Formula 1
25 set
FP1 in
06 Ore
:
32 Minuti
:
44 Secondi
G
GP dell'Eifel
09 ott
Prossimo evento tra
13 giorni
G
GP del Portogallo
23 ott
Prossimo evento tra
27 giorni
G
GP di Turchia
13 nov
Prossimo evento tra
48 giorni
04 dic
Prossimo evento tra
69 giorni
G
GP di Abu Dhabi
11 dic

Wolff: "Il Patto della Concordia porterà un cambiamento enorme"

condivisioni
commenti
Wolff: "Il Patto della Concordia porterà un cambiamento enorme"
Di:

Il boss di Mercedes Motorsport parla del Patto della Concordia 2021-2025 appena firmato da tutti i team.

Il Patto della Concordia, che ha delineato gli accordi commerciali tra i team e lo schieramento delle prossime 5 stagioni di Formula 1, è stato firmato poco meno di 10 giorni fa da tutti i team.

La firma da parte di tutte le squadre, sino a pochi giorni prima del trovato accordo, era messa in discussione in particolar modo da Mercedes. Il team di Brackley, tramite le parole del suo boss. Toto Wolff, aveva fatto sapere di non essere soddisfatta delle condizioni discusse sino a quel momento.

In pochi giorni lo scenario è mutato completamente, con la Mercedes stesa che ha deciso di firmare a sua volta il nuovo Patto della Concordia 2021-2025 e Wolff a sottolineare come l'intenzione della Casa tedesca fosse quella di rimanere in Formula 1 anche negli anni a venire.

"Mercedes ha sempre detto di voler rimanere in F1, quindi il fatto che abbiamo firmato l'accordo non è poi così sorprendente. Siamo però felici di aver potuto portare le trattative a una conclusione positiva", ha confermato Wolff.

"Siamo impegnati nel nostro sport e attendiamo con ansia i prossimi anni che vedranno il più grosso cambiamento che la Formula 1 abbia mai visto. Questo premierà le squadre brave a mutare, che potranno adattarsi con successo alle richieste delle nuove regole".

Grazie al nuovo Patto della Concordia, le squadre riceveranno una quota più equa riguardo i premi in denaro derivanti dalla F1 nel tentativo di rendere più sostenibile ed equilibrato il mondiale di punta a 4 ruote della FIA.

Mercedes era preoccupata di non riuscire a ottenere abbastanza dopo aver visto Ferrari e Red Bull riuscire a mantenere status privilegiati. Poi però è stato lo stesso Wolff ad ammettere di aver avuto discussioni molto costruttive con l'amministratore delegato di Liberty Media, Chase Carey. Quella, dunque, è stata una delle chiavi di volta...

Il grande libro della Formula 1 di Dal Monte e Zapelloni

Articolo precedente

Il grande libro della Formula 1 di Dal Monte e Zapelloni

Prossimo Articolo

Marko con Albon: "I numeri non dicono quanto bene stia facendo"

Marko con Albon: "I numeri non dicono quanto bene stia facendo"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Autore Giacomo Rauli