Vettel: "E' stato un buon venerdì. L'unica preoccupazione una vite che girava per l'abitacolo!"

condivisioni
commenti
Vettel:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
09 nov 2018, 19:19

Il ferrarista si è dovuto fermare ai box nelle Libere 2 perché una vite si aggirava per l'abitacolo e lo aveva preoccupato. La Ferrari dovrà ancora lavorare per migliorare la gestione gomme sui long run.

73 sono i millesimi che hanno separato Sebastian Vettel dalla prima posizione nella seconda e ultima sessione di prove libere di oggi, giornata che ha aperto il penultimo weekend del Mondiale 2018 di Formula 1 sul tracciato brasiliano di Interlagos.

Il pilota tedesco della Ferrari si è detto abbastanza soddisfatto di quanto provato e ottenuto dal punto di vista prestazionale nella giornata odierna. Il passo gara avuto con gomme Soft e Supersoft è stato molto incoraggiante nelle prime battute, in cui Vettel è riuscito a mostrare un ritmo invidiabile per tutti.

Con il passare dei giri, però, le sue gomme posteriori hanno denotato un principio di blistering, che costringerà gli ingegneri del team di Maranello a profonde analisi per trovare un rimedio credibile in vista della gara che si svolgerà domenica, che dovrebbe presentare anche temperature molto più alte di quelle avute oggi.

Leggi anche:

"Credo che sia stato un buon venerdì, siamo andati abbastanza bene", ha affermato il pilota della Ferrari. "A un certo punto mi sono trovato in mezzo ai piedi una vite, che girava per l'abitacolo. Quella è stata la preoccupazione più grossa".

"A parte il problema alle gomme è stato quello il problema più grosso di questo pomeriggio. Direi che non abbiamo avuto problemi in particolare. Domenica farà certamente più caldo di oggi e sarà una sfida più dura".

La Ferrari ha continuato a fare comparazioni sul fondo della SF71H, ma queste non sono dedicate alla prossima stagione, bensì a migliorare ulteriormente le prestazioni di questa Ferrari nelle ultime due gare della stagione.

"Le ultime gare per noi sono state molto utili perché abbiamo capito tante cose in più della nostra monoposto e delle cose che sono andate storte nel corso dell'estate. Stiamo ancora cercando di capire di più e di avere un quadro più chiaro di quello che funziona e di quello che invece non va bene".

Prossimo Articolo
Incredibile Ricciardo: turbo rotto da un commissario in Messico!

Articolo precedente

Incredibile Ricciardo: turbo rotto da un commissario in Messico!

Prossimo Articolo

Ferrari: l'obiettivo è evitare le supersoft in Q2 come Mercedes e Red Bull

Ferrari: l'obiettivo è evitare le supersoft in Q2 come Mercedes e Red Bull
Carica commenti