Video: Leclerc guida con una mano sola alla 130R, eroe o azzardo?

Charles Leclerc è riuscito a percorrere la mitica 130R di Suzuka con una sola mano sul volante, mentre con l'altra cercava di tenere lo specchietto della sua Ferrari. Una scena che ha creato un bel dibattito.

Video: Leclerc guida con una mano sola alla 130R, eroe o azzardo?

Charles Leclerc si è toccato con Max Verstappen alla prima curva del GP del Giappone, ma ha proseguito la sua corsa, visto che la sua monoposto non ha perso troppa prestazione pur essendosi danneggiata. Tuttavia, la SF90 ha perso dei pezzi strada facendo e questo gli è costato anche una penalità di 10 secondi ed una multa di 25mila euro alla squadra per aver girato in condizioni di scarsa sicurezza.

Quando lo specchietto retrovisore sinistro ha iniziato a vibrare, il monegasco ha provato tenerlo con la mano destra per non perderlo in un punto così veloce e la Formula 1 ha pubblicato sui social network un video onboard che lo mostra mentre affronta la famigerata 130R con una sola mano sul volante. Un gesto che molti hanno definito eroico ed altri sconsiderato.

 

Leclerc ha spiegato perché lo ha fatto: "L'unico pezzo che vedevo da dentro l'abitacolo era lo specchietto, quindi ho cercato di tenerlo sul rettilineo per evitare che potesse colpire qualcuno. Per il resto, sapevo di avere dei danni all'ala anteriore, ma non pensavo che avrei perso dei pezzi. Grazie a Dio non si è fatto male nessuno".

Al di là delle questioni di sicurezza, è sorto un altro dibattito. L'ex pilota di Formula 1 ed attuale commentatore TV, Martin Brundle, ha detto: "Anche se ammiro la precisione ed il coraggio di guidare ad con una mano sola, allo stesso tempo mi rattrista capire che la leggendaria curva 130R sia diventata un rettilineo".

Anche l'ex pilota di F1 Max Chilton, attualmente impegnato in Indycar, dove non c'è il servosterzo, ha commentato così il post: "Perché non tolgono il servosterzo se è così facile? A quella velocità, con quelle gomme e con quel carico aerodinamico, quella curva dovrebbe essere comunque una sfida, ma chiaramente non lo è".

Leggi anche:

Anche Giedo van der Garde, pure lui ex pilota di F1 ora impegnato nel WEC, ha risposto al tweet di Chilton: "Sono d'accordo. Ai miei tempi avevo bisogno di due mani sul volante ed anche delle mutande di scorta per essere sicuro. Anche perché guidavo una Caterham, quindi immagina...".

La chiave giusta però forse l'ha data un altro tweet di un utente meno famoso: "Se sono troppo veloci, li vogliamo più lenti. Se sono lenti, vogliamo che siano più veloci. Se c'è poca sicurezza, ne vogliamo di più. E se è molto sicuro, diciamo che manca il brivido del rischio".

Charles Leclerc, Ferrari SF90
Charles Leclerc, Ferrari SF90
1/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90
Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90
2/18

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari, sulla griglia
Charles Leclerc, Ferrari, sulla griglia
3/18

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90, precede Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
Charles Leclerc, Ferrari SF90, precede Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
4/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari, sulla griglia
Charles Leclerc, Ferrari, sulla griglia
5/18

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari
Charles Leclerc, Ferrari
6/18

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90, precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, e Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34
Charles Leclerc, Ferrari SF90, precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, e Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34
7/18

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari, sulla griglia
Charles Leclerc, Ferrari, sulla griglia
8/18

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90 e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
Charles Leclerc, Ferrari SF90 e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
9/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90
Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90
10/18

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90
Charles Leclerc, Ferrari SF90
11/18

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90, con l'ala anteriore danneggiata
Charles Leclerc, Ferrari SF90, con l'ala anteriore danneggiata
12/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90, solleva scintille con l'ala danneggiata nel contatto con Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, nel giro d'apertura
Charles Leclerc, Ferrari SF90, solleva scintille con l'ala danneggiata nel contatto con Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, nel giro d'apertura
13/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90, lotta con Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, nel giro d'apertura
Charles Leclerc, Ferrari SF90, lotta con Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, nel giro d'apertura
14/18

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, e il resto del gruppo, alla prima curva
Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, e il resto del gruppo, alla prima curva
15/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10 precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90 e Charles Leclerc, Ferrari SF90
Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10 precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90 e Charles Leclerc, Ferrari SF90
16/18

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari, durante la drivers parade
Charles Leclerc, Ferrari, durante la drivers parade
17/18

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90, precede Robert Kubica, Williams FW42
Charles Leclerc, Ferrari SF90, precede Robert Kubica, Williams FW42
18/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Brawn annuncia: "I weekend di gara rimarranno su 3 giorni"

Articolo precedente

Brawn annuncia: "I weekend di gara rimarranno su 3 giorni"

Prossimo Articolo

La FIA non chiarisce il giallo del giro in meno al GP del Giappone

La FIA non chiarisce il giallo del giro in meno al GP del Giappone
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021