Vettel: "Non è stato proprio un inizio ideale del mondiale"

Sebastian Vettel considera quella del venerdì una giornata inutile per la pioggia a intermittenza. Il ferrarista ha verificato che la SF16-H funzionasse a dovere e ha evitato rischi. Sulla qualifica: "A volte la teoria è smentita dalla pratica....

Sebastian Vettel ha concluso la sua prima giornata del Mondiale 2016 con quindici giri all’attivo. Non quelli che pensava di percorrere, ma le bizze del meteo australiano sono state un problema per tutti i ventidue piloti in pista.

Il ferrarista nella sessione del mattino ha completato otto giri senza un tempo cronometrato, mentre nel turno pomeridiano ha ottenuto l’ottavo tempo con appena sette tornare all’attivo. Troppo poco per qualsiasi valutazione sull’adattamento della monoposto alle sedici curve del tracciato di Albert Park.

“A volte è così – ha commentato Vettel – le previsioni meteo avevano preannunciato pioggia costante per tutto il giorno, ma in realtà le precipitazioni sono arrivate ad intermittenza. La pista comunque è stata sempre bagnata, e non è stato possibile avere molti riferimenti dalla due sessioni di prove. Mi consola che è stato un problema comune per tutti".

"Non è stato l’inizio ideale del mondiale, ma alla fine