Wolff: "La rivalità tra Vettel e Leclerc può avere un'escalation"

La dinamica che si è creata tra Charles Leclerc e Sebastian Vettel ha il potenziale per creare una rivalità all'interno della Ferrari: è questa la convinzione del team principal rivale, Toto Wolff.

Wolff: "La rivalità tra Vettel e Leclerc può avere un'escalation"

Vettel ha vinto il Gran Premio di Singapore rientrando ai box un giro prima rispetto a Leclerc, che in quel momento era al comando della corsa. Cosa che è andata contro la solita politica della Ferrari, che è di fermare prima la vettura più avanti in classifica.

Leclerc ha più volte ribadito il suo disappunto per l'accaduto via radio, ma poi si è calmato dopo la gara, anche se Vettel dopo la gara si è lasciato scappare un: "sarebbe sbagliato pensare di poter essere più grande di questa squadra".

Ora in casa Mercedes c'è un rapporto molto sereno tra Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, ma anche nella squadra di Brackley c'era stata un po' di animosità tra il 2014 ed il 2016 quando il pilota britannico si è giocato il Mondiale con Nico Rosberg.

Leggi anche:

Wolff ha dichiarato: "Penso che avere due piloti alfa, sempre in compezione per la posizione, abbia il potenziale per creare un'escalation nella rivalità all'interno della squadra".

"Lo abbiamo vissuto anche noi e penso che oggi come squadra siamo molto più forti, con una filosofia chiara".

"La cosa positiva è che Leclerc e Vettel continuano a prendersi punti a vicenda, questo è un vantaggio, ma non voglio guardare ai punti in questa fase".

"Si tratta di ottimizzare il pacchetto che hai a disposizione, vincere le gare e fare il massimo. E noi non l'abbiamo fatto a Singapore".

Il quattro volte campione del mondo Vettel ha iniziato la stagione da pilota di punta della Ferrari, ma il 21enne Leclerc ha conquistato cinque pole position e due vittorie nel suo primo anno in squadra e al momento è quattro punti avanti in campionato.

In realtà, tra i due piloti non c'è stato alcun problema a Singapore e Lecler era arrabbiato soprattutto per la comunicazione sulla strategia che aveva avuto con la squadra.

Quando gli è stato domandato cosa pensa della comunicazione all'interno della Ferrari, Leclerc ha dichiarato: "Il livello a cui parliamo all'interno del team è molto buono. Poi ci potranno essere sempre delle situazioni di cui non hai parlato, altrimenti i meeting durerebbero otto ore e sono già molto lunghi così!".

 

Vettel ha aggiunto: "Ovviamente proviamo a parlare di tutti gli scenari possibili, cosa può succedere in gara e così via. Penso che la nostra sia una squadra eccezionale e la squadra è al primo posto. Ma penso che ne siamo consapevoli tutti".

La sosta anticipata di Vettel a Singapore è stata una reazione a quella della Red Bull di Verstappen, che era in quarta posizione, inoltre poteva anche permettere al ferrarista di guadagnare la seconda posizione ai danni di Hamilton.

"Non appena ho ricevuto la chiamata ai box, ho cercato di spingere il più possibile, perché sapevo che dietro di me c'era Max che voleva prendermi la posizione" ha detto Vettel.

"Sapevo che era un momento cruciale per la mia gara, per cercare di saltare davanti a Lewis".

"Dopo di che mi sono ritrovato in testa e da lì ho provato a controllare il ritmo, provando a sorpassare quando ero nel traffico per controllare la gara fino alla fine".

condivisioni
commenti
Todt non vede candidati "solidi" per un nuovo team di F1

Articolo precedente

Todt non vede candidati "solidi" per un nuovo team di F1

Prossimo Articolo

Ferrari: il "ragno" cambia, nuovo simulatore

Ferrari: il "ragno" cambia, nuovo simulatore
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021