Webber: "Hamilton avrebbe potuto essere più duro contro Rosberg"

L'ex pilota di Formula 1 Mark Webber ritiene che Lewis Hamilton avrebbe anche potuto portare ad un altro livello le sue tattiche per contrastare Nico Rosberg nel GP di Abu Dhabi.

Webber: "Hamilton avrebbe potuto essere più duro contro Rosberg"
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 Team
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid va a sbattere durante le qualifiche
(Da sx a dx): Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 sul podio con Mark Webber, pilota Porsche Team WEC / P
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid
Il podio: il secondo classificato Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 festeggia il suo Titolo Mondiale con
Race winner Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid crosses the finish line at the end of the rac
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid leads at the start of the race
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 in parc ferme

Hamilton, che ad Abu Dhabi aveva bisogno di vincere con Rosberg fuori dal podio per ottenere il quarto titolo iridato di Formula 1, ha tentato di rallentare il suo compagno di squadra per farlo raggiungere dalle vetture che seguivano nel finale della corsa, mentre le Mercedes occupavano le prime due posizioni.

Anche se Hamilton è andato contro gli ordini di squadra nel tentativo di ostacolare Rosberg, questa tattica non ha negato il titolo al tedesco ed ha suggerito alla Mercedes che possa essere necessario ripensare al suo approccio nel 2017.

Per Webber invece la strategia di Hamilton non è andata oltre il limite di ciò che è accettabile. Anzi, secondo lui c'era il margine per ostacolare ancora di più il compagno di squadra.

"Ha fatto quel che ha potuto, ma avrebbe anche potuto essere molto più duro, alzando ancora il livello della sua strategia" ha detto Webber a Motorsport.com.

"Solo loro due (Hamilton e Rosberg), e forse alcuni ingegneri, sapranno realmente quanto ha guidato piano. Sicuramente è stata la doppietta più lenta che abbiamo visto in epoca moderna, perché era evidente che le vetture non fossero neanche stressate".

"La maggior parte delle persone competitive, hanno sempre il cervello acceso per pensare a come rendere la vita il più difficile possibile al rivale. Non ha resto la vita impossibile a Nico. Avrebbe anche potuto salire ad un altro livello, ma non lo ha fatto".

"Se la cosa gli fosse sfuggita completamente di mano, ad un certo punto Nico avrebbe anche potuto dire "sai cosa c'è amico? Io me ne vado, ci diamo un po' battaglia e andiamo nelle barriere insieme".

"Ecco, questo è l'altro modo in cui si poteva guardare e Lewis probabilmente lo sapeva bene. Penso che abbia giocato sul giusto limite e io non mi sento disturbato da questo".

Hamilton non ha perso solo per l'affidabilità

Webber ha anche insistito che non fosse giusto dire che la vittoria di Rosberg fosse immeritata, nonostante le rotture alla power unit di Hamilton hanno favorito l'ascesa del tedesco.

"In passato ci sono stati dei campionati decisi dai problemi tecnici, può succedere. Lewis ha fatto grandi cose negli anni passati, ma penso che lo scorso anno si possa dire che anche per Nico non è filato tutto liscio tecnicamente".

"Penso che non si possa negare che Nico ha fatto il suo lavoro. Non c'è nessuno al mondo che possa dire il contrario. Se qualcuno riesce a tirare fuori il massimo, per quanto tu possa essere dispiaciuto, non puoi dire che non si sia meritato il successo. E questo vale anche in questo caso".

"Sappiamo tutti che Lewis con gomme fresce è velocissimo. E' Lewis e tutti amiamo vedere quello che è capace di fare".

Webber poi ha sottolineato che i problemi meccanici non sono stati l'unico motivo per cui Hamilton è stato battuto.

"Lewis probabilmente ha perso più di 25 punti per i problemi in partenza, poi nel contatto in Bahrain, a Baku, a Suzuka. Ma anche nella partenza di Melbourne".

"Ho parlato con Nico quella notte in aeroporto e mi ha detto che Lewis non aveva fatto correttamente la procedura per la partenza abortita".

"E purtroppo, ne so di più di chiunque altro, che significato ha iniziare bene per l'equazione del campionato".

"Lewis si è visto regalare la vittoria a Monaco dalla Red Bull e quelli sono stati punti pesanti. Tuttavia, questo è quello che può capitare in ogni stagione, le cose vanno così".

Intervista di Jonathan Noble

condivisioni
commenti
Ricciardo: "Mercedes? Non inganniamoci, saranno ancora il riferimento"

Articolo precedente

Ricciardo: "Mercedes? Non inganniamoci, saranno ancora il riferimento"

Prossimo Articolo

Clamoroso: Nico Rosberg annuncia il suo ritiro dalla Formula 1!

Clamoroso: Nico Rosberg annuncia il suo ritiro dalla Formula 1!
Carica commenti
Chinchero: "La pista 'green' ha affossato le Ferrari" Prime

Chinchero: "La pista 'green' ha affossato le Ferrari"

In questa puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano i fatti salienti del Gran Premio di Francia. Buon ascolto!

Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia Prime

Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia

Andiamo a scoprire la griglia di partenza del Gran Premio di Francia 2021: Max Verstappen parte dalla prima casella, precedendo le due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.

Bobbi: "I progressi di Lewis guidati dal box" Prime

Bobbi: "I progressi di Lewis guidati dal box"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu analizzano le qualifiche del GP di Francia di Formula 1.

Formula 1
19 giu 2021
Piola: "La Red Bull è leader ma la gara sarà apertissima" Prime

Piola: "La Red Bull è leader ma la gara sarà apertissima"

Crolla il feudo Mercedes a Le Castellet nel sabato del GP di Francia. Franco Nugnes e l'inviato Giorgio Piola commentano quanto visto nella qualifica del Paul Ricard: la Red Bull è dominante, ma non è detto che la Stella non riesca a brillare...

Formula 1
19 giu 2021
Chinchero: "Sainz 5°, merito di come ha scaldato le gomme" Prime

Chinchero: "Sainz 5°, merito di come ha scaldato le gomme"

Torna Debriefing F1, programma podcast di Motorsport.com con cui Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano le Qualifiche del GP di Francia al Paul Ricard. Buon ascolto!

Formula 1
19 giu 2021
Piola: "Al Ricard è difficile finire il giro con le soft" Prime

Piola: "Al Ricard è difficile finire il giro con le soft"

In questo nuovo video, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano quanto visto nel venerdì di prove libere del GP di Francia. Tante sorprese e tante novità tecniche in un tracciato che "in teoria" sarebbe favorevole a Mercedes, eppure...

Formula 1
18 giu 2021
Bobbi: "Max vola in curva, ma sembra appeso a un filo" Prime

Bobbi: "Max vola in curva, ma sembra appeso a un filo"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu analizzano le prove libere del venerdì del GP di Francia di Formula 1. Red Bull in testa con Verstappen, ma le Mercedes possono cambiare marcia in qualifica. Da tenere d'occhio il prosieguo di weekend dell'Alpine.

Formula 1
18 giu 2021
Chinchero: "Ferrari, la seconda fila sarebbe un bel colpo" Prime

Chinchero: "Ferrari, la seconda fila sarebbe un bel colpo"

Torna Debriefing F1, programma podcast di Motorsport.com con cui Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano le prove libere del GP di Francia al Paul Ricard. Buon ascolto!

Formula 1
18 giu 2021