Wolff: "Il motore Ferrari è il più potente, ma non ha più fatto la differenza"

condivisioni
commenti
Wolff:
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
08 ott 2018, 07:51

Toto Wolff, direttore di Mercedes Motorsport, vuole che il team della Stella sia concentrato sul proprio box, ma parla della power unit Ferrari: “Il motore Ferrari è ancora il punto di riferimento. Ma nelle ultime gare non ha fatto la differenza e non capisco perché...".

Toto Wolff, Direttore Esecutivo (Business), Mercedes AMG
Ferrari SF71H, dettaglio del motore
Logo Mercedes su un cofano motore
Motore della Mercedes AMG F1 W09

La Ferrari ha perso potenza dopo che la FIA ha montato il secondo sensore sulla batteria? Gli uomini del Cavallino hanno sempre detto di no, ma adesso la conferma arriva anche dall'avversario, vale a dire da Toto Wolff

Il direttore di Mercedes Motorsport a Suzuka non se la sente di festeggiare, preferisce che prima arrivi la conferma matematica del quinto titolo, per cui ci tiene a sottolineare come l’occhio del suo team sia totalmente focalizzato all’interno del proprio box, e non in quello di fianco della Ferrari.

Leggi anche:

“Quello che stiamo cercando di fare è restare concentrati sul nostro lavoro – ha sottolineato Toto – la Ferrari ha avuto un weekend molto competitivo a Spa, e allo stesso tempo noi non ci siamo comportati come ci aspettavamo. Abbiamo reagito, e continuiamo a lavorare. Nessuno di noi si concentra su cosa fa la Ferrari, anche se ovviamente vediamo i risultati che arrivano dalla pista”.

Wolff, però, poi ha confermato di ritenere la power unit Ferrari ancora il riferimento tecnico del paddock:
“Stiamo ancora vedendo un motore Ferrari molto potente, è chiaramente ancora il punto di riferimento. Ma nelle ultime gare non è stato un elemento che ha fatto la differenza come nella prima parte di stagione, e onestamente non so perché".

"Posso dire che non con il nostro motore Spec 3 abbiamo fatto dei passi avanti, che hanno aggiunto qualcosa alla performance generale”.

Prossimo articolo Formula 1
Hamilton: "Non è solo una battaglia tecnica, ma anche una guerra psicologica"

Articolo precedente

Hamilton: "Non è solo una battaglia tecnica, ma anche una guerra psicologica"

Prossimo Articolo

Vettel: "Voglio parlare dell'incidente con Verstappen in privato"

Vettel: "Voglio parlare dell'incidente con Verstappen in privato"
Carica commenti