Vettel: "Non ho mai avuto una proposta di rinnovo dalla Ferrari"

Vettel racconta la sua versione sul mancato rinnovo del contratto con la Ferrari, che lo costringerà a lasciare il team al termine del 2020. Poi aggiunge: "Lotterò con Charles come in passato. Non cambierà niente".

Vettel: "Non ho mai avuto una proposta di rinnovo dalla Ferrari"

Di solito le conferenze stampa del giovedì di Formula 1 lasciano davvero pochi spunti interessanti. Succede così anche nei primi weekend di ogni stagione, ma oggi non è stata una conferenza ordinaria. Non stiamo parlando dell'insolita modalità dovuta alle norme anti-COVID-19 imposte dalla F1 e dalla FIA, bensì dalle parole di Sebastian Vettel.

Il pilota della Ferrari, infatti, è stato il grande protagonista della giornata di vigilia del weekend che aprirà la stagione 2020 di Formula 1 parlando al Red Bull Ring di ciò che è accaduto nei mesi scorsi, quando la Ferrari - stando alle sue parole - gli avrebbe fatto sapere di non voler rinnovare il contratto e di non voler proseguire assieme nei prossimi anni.

"Sono rimasto sorpreso quando ho ricevuto la chiamata da Mattia in cui mi ha detto che non c'era nessuna intenzione di continuare. Non abbiamo mai avuto discussioni, non c'è mai stata un'offerta sul tavolo, nessun punto d'incontro", ha affermato Sebastian in conferenza stampa.

Inevitabile poi cercare di chiarire quale potrà essere il suo futuro. E per futuro si intende il 2021, anno in cui sarà già terminato il suo accordo con Maranello e, per questo, sarà chiamato a lavorare sul mercato per poter trovare un sedile appetibile alle sue ambizioni da pilota che, a quanto pare, sono ancora molto alte.

"Al momento non sono in trattativa con nessuno per l'anno prossimo. Guardo avanti e voglio essere sicuro di prendere la decisione giusta per me e il mio futuro. Penso di avere un carattere molto competitivo, ho ottenuto molto nello sport, sono motivato e disposto a fare di più. Ma per farlo ho bisogno del pacchetto giusto, delle persone giuste attorno a me. Questo è ciò a cui mi sto dedicando in questo momento. Se si presenta l'occasione giusta, è chiaro, ma se non arriva dovrò cercare altro".

"Non so se farò un anno sabbatico o se invece mi ritirerò. Penso che se l'offerta giusta si presenta, si presenterà e basta. Allora in quel caso continuerò. Sento di avere molto da dare. Se non è così e la situazione non cambia, allora, probabilmente come ho detto sarà il momento di fare altro. Ma sono convinto che se si è disposti a chiudere la porta, si deve essere pronti a vederla restare chiusa, senza che si riapra in futuro".

"Quindi penso che si debba essere consapevoli della decisione che si sta prendendo in un dato momento ed è per questo che non ho fretta di fare qualcosa e penso che ora sia un bene che parta la stagione. Le prossime settimane e i prossimi mesi potrebbero portare un po' di chiarezza in più".

Leggi anche:

Aspettative per il Red Bull Ring

Vettel sa bene che la stagione che partirà in questo fine settimana non sarà certo una passeggiata di salute. Lo sa bene dai test invernali del Montmelo svolti tra febbraio e marzo. La SF1000 ha mostrato di avere più di una lacuna nei confronti delle dirette avversarie (Mercedes W11 e Red Bull RB16), per questo motivo attende gli sviluppi che, però, arriveranno solo al GP d'Ungheria, terzo appuntamento di questa stagione.

"Credo che dopo i test di Barcellona fosse chiaro che non fossimo dove volevamo. Eravamo entusiasti di andare in Australia per vedere se le nostre sensazioni dei test fossero confermate o meno. E lo stesso vale per questo weekend, perché gli ultimi mesi sono stati sconvolgenti per tutti, anche a livello di preparazione. Il team sta lavorando a tutta per cercare di portare ogni aggiornamento possibile in pista e cercano di farlo il prima possibile".

"Pare che questo aggiornamento possa arrivare per il Gran Premio d'Ungheria, ma non per questo doppio fine settimana. Sarà interessante capire dove siamo, avere risposte e poi regolarci di conseguenza. Non sappiamo quanto sarà lunga la stagione. Al momento sono solo 8 gare, non sappiamo quante saranno aggiunte. Sono tutte incognite. Quindi in ogni caso cercheremo di fare del nostro meglio per sfruttare la macchina nel miglior modo possibile, così come abbiamo sempre fatto. Non abbiamo portato aggiornamenti in tempo per queste gare, ma l'Ungheria sarà tra appena 2 settimane. Il programma è stato molto serrato in fabbrica da quando hanno potuto tornare a lavorare".

Con Leclerc tutto come nel 2019

Che Vettel non abbia alcuna intenzione di fare sconti a nessuno lo si è percepito bene sebbene indossasse la mascherina che, in parte, nascondeva le espressioni del suo viso. Il suo contratto è in scadenza, ma non per questo si metterà a disposizione senza motivo del suo compagno di squadra. Questo Sebastian ha tenuto a sottolinearlo, anche per far capire a Leclerc - che era a pochi metri da lui - di non contare sul suo addio a fine stagione per avere un'annata meno complicata dal punto di vista dei rapporti in pista con il compagno di squadra.

