Wolff: "Ferrari temibile, vedremo in Ungheria se siamo i migliori"

condivisioni
commenti
Wolff:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
17 lug 2017, 10:43

Il direttore di Mercedes Motorsport è categorico: "A Silverstone la Mercedes è sembrata quella delle ultime due stagioni, ma sappiamo che non è così. La Ferrari va molto forte, oggi è stata molto sfortunata". L'austriaco teme la Rossa in Ungheria.

Second place Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1, Race winner Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, congratu
Race winner Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, celebrates victory with the fans
Niki Lauda, Presidente Non Esecutivo Mercedes AMG F1 e Toto Wolff, Direttore del Motorsport Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08
Toto Wolff, Mercedes AMG F1 Director of Motorsport

La doppietta Mercedes colta ieri a Silverstone ha riportato tutti indietro di 12 mesi, quando le frecce d'argento erano le assolute dominatrici del Mondiale di F.1 e Hamilton e Rosberg erano intenti a lottare per il titolo dedicato ai piloti.

Un uno-due senza storia, aiutato sì dalle sventure con le gomme della Ferrari, ma la superiorità delle W08 è stata netta sin dai primi due turni di prove libere del venerdì. Vettel e Raikkonen non hanno potuto fare altro che limare di qualche decimo il gap con le sue monoposto di Brackley, rimaste però imprendibili sino alla bandiera a scacchi esposta ieri pomeriggio che ha sancito il termine del Gran Premio di Gran Bretagna.

A spegnere i comprensibili entusiasmi dei tifosi della Mercedes è stato Toto Wolff. Il boss di Mercedes Motorsport ha subito riportato tutti con i piedi per terra, perché le W08 Hybrid hanno centrato il risultato sperato su una delle piste a loro più favorevoli.

"A Silverstone la Mercedes è sembrata quella delle ultime due stagioni, ma sappiamo che non è così. La Ferrari va molto forte, oggi è stata molto sfortunata. Dobbiamo rimanere con i piedi per terra e lavorare tutti i giorni. In questo modo potremmo riuscire a chiudere bene i prossimi fine settimana come abbiamo fatto in questo".

"Se abbiamo ora la macchina migliore? Vorrei fosse così, ma nel momento in cui lo dici potresti andare a correre la prossima gara e prendere degli schiaffi in faccia. La nostra è una monoposto difficile da mettere a punto. Siamo diventati più bravi a lavorarci sopra, ma è stato un grande sforzo di squadra in combinazione con le gomme".

La vera prova del nove per le vetture argentate avverrà tra due settimane, quando la Formula 1 sarà impegnata nell'11esimo appuntamento del Mondiale sulla pista di Budapest, l'Hungaroring. "Prima di parlare vorrei vedere come andrà la W08 Hybrid a Budapest. Ci saranno velocità basse e temperature elevate. In quel fine settimana avremo un quadro più completo della situazione".

Prossimo Articolo
Alonso spera che la McLaren scelga presto il motore per il 2018

Articolo precedente

Alonso spera che la McLaren scelga presto il motore per il 2018

Prossimo Articolo

La Renault smentisce i rumors sulla sostituzione di Palmer

La Renault smentisce i rumors sulla sostituzione di Palmer
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Gran Bretagna
Sotto-evento Domenica, post-gara
Location Silverstone
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Intervista