F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Williams: c'è un alettone posteriore molto scarico

La Williams è in cerca di rilancio in Canada: sulla FW38 c'è un'ala posteriore con i profili molto scarichi e le paratie laterali più cariche alla ricerca di un difficile compromesso aerodinamico.

Superate due gare difficili in Spagna e a Montecarlo, la Williams vuole riprendere il posto che si merita nella gerarchia della Formula 1. A Montreal il team di Grove conta di tornare nelle posizioni a ridosso della Ferrari, visto che sulle piste veloci la FW38 riesce a esprimere il suo meglio.

Per il Gp del Canada è stato approntato un alettone posteriore che riduce sensibilmente la resistenza all'avanzamento: il profilo principale risulta incurvato nel bordo d'entrata, mentre il flap è più piccolo del solito. La paratie laterali, invece, sono le stesse che sono state utilizzate a Montecarlo e mostrano un doppio soffiaggi nel bordo d'entrata, cinque slot orizzontali nella parte superiore con la forma a V e tre deviatori di flusso a raggiera in uscita, oltre alle frange nella parte bassa.

Gli aerodinamici diretti dal direttore tecnico Pat Symonds hanno cercato un compromesso fra l'esigenza di cercare le velocità massime alla speed trap e trovare una buona guidabilità nelle chicane. Ovviamente è sparito il Monkey seat che c'era nel Principato.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Canada
Circuito Circuit Gilles-Villeneuve
Piloti Felipe Massa , Valtteri Bottas
Team Williams
Articolo di tipo Analisi
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola