Wolff: "L'ordine di scuderia? Infelice, ma dovevamo proteggere Hamilton da Vettel"

condivisioni
commenti
Wolff:
Jonathan Noble
Di: Jonathan Noble
30 set 2018, 15:02

Il team principal della Mercedes è intervenuto sull'ordine che ha privato Bottas di una vittoria meritata. Secondo Wolff in situazioni del genere bisogna essere realisti e cercare di portare a casa il maggior numero di punti.

James Allison, Direttore tecnico Mercedes AMG F1, Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 e Sebastian Vettel, Ferrari, sul podio
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, sul podio, con lo champagne
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, festeggia nel parco chiuso
Podio: il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, e il secondo classificato Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1, si congratula con il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W09 precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W09 precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09 e Sebastian Vettel, Ferrari SF71H

Per spiegare le motivazioni dello scambio di posizioni tra Bottas e Hamilton, Toto Wolff ha affermato come la Mercedes abbia dovuto affrontare uno scenario che non era stato previsto prima della partenza del Gran Premio di Russia.

Dopo aver conquistato la pole ed essersi portato subito al comando della gara, il team campione del mondo ha ordinato a Valtteri Bottas di far passare il compagno di team dopo la sosta. Questo perché la Mercedes temeva la rimonta di Vettel nei confronti dell’inglese.

Ai microfoni di Sky Sport F1, Toto Wolff ha spiegato come non sia stato felice di prendere una decisione simile ed ha affermato inoltre come il team debba riflettere su una situazione che non era stata prevista nel corso del briefing precedente alla partenza della gara.

“Vuoi sempre controllare tutto e ci sono milioni di scenari dei quali abbiamo discusso al mattino. Purtroppo in gara ne è apparso uno differente”.

“Dopo questa gara dobbiamo tornare a casa per comprendere cosa ci abbia insegnato una giornata come questa”.

Leggi anche:

Wolff ha poi affermato di aver imposto l’ordine di scuderia controvoglia, ma ha evidenziato come il team abbia preferito far conquistare ad Hamilton quanti più punti possibili.

“Siamo tutti piloti e vogliamo tutti che vinca il pilota più veloce in pista. Tuttavia dobbiamo anche essere razionali. Abbiamo discusso durante il briefing del mattino ed in gara è accaduta una cosa differente. Dovremmo essere al settimo cielo per aver realizzato una doppietta, ma ci sentiamo come se avessimo giocato contro Valtteri. Avrebbe meritato la vittoria”.

Il manager della Mercedes ha poi aggiunto: “E’ una situazione che non rende felice né il pilota né il team, ma dobbiamo essere realisti. Oggi avevamo la possibilità di aumentare il vantaggio in classifica piloti di sette punti. La lotta per il campionato è sempre molto dura, possono arrivare momenti difficili e devi cercare di conquistare sempre il maggior numero di punti ed è quello che abbiamo fatto oggi”.

Wolff, infine, ha affermato come l’ordine di scuderia sia stato imposto a causa della presenza di blister sulle gomme di Hamilton nato dopo aver forzato il sorpasso su Vettel.

“Abbiamo effettuato la sosta di Lewis un giro in ritardo ed ha perso la posizione su Sebastian. E’ stato costretto ad attaccare per superare e questo ha provocato il blister. Dovevamo proteggere Lewis dalla pressione di Seb”.

Prossimo articolo Formula 1
Bottas: "E' difficile da accettare, però capisco le ragioni della Mercedes"

Articolo precedente

Bottas: "E' difficile da accettare, però capisco le ragioni della Mercedes"

Prossimo Articolo

Brivido per Gasly, un detrito lo ha colpito sulla visiera: "Pensavo mi finisse nell'occhio!"

Brivido per Gasly, un detrito lo ha colpito sulla visiera: "Pensavo mi finisse nell'occhio!"
Carica commenti