Williams: Latifi vede la conferma. Capito: "Migliora di continuo"

Jost Capito, boss della Williams, apre letteralmente le porte al rinnovo di Nicholas Latifi. Il canadese convince la squadra a suon di risultati, ma anche per le relazioni con il team e la capacità di migliorare gara dopo gara.

Williams: Latifi vede la conferma. Capito: "Migliora di continuo"

A poche ore dal rinnovo di Sergio Perez con la Red Bull, il mercato piloti per il 2022 si è ulteriormente incendiato. La mossa della Red Bull porterà all'inevitabile conferma di Pierre Gasly in AlphaTauri. Ma, proprio questo pomeriggio, sono arrivate conferme importanti anche per quanto riguarda il futuro della Williams.

Se la posizione di George Russell rimane in bilico, in attesa di capire se passerà in Mercedes il prossimo anno accanto a Lewis Hamilton prendendo il posto di Valtteri Bottas, sembra essere sempre più sicura la permanenza a Grove di Nicholas Latifi.

Il pilota canadese, complici una serie di prestazioni di ottimo livello e reduce dai primi punti della stagione colti il mese scorso in Ungheria, ha potuto vedere rinsaldato il suo posto in Williams grazie alle parole pronunciate oggi da Jost Capito, boss del team britannico.

"Non direi che sono rimasto impressionato, perché conosco le sue capacità. In Ungheria ha fatto una gara fantastica, ma ne ha fatte di fantastiche anche in passato. E' stato impressionante, ma io non sono rimasto impressionato".

"So bene cosa posso aspettarmi da lui e raramente fa errori. Quando lo segui, capisci che è capace di fare ciò che gli chiedono i suoi ingegneri. E' un ottimo pilota in gara e ha meritato il posto nel nostro team, sicuramente".

Recentemente, Latifi non ha nascosto l'ambizione di cogliere il testimone da Russell, ovvero diventare il pilota punto di riferimento del team a partire dalla prossima stagione. Anche Jost Capito la pensa come lui.

"Nicholas pensa di essere in grado di guidare il team se Russell dovesse lasciare? Sono d'accordo con lui. Penso che lui... forse non ancora adesso, ma stia migliorando davvero di gara in gara e sono sicuro che quando saremo a fine stagione, sarà pronto a farlo. Ha personalità ed è al posto giusto per guidare il team. E' molto chiaro nelle sue indicazioni, lavora molto bene con il team, con gli ingegneri".

"E' molto motivato e sa motivare. E' molto apprezzato dalla squadra ed è esigente. Quindi penso che abbia imparato molto da Russell, dato che lavorano molto assieme e passano molto tempo insieme, dentro e fuori la pista. E' un rapporto fantastico e sono sicuro che entro fine stagione Nicholas sarà in grado di guidare la squadra".

"Direi che tutto questo sembra portare Nicholas verso il rinnovo del contratto. Direi di sì", ha concluso Capito per ciò che riguarda la situazione di Latifi per la prossima stagione. Il manager tedesco, poi, ha anche affermato di non essere preoccupato dalla mancanza di certezze sul futuro di Russell.

"Per quanto riguarda la nostra situazione piloti non siamo preoccupati. Penso che Toto prenderà la decisione riguardo la coppia piloti Mercedes, prima o poi. Ma credo che lo farà preso".

"Il sedile Williams sembra essere tornato molto attraente, soprattutto per chi non ha ancora un sedile per la prossima stagione. Quando le scelte saranno fatte, potremo entrare in discussioni più dettagliate con i piloti".

condivisioni
commenti
LIVE Formula 1, Gran Premio del Belgio: Libere 2

Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio del Belgio: Libere 2

Prossimo Articolo

F1, Spa, Libere 2: Verstappen dà spettacolo e poi sbatte!

F1, Spa, Libere 2: Verstappen dà spettacolo e poi sbatte!
Carica commenti
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021
Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher" Prime

Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi commentano i voti stilati per il Gran Premio di Turchia. Tanti promossi e tante bocciature in un weekend in cui protagonista negativa è stata l'impulsività...

Formula 1
11 ott 2021