Vettel: "Non sono soddisfatto del tutto del bilanciamento"

Il ferrarista ha chiuso la giornata al terzo posto, ma con un ritardo di quasi un secondo sulla Mercedes di Rosberg, quindi spera di riuscire a trovare un miglioramento in vista delle qualifiche e della gara.

Avendo vinto qui un anno fa, la Ferrari aveva grandi aspettative per Budapest, ma il weekend del GP d'Ungheria non è iniziato nel migliore dei modi per il Cavallino. Sebastian Vettel ha chiuso in terza posizione, ma distanziato di ben nove decimi dalla Mercedes di Nico Rosberg. Inoltre, se Lewis Hamilton non fosse finito a muro, probabilmente sarebbe più indietro di un'altra posizione.

Ai microfoni di Sky Sport F1 HD il tedesco però ha parlato di una certa difficoltà a trovare il set-up giusto per la sua SF16-H. Anzi, sembra avere la certezza di poterlo migliorare in vista di domani.

"Credo che abbiamo perso un po' di tempo all'inizio, perché la bandiera rossa non è stata ideale per noi. Siamo dovuti rientrare un paio di volte per lavorare sulla macchina ed abbiamo perso un po' di ritmo. Dopo non è andata male, la vettura ci ha dato buone sensazioni, anche se possiamo migliorare l'assetto per domani ed essere più competitivi" ha detto Seb.

Quando poi gli è stato chiesto quale ritiene che sia il settore della pista in cui deve migliorare di più per reggere il confronto almeno con le Red Bull, ha aggiunto: "Non credo che ci sia un settore in particolare, dobbiamo migliorare in ognuno di essi, perché non sono totalmente soddisfatto del bilanciamento. Se faremo un passo avanti con quello, credo che potremo abbassare i tempi in ogni settore".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Ungheria
Sub-evento Venerdì, prove libere 2
Circuito Hungaroring
Piloti Sebastian Vettel
Team Ferrari
Articolo di tipo Intervista