Wolff: "Sulle qualifiche a eliminazione eravamo tutti d'accordo!"

condivisioni
commenti
Wolff:
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
01 mar 2016, 16:11

Il team proncipal della Mercedes sconfessa il presidente della Ferrari, Sergio Marchionne, sulle nuove qualifiche. Toto Wolff è ottimista e considera questi test invernali i migliori dal 2014, ma non vuole correre troppo avanti.

Toto Wolff, Mercedes AMG F1 Shareholder and Executive Director with the media
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W07
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 su un hoverboard nel paddock con il cane Roscoe e Coco
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 Team W07
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 Team W07

Sergio Marchionne a Ginevra si è dichiarato contro le qualifiche con lo shoot out, sostenendo che il tema andrà nuovamente approfondito. Non è dello stesso parere Toto Wolff, team principal della Mercedes.

“La proposta relativa alle modifiche del sistema di qualificazione è arrivata dal promotore – ha rivelato Toto Wolff – e tutte le squadre presenti nella commissione di Formula 1 hanno votato a favore. Per noi come Mercedes non è stato un problema, perché il nuovo sistema non ha impatti sui valori tecnici in campo. Se il promotore crede che sia un elemento migliorativo a noi va bene. Poi ho sentito che ci sono stati dei problemi di tempo legati all’aggiornamento del software di gestione, e che il tutto è stato rimandato”.

Il capo del team di Brackley è particolarmente soddisfatto del lavoro che viene svolto nei test...
“Se consideriamo i riscontri dei test pre-campionati dal 2014 al 2016 – ha spiegato Toto  – quelli di quest’anno sono indubbiamente i migliori. In parte credo sia dovuto alla stabilità regolamentare che ci ha fatto crescere stagione dopo stagione, ma c’è anche ovviamente l’ottimo lavoro fatto da tutta la squadra”.

Il chilometraggio da endurance coperto finora dalla Mercedes non mette comunque Wolff al sicuro in vista delle trasferta di Melbourne. Sarà pretattica?
“A volte si completano dei test invernali perfetti e poi alla prima gara arrivano i problemi, quindi meglio non correre troppo”, ha commentato Wolff offrendo quasi un assist alla Ferrari che invece qualche problema di affidabilità lo ha avuto.

“Ma quando si muovono i primi passi con una vettura nuova ci può stare – ha concluso – e soprattutto le prime volte che ci si spinge al limite ci può essere qualche cedimento. I test servono anche ad identificare questi problemi”.

Prossimo articolo Formula 1
McLaren: la scheda tecnica della MP4-31

Articolo precedente

McLaren: la scheda tecnica della MP4-31

Prossimo Articolo

Arrivabene: "Impressionato dal tempo di Kimi con le soft"

Arrivabene: "Impressionato dal tempo di Kimi con le soft"
Carica commenti