Vettel: "Strategia azzardata? Aiutato dall'essere stato doppiato"

Il tedesco della Ferrari firma un risultato che potrebbe dargli un'iniezione di fiducia dopo un avvio di stagione difficile.

Vettel: "Strategia azzardata? Aiutato dall'essere stato doppiato"

Sebastian Vettel ha concluso il Gran Premio di Spagna al settimo posto dopo una gara tutta di strategia in cui, nell'ultimo stint fatto con gomme Soft, è riuscito a completare 36 giri e a concludere a punti.

Una strategia non certo azzardata, in quanto sin dalla prima metà di gara è stato chiaro come le gomme Soft (in Spagna erano le C3) si comportassero decisamente bene anche con carichi di benzina importanti.

Ecco perché, con serbatoio sempre più vuoto, Vettel è riuscito a portare a casa un settimo posto che per lui può rappresentare un'iniezione di fiducia, sebbene anche in questo caso siano apparse incomprensioni tra lui e il team con qualche team radio piuttosto eloquente.

"Credo che oggi le abbiamo provate tutte", ha dichiarato Vettel alla fine della giornata. "In quella fase della gara abbiamo pensato che potessimo correre quel rischio perché non avevamo nulla da perdere. Stavamo lavorando sull'idea di avere gomme più fresche alla fine della gara, ma poi abbiamo deciso di gestire le gomme cercando di chiudere il gap dalle Racing Point che avevo davanti".

"Poi ho cercato di chiedere al team cosa voleva fare perché pensavo che potessimo stare fuori e arrivare fino alla fine ma poi il messaggio è stato: 'Spingi, spingi forte!', cosa che ho fatto per 3 o 4 giri ma poi mi hanno detto di fare il contrario. Quello è stato un momento strano alla radio. Poi abbiamo provato e ha funzionato. Ha dato dei frutti, ma oggi la nostra posizione, realisticamente, era la decima. Abbiamo avuto fortuna, ci è andata bene correndo quel rischio. E i punti alla fine sono buoni. Oggi essere doppiati ci ha aiutati perché la gara è stata più corta e mi ha permesso di difendermi da Albon e portare le gomme alla fine della corsa".

Questo, invece, il punto di vista di Vettel riguardo i fraintendimenti nei team radio tra lui e il team per ciò che ha riguardato la strategia da adottare: "Fraintendimenti alla radio? No, è positivo parlare. Ci sono stati 3-4 giri in cui non era necessario spingere così forte, ma poi alla fine siamo riusciti a gestire e non ha fatto troppo la differenza".

Vettel è stato molto chiaro anche per quanto riguarda le prospettive del team in questa stagione. "Dopo questo weekend a cosa deve pensare la Ferrari? Non penso che il mio parere sia così importante, credo. Però guardando questa stagione la macchina è quello che è. Stiamo cercando di tenere duro, di essere giusto con tutto il team".

"E' una stagione dura per tutti ma stiamo cercando di fare il meglio che possiamo. Non è giusto dire che sia un anno negativo e basta, ma sappiamo che sarà molto difficile cambiare le cose. Dobbiamo cercare di tenere duro, fare il nostro lavoro. Ho passato settimane dure, ma l'importante è cercare di rialzarsi e fare il meglio che possiamo. C'è tanto lavoro da fare per cercare di migliorare e io ho ancora troppi alti e bassi".

condivisioni
commenti
Leclerc amaro: "Ritiro? Il punto è che siamo lenti in tutto!"

Articolo precedente

Leclerc amaro: "Ritiro? Il punto è che siamo lenti in tutto!"

Prossimo Articolo

Hamilton: "Ammirato dalla Mercedes, potevo fare anche una sosta"

Hamilton: "Ammirato dalla Mercedes, potevo fare anche una sosta"
Carica commenti
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021
Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021