Wolff: "59 punti sono tanti, ma non abbasseremo la guardia"

condivisioni
commenti
Wolff: "59 punti sono tanti, ma non abbasseremo la guardia"
Di:
9 ott 2017, 08:40

La Mercedes sembra avere in pugno il quarto titolo consecutivo, ma Toto Wolff non ammette cali di tensione, anche perché vuole sfruttare le ultime quattro gare per continuare a capire meglio la "diva" W08.

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1,indossa l'anello del vincitore della Indy 500 dell'intervistatore Takuma Sato
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08
Toto Wolff, Direttore Esecutivo Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08, Max Verstappen, Red Bull Racing RB13
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, fa il Mobot sul podio
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08
Toto Wolff, Direttore del Motorsport Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08

Toto Wolff fa il pompiere. La Mercedes ha lasciato Suzuka con una situazione di classifica decisamente migliore delle aspettative che avevano preceduto la trasferta asiatica. Se non ci saranno imprevisti, a Lewis Hamilton non sarà più necessario salire sul podio per assicurarsi il suo quarto titolo mondiale. Ma Wolff non vuole cali di tensione, e soprattutto punta ad utilizzare le ultime quattro gare ancora in calendario per poter raccogliere tutte le informazioni su una monoposto che continua a chiamare ‘Diva’.

"Ci sono aspetti che dopo sedici Gran Premi dobbiamo ancora capire – ha esordito Wolff – è stato incoraggiante vedere che con le supersoft a Suzuka in gara eravamo la monoposto più veloce, ma non sappiamo il perché. Solitamente con il caldo soffriamo molto di più, ma non possiamo neanche contare che qualcuno dall’alto ci mandi sempre nuvole e freddo".

A distanza di sette giorni dal Gran Premio di Malesia, Hamilton è riuscito a tenere a bada quel Verstappen che a Sepang ne aveva di più. "Abbiamo analizzato molto quanto è accaduto in Malesia – ha confermato Wolff – dopo la gara è stato deciso di cambiare il setup della monoposto, e appena arrivati a Suzuka abbiamo visto che centravamo la finestra di utilizzo degli pneumatici. Ovviamente è stato fatto anche un lavoro di adattamento al tracciato, che ha un layout ed un asfalto differente, ma comunque tutte le scelte sono andate nella giusta direzione".

"Guardando la classifica di campionato la prima sensazione per noi è decisamente positiva, ma non cambieremo nulla. Cinquantanove punti di vantaggio sono tanti se tutto procede senza sorprese. Ma sappiamo quanto terreno ha perso Sebastian in pochissimo tempo, in questo sport c’è sempre un aspetto di imprevedibilità che non ti consente di abbassare la guardia".

Wolff ha infine lanciato una carezza alla Ferrari e…una frecciata alla Red Bull: "La crescita tecnica confermata dalla Ferrari dal 2016 al 2017 è stata eccezionale. Uno sviluppo impressionante, e forse il momento attuale fa parte di questa crescita. Anche noi abbiamo avuto in passato momenti difficili con i nostri piloti, e credo di sapere come ci si sente in questi casi".

"In quanto alla Red Bull, sento sempre ripetere che non hanno a disposizione la modalità ‘qualifica’ della loro power unit. Personalmente credo che quando si progetta un motore si cerca di tenere ben presente a cosa dovrà servire, considerando la gara ma anche la qualifica. Mi sembra una semplificazione dire che è solo una questione di cavalli, così come sottolineare che quel telaio è il migliore di tutti. Credo che sia tutto molto più complesso…" ha concluso.

Prossimo Articolo
Kimi: "Le Ferrari vanno bene ma domenica accade qualcosa di inatteso"

Articolo precedente

Kimi: "Le Ferrari vanno bene ma domenica accade qualcosa di inatteso"

Prossimo Articolo

Grosjean accusa Hamilton davanti a Whiting: "Si può slacciare le cinture?"

Grosjean accusa Hamilton davanti a Whiting: "Si può slacciare le cinture?"
Carica commenti