Formula 1
19 set
-
22 set
Evento concluso
26 set
-
29 set
Evento concluso
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
FP1 in
07 Ore
:
59 Minuti
:
34 Secondi

Whiting: "In qualifica bandiera rossa quando c'è la doppia gialla"

condivisioni
commenti
Whiting: "In qualifica bandiera rossa quando c'è la doppia gialla"
Di:
29 lug 2016, 11:47

Charlie Whiting, direttore di gara della Formula 1, ha tenuto una conferenza stampa per spiegare le decisioni che sono state adottate ieri dallo Strategy Group F1. E non mancano le clamoroso novità. Cosa ne pensate?

Bandiera rossa dopo l'incidente di Andy Lawson
Bandiera gialla
Commissario di pista sventola la bandiera gialla
Sebastian Vettel, Ferrari SF16-H con la versione aggiornata dell'Halo
Sebastian Vettel, Ferrari, con la versione aggiornata dell'Halo installata sulla SF16-H
Pierre Gasly, Red Bull Racing RB12 Test Driver, in pista con il dispositivo Halo
Round 10 of the 2015 British Touring Car Championship Team Radios
Muretto Ferrari - la radio di Maurizio Arrivabene, Team Principal Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari SF16-H
La gara parte con la safety car

Charlie Whiting ha incontrato stamane i media presenti sul circuito di Hockenheim per fare chiarezza in merito alle decisioni prese ieri dai membri dello Strategy Group presenti a Ginevra. I temi sono quelli anticipati nella serata di ieri, ma Whiting ha chiarito per ogni singolo argomento le linee che intende seguire la FIA.

Doppia bandiera gialla. E rossa...

“Non cambierà nulla nelle prove libere, ma in qualifica, a partire da questo Gran Premio, se ci sarà una situazione che richiede l’esposizione di doppie bandiere gialle, esporremo la bandiera rossa interrompendo la sessione. Sarà ingiusto per coloro che hanno superato la zona di bandiera gialla, come è stato per Wehrlein in Ungheria durante la Q1, ma sarà l'unico modo sicuro per assicurarsi che nessuno tragga vantaggio da questa situazione. Non possiamo ancora definire chi ha rallentato a sufficienza e chi no, così da ora in poi in qualifica sarà così”.

Halo rinviato

Anche se nel paddock c’è uno scetticismo generale, a detta di Whiting il dispositivo di sicurezza dovrebbe essere adottato a partire dal 2018. Secondo il direttore di gara britannico ci sono ancora delle incognite che dovranno essere verificate.
“Il mio piano è quello di permettere ad ogni pilota di provare il dispositivo nell’arco della prossima stagione, in modo da ottenere un feedback da parte di tutti e su ogni pista del Mondiale in merito alla visibilità. Abbiamo fatto diversi test arrivando alla conclusione che il 17% tra tutti i piccoli oggetti che potrebbero colpire il casco di un pilota sarebbero stati fermati dal sistema Halo. Ovviamente i principali sono gli oggetti più voluminosi, come ruote o una vettura, sarebbero stati fermati. Non è la soluzione perfetta, ma è un passo nella giusta direzione. Naturalmente il parabrezza sarebbe una soluzione perfetta per tutti i tipi di oggetti, ma ci sono problemi con la visibilità sul bagnato a causa della pulizia della superficie”.

Comunicazioni radio

“Abbiamo introdotto il divieto delle comunicazioni radio per soddisfare le lamentele dei fan che accusavano i piloti di essere aiutati dal muretto-box, ma poi c'è stata la sensazione che si stesse andando troppo oltre. Ora le squadre chiedono di tornare a liberalizzare il tutto, quindi tutto sarà di nuovo permesso, compresi gli aiuti ai piloti, ad eccezione del giro di formazione. Questo sarà in vigore a partire da questa gara”.

Track limit

“D'ora in poi saremo costretti a delimitare la pista con limiti “fisici”. Questa mattina nella sessione FP1 abbiamo visto 93 passaggi oltre le linee bianche alla sola prima curva, quindi troveremo una soluzione per domani. L'alternativa sarebbe quella di fare una curva più larga, ma poi la via di fuga sarebbe minore. Anche questo provvedimento avrà effetto immediato”.

Safety Car ad inizio di gara sul bagnato

“Su questo fronte le novità entreranno in vigore a partire dal prossimo campionato, perché abbiamo bisogno di risolvere alcuni aspetti pratici, come il numero di giri sottratti dal totale e la tempistica. Se una gara inizierà in regime di Safety Car a causa della forte pioggia, quando la pista tornerà ad essere in condizioni di sicurezza la SC rientrerà ai box ed i si schiereranno sulla griglia di partenza, preparandosi ad una partenza tradizionale per i restanti giri di gara”.

Prossimo Articolo
GP d'Italia: il Consiglio Generale dell'ACI sceglie Monza e boccia Imola

Articolo precedente

GP d'Italia: il Consiglio Generale dell'ACI sceglie Monza e boccia Imola

Prossimo Articolo

Ferrari: una telecamera per misurare le flessioni dell'ala anteriore

Ferrari: una telecamera per misurare le flessioni dell'ala anteriore
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Germania
Sotto-evento Venerdì, prove libere 2
Location Hockenheimring
Autore Roberto Chinchero