Villeneuve contro i commissari: "Era Ricciardo a meritare una penalità, non Vettel!"

condivisioni
commenti
Villeneuve contro i commissari: "Era Ricciardo a meritare una penalità, non Vettel!"
Di:
12 giu 2019, 14:19

Il campione del mondo di F1 del 1997 spiega: "Hamilton bravo a indurre la Direzione Gara a prendere provvedimenti su Vettel, ma il tedesco non ha fatto una manovra volontaria e sporca".

La penalità di 5" comminata a Sebastian Vettel al Gran Premio del Canada per la manovra fatta nei confronti di Lewis Hamilton al 48esimo giro continua a fare discutere.

Questa volta ad analizzare quanto accaduto è stato Jaccques Villeneuve. Il campione del mondo 1997 di Formula 1 non ha dubbi: Vettel non meritava la penalità che, di fatto, gli è costata la prima vittoria della stagione.

Anzi, ha contestato in maniera poco velata l'operato della Direzione Gara, rea di aver preso provvedimenti nei confronti del tedesco della Ferrari per una manovra non volontaria, mentre ha soprasseduto alla difesa (a suo avviso oltre il limite regolamentare) fatta da Daniel Ricciardo nei confronti di Valtteri Bottas.

"Non sono sorpreso dalla penalità comminata a Vettel, perché spesso succede il contrario di quanto invece dovrebbe", ha dichiarato Villeneuve a Motorsport.com. "Ricciardo meritava una penalità per il modo di pilotare sui rettilinei, ma nessuno gli ha comminato nulla. Spesso succedono cose del genere".

"Questo è un male per la F1. Questo ha rovinato la gara perché è stata una decisione sbagliata, non perché avremmo dovuto vedere un vincitore differente. Se Vettel avesse fatto qualcosa di sbagliato o qualcosa di sporco come ha fatto Ricciardo, allora avrebbe meritato una penalità e tutto sarebbe andato a buon fine, anche se questo avesse poi significato l'ennesima vittoria di Lewis".

 

Valtteri Bottas ha a sua volta definito la difesa di Ricciardo come "A tratti al limite", ma alla fine anche come "Una bella battaglia". Villeneuve ha sostenuto che "Queste non sono le corse, dovrebbero esserci differenze tra un'azione intenzionale e quando tagli una curva e poi rientri in pista".

"Soprattutto perché il pilota che segue chi commette l'errore sa bene cosa succede. Lewis sapeva dove stesse andando Vette. Avrebbe potuto essere più aggressivo, ma non lo ha fatto".

"Non è una questione di lasciarli correre, perché questo significherebbe vedere manovre sporche e stupide. Non dovrebbero mai verificarsi manovre intenzionali che possano costringere altri piloti a uscire di pista o a essere in situazioni di pericolo".

"Se tu tagli la chicane, spingi poi l'acceleratore per cercare di perdere poco tempo, anche se quello mette in pericolo i piloti che ti seguono. Ma chi ti segue sa benissimo che se vede il pilota davanti sull'erba, questo potrà quasi certamente finire largo, una volta rientrato in pista. Per questo dovrebbero sapere di avere una chance di passarli all'interno. Sono cose che si sanno".

"Lewis ha fatto la cosa giusta, ha gestito la situazione, portando così i commissari a penalizzare Vettel. E' stato molto bravo a farlo!".

Scorrimento
Lista

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, prima posizione, da la mano a Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, dopo la gara

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, prima posizione, da la mano a Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, dopo la gara
1/27

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, e Charles Leclerc, Ferrari, terza posizione, sul podio

Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, e Charles Leclerc, Ferrari, terza posizione, sul podio
2/27

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault fa un selfie con un fan

Daniel Ricciardo, Renault fa un selfie con un fan
3/27

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari sul podio

Sebastian Vettel, Ferrari sul podio
4/27

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Un irritato Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, torna per i festeggiamenti sul podio

Un irritato Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, torna per i festeggiamenti sul podio
5/27

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, il trofeo dei costruttori delegato alla Mercedes e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, prima posizione, sul podio

Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, il trofeo dei costruttori delegato alla Mercedes e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, prima posizione, sul podio
6/27

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, solleva il suo trofeo sul podio

Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, solleva il suo trofeo sul podio
7/27

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, cambia le posizioni in segno di protesta contro una penalità che gli è costata la vittoria

Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, cambia le posizioni in segno di protesta contro una penalità che gli è costata la vittoria
8/27

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, cambia le posizioni in segno di protesta contro una penalità che gli è costata la vittoria

Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, cambia le posizioni in segno di protesta contro una penalità che gli è costata la vittoria
9/27

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, cambia le posizioni in segno di protesta contro una penalità che gli è costata la vittoria

Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, cambia le posizioni in segno di protesta contro una penalità che gli è costata la vittoria
10/27

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, cambia le posizioni in segno di protesta contro una penalità che gli è costata la vittoria

Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, cambia le posizioni in segno di protesta contro una penalità che gli è costata la vittoria
11/27

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, prima posizione, consola Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, sul podio

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, prima posizione, consola Sebastian Vettel, Ferrari, seconda posizione, sul podio
12/27

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
13/27

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
14/27

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90 precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10

Sebastian Vettel, Ferrari SF90 precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
15/27

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
16/27

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Pole man Sebastian Vettel, Ferrari, con Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, dopo le qualifiche

Pole man Sebastian Vettel, Ferrari, con Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, dopo le qualifiche
17/27

Foto di: Francois Tremblay

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
18/27

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team, alla parata dei piloti

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team, alla parata dei piloti
19/27

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team, sulla griglia

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team, sulla griglia
20/27

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault R.S.19

Daniel Ricciardo, Renault R.S.19
21/27

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault R.S.19

Daniel Ricciardo, Renault R.S.19
22/27

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault R.S.19, precede Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Daniel Ricciardo, Renault R.S.19, precede Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
23/27

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP19, precede Daniel Ricciardo, Renault R.S.19

Sergio Perez, Racing Point RP19, precede Daniel Ricciardo, Renault R.S.19
24/27

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault R.S.19

Daniel Ricciardo, Renault R.S.19
25/27

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, precede Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, precede Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15
26/27

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19
27/27

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Prossimo Articolo
F1, GP del Canada: solo l'undercut al pit stop avrebbe dato la vittoria a Hamilton

Articolo precedente

F1, GP del Canada: solo l'undercut al pit stop avrebbe dato la vittoria a Hamilton

Prossimo Articolo

Grosjean, che spavento: due ladri entrano nella sua casa, ma lui li mette in fuga

Grosjean, che spavento: due ladri entrano nella sua casa, ma lui li mette in fuga
Carica commenti