di passare ad una quarta power unit visto che quella attuale è ancora ampiamente entro il limite di chilometraggio. È una decisione che potrà essere presa in qualunque momento, ma al momento non ci sembra necessario”.

“Questo significa che utilizzeremo solo tre motori quest’anno? Non lo so. Tutto dipende da come andranno le prossime gare”.

In occasione dello scorso weekend di Monza, Wolff ha poi parlato ai micofoni di Sky Sport della lotta iridata tra Verstappen ed Hamilton sottolineando quanto quest’anno un ritiro possa avere un peso notevole.

“Con la differenza di punti che c’è tra un primo ed un secondo posto, oltre al punto supplementare messo in palio per il giro più veloce, se uno dei due dovesse subire un ritiro avrebbe bisogno di quattro gare per recuperare il gap”.

“Questo è brutale perché chi è davanti in classifica si può permettere di finire quattro volte sul secondo gradino del podio. Per questo motivo bisogna giocare davvero sul sicuro senza, però, rinunciare le prestazioni”.

Interrogato in merito, Lewis Hamilton ha smentito qualunque voce di cambio motore: “Al momento ho ancora due power unit disponibili e non è previsto che io debba una quarta. Almeno questo è quello che spero!”.

condivisioni
commenti
TOP 10 Schumacher: Quali momenti lo hanno reso così grande?

Articolo precedente

TOP 10 Schumacher: Quali momenti lo hanno reso così grande?

Prossimo Articolo

Hill: "Il crash di Monza? Max non ha avuto self control"

Hill: "Il crash di Monza? Max non ha avuto self control"
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021