Wolff: "Ordini di scuderia? La Ferrari è tornata forte, dobbiamo essere prudenti"

condivisioni
commenti
Wolff:
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
21 ott 2018, 10:19

Il team principal della Mercedes non è sorpreso dalla ritrovata competitività delle Rosse, quindi apre la porta anche ad un eventuale ordine per aiutare Hamilton a vincere il titolo oggi ad Austin.

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09 EQ Power+
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09
Il poleman Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, il secondo qualificato Sebastian Vettel, Ferrari, il terzo qualificato Kimi Raikkonen, Ferrari,
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W09 EQ Power+ e Fernando Alonso, McLaren MCL33
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09 EQ Power+, festeggia dopo aver conquistato la Pole Position
Il poleman Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, festeggia nel parco chiuso

Toto Wolff non si è dichiarato sorpreso dal ritorno al vertice della Ferrari, facendo intendere di essere stato più stupito dal calo di performance riscontrato nelle gare precedenti. Il team principal della Mercedes ha sottolineato i punti di forza della SF71H, e non ha nascosto di temere particolarmente le due ‘rosse’ nella gara che scatterà oggi.

"Hanno un’ottima velocità sui rettilinei – ha spiegato Wolff – non ho idea se abbiano scelto una soluzione con meno carico aerodinamico rispetto a noi, ma si sono confermati molto competitivi sul dritto ed hanno recuperato bene nell’ultimo settore, un tratto della pista in cui credo che Lewis abbia fatto la differenza. Abbiamo visto una Ferrari forte in tutta la stagione, e non sono vedo niente di sorprendente analizzando i riscontri delle qualifiche".

Il ritorno delle due Ferrari ad un buon stato di forma ha irrigidito nuovamente Wolff sul fronte degli ordini di squadra. "Non posso dire ora cosa faremo – ha spiegato – alcuni media ci descrivono già con le mani sul Mondiale, ma la Ferrari è tornata forte e dobbiamo essere prudenti. Mi piacerebbe mantenere tutte le opzioni aperte nella gara di oggi, e poi decidere cosa è meglio per noi strada facendo. Valtteri non ha nulla da perdere, ma mi aspetto un Kimi molto agguerrito nelle fasi iniziali, visto che scatterà con le ultrasoft. Sarà sicuramente una minaccia, soprattutto nel primo giro".

Wolff ha infine commentato la penalità inflitta dal collegio dei Commissari Sportivi a Sebastian Vettel, sanzione che ha tolto un po' di pepe alla vigilia della gara di oggi: "I commissari fanno un lavoro complesso e duro, visto che ci sono delle regole fissate dalle quali non si può mai prescindere. Una di queste fissa il limite di velocità da non superare in caso di bandiera rossa, e se non lo fai, sei penalizzato. Non credo che i Commissari in questi frangenti avviano margine di manovra nel loro processo decisionale. Ovviamente dal punto di vista di appassionato mi piacerebbe vedere proseguire ruota i due contendenti per il Mondiale, ma se ci sono dei regolamenti vanno applicati".

Prossimo Articolo
Ferrari: un passo indietro per tornare a lottare con la Mercedes

Articolo precedente

Ferrari: un passo indietro per tornare a lottare con la Mercedes

Prossimo Articolo

Force India: una nuova factory e arriveranno cento dipendenti in più

Force India: una nuova factory e arriveranno cento dipendenti in più
Carica commenti