Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
02 lug
-
05 lug
FP1 in
105 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
120 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
133 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
161 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
168 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
182 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
218 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
225 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
239 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
252 giorni

Williams: Bottas batte il record di velocità massima con 372,5 km/h!

condivisioni
commenti
Williams: Bottas batte il record di velocità massima con 372,5 km/h!
Di:
1 nov 2016, 11:50

La Williams ricorderà la stagione 2016 per due ragioni: i pit stop più veloci del Circus e l'aver battuto il record di velocità massima con Valtteri Bottas che è arrivato a toccare i 372,5 km/h con la FW38 sul lungo dritto di Città del Messico.

Valtteri Bottas, Williams FW38
Valtteri Bottas, Williams FW38
Valtteri Bottas, Williams FW38
Valtteri Bottas, Williams FW38
Valtteri Bottas, Williams FW38
Valtteri Bottas, Williams FW38
Valtteri Bottas, Williams nella parata dei piloti
Valtteri Bottas, Williams FW38 effettua un pit stop
Valtteri Bottas, Williams
Valtteri Bottas, Williams FW38
Valtteri Bottas, Williams FW38

La Williams non riesce a portare a casa il quarto posto nel mondiale Costruttori nella sua sfida con la Force India, ma il team di Grove ha due buone ragioni per ricordare la stagione 2016: i pit stop molto veloci e la velocità massima raggiunta da Valtteri Bottas sul lungo rettilineo dell'Autodromo Hermanos Rodriguez nel GP del Messico che segna il nuovo record ufficiale portando il limite a 372,5 km/h!

Parliamo di dato ufficiale, perché già in occasione del GP di Baku proprio la Williams aveva reso noto in un tweet che il finlandese aveva toccato un picco di 378 km/h leggendo i dati della telemetria, visto che la speed trap della FIA, dove vengono effettuate le rilevazioni, era posta prima dell'effettivo punto di staccata.

Questo primato, quindi, non è mai stato riconosciuto e come valore di riferimento si era sempre preso quello del 2005 di Juan Pablo Montoya (presente da ospite al GP del Messico) che con la McLaren aveva conseguito a Monza i 372,2 km/h nei test di preparazione al GP d'Italia. In verità il dato da comparare era quello di Antonio Pizzonia che nel 2004 aveva raggiunto i 369,6 km/h a Monza con la Williams.

Città del Messico toglie lo scettro a Monza di "tempio della velocità"? L'aspetto curioso è che sia sia ottenuta la velocità massima da record per effetto della rarefazione dell'aria che si trova a 2.251 metri di altitudine: la minore densità del flusso, infatti, riduce la resistenza all'avanzamento, favorendo dei picchi di velocità da primato.

E l'aspetto incredibile è che, proprio per la rarefazione dell'aria, la Williams FW38 di Bottas ha infranto i record precedenti montando ali da alto carico aerodinamico che di solito si usano solo sui circuiti cittadini come Monza e Singapore...

Le velocità massime nel GP del Messico

 

Prossimo Articolo
Sebastian Vettel: la lettera di scuse scritta alla FIA non è bastata!

Articolo precedente

Sebastian Vettel: la lettera di scuse scritta alla FIA non è bastata!

Prossimo Articolo

Brawn potrebbe rientrare come responsabile sportivo della Formula 1

Brawn potrebbe rientrare come responsabile sportivo della Formula 1
Carica commenti