"Ho sempre cercato di integrarmi bene nel team e questo vale per tutta la mia carriera, così come per la Ferrari. Vuoi sempre di aver successo in pista, per un fattore personale, ma alla fine guidiamo sempre per una squadra. Quindi per il momento è molto difficile capire che stagione avremo perché dobbiamo ancora iniziare".

"Non sappiamo quanto saremo competitivi, ma di sicuro se la situazione si dovesse presentare e se dovesse essere sensato ci si aspetta che entrambi i piloti si aiutino a vicenda. Questo non ha nulla a che vedere con il fatto che il mio contratto è in scadenza e che lascerò il team. Ma allo stesso tempo si corre per se stessi e quindi non cercherò di rendere la vita semplice a Charles. Non lo lascerò passare in pista in maniera semplice. Abbiamo lottato in pista in passato e continueremo a farlo anche quest'anno".

Sebastian Vettel, Ferrari cammina in pista
Sebastian Vettel, Ferrari cammina in pista
1/18

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, guarda Matteo Nannini, Jenzer Motorsport mentre cammina in pista
Sebastian Vettel, Ferrari, guarda Matteo Nannini, Jenzer Motorsport mentre cammina in pista
2/18

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, cammina lungo il tracciato
Sebastian Vettel, Ferrari, cammina lungo il tracciato
3/18

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, cammina lungo il tracciato
Sebastian Vettel, Ferrari, cammina lungo il tracciato
4/18

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, cammina lungo il tracciato
Sebastian Vettel, Ferrari, cammina lungo il tracciato
5/18

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, cammina lungo il tracciato
Sebastian Vettel, Ferrari, cammina lungo il tracciato
6/18

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, cammina lungo il tracciato
Sebastian Vettel, Ferrari, cammina lungo il tracciato
7/18

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, cammina lungo il tracciato
Sebastian Vettel, Ferrari, cammina lungo il tracciato
8/18

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, cammina lungo il tracciato
Sebastian Vettel, Ferrari, cammina lungo il tracciato
9/18

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Seabstian Vettel, Ferrari
Seabstian Vettel, Ferrari
10/18

Foto di: Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari, cammina lungo il tracciato
Sebastian Vettel, Ferrari, cammina lungo il tracciato
11/18

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari cammina lungo il tracciato
Sebastian Vettel, Ferrari cammina lungo il tracciato
12/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari cammina lungo il tracciato
Sebastian Vettel, Ferrari cammina lungo il tracciato
13/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari cammina lungo il tracciato
Sebastian Vettel, Ferrari cammina lungo il tracciato
14/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari cammina lungo il tracciato
Sebastian Vettel, Ferrari cammina lungo il tracciato
15/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari cammina lungo il tracciato
Sebastian Vettel, Ferrari cammina lungo il tracciato
16/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari cammina lungo il tracciato
Sebastian Vettel, Ferrari cammina lungo il tracciato
17/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari cammina lungo il tracciato
Sebastian Vettel, Ferrari cammina lungo il tracciato
18/18

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Raikkonen: "Robin? Sui kart a noleggio non reggo il passo..."

Articolo precedente

Raikkonen: "Robin? Sui kart a noleggio non reggo il passo..."

Prossimo Articolo

Leclerc: "Al 99% faremo più fatica dell'anno scorso"

Leclerc: "Al 99% faremo più fatica dell'anno scorso"
Carica commenti
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021
Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021
Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia" Prime

Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia"

In questa nuova puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Federica Masolin, giornalista e presentatrice della Formula 1 di Sky Sport. Federica si racconta, ripercorrendo gli anni di una carriera in giro per il mondo, di una vita piena di passioni e viaggi. Da piccola, il suo desiderio era diventare una rockstar. Poi, l'amore per lo sport le ha fatto cambiare idea...

Formula 1
16 set 2021
Ceccarelli: “Fra Max e Lewis vedremo altri contatti” Prime

Ceccarelli: “Fra Max e Lewis vedremo altri contatti”

Torna la rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In quest puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli tornano a parlare di quanto successo a Monza tra Lewis Hamilton e Max Verstappen. Non è la prima volta che i due vanno a contatto e non sarà nemmeno l'ultima, secondo Ceccarelli...

Formula 1
15 set 2021
"L'inutilità dell'Halo" e altri racconti di fantascienza Prime

"L'inutilità dell'Halo" e altri racconti di fantascienza

Puntata de Il Primo degli Ultimi dedicata a tutti coloro che criticano l'Halo, anche davanti alla sua indubbia utilità. Anche dopo quanto successo in quel di Monza tra Hamilton e Verstappen...

Formula 1
14 set 2021
Bobbi: "Max-Lewis, concorso di colpa. Ma Verstappen..." Prime

Bobbi: "Max-Lewis, concorso di colpa. Ma Verstappen..."

Analizziamo il GP d'Italia di Formula 1 vinto da Daniel Ricciardo su McLaren con Matteo Bobbi e Marco Congiu. Oltre al vincitore, a creare polemica è l'incidente che vede coinvolti Max Verstappen e Lewis Hamilton, con il pilota olandese che - nonostante il concorso di colpa - pare essere il maggior responsabile

Formula 1
13 set 2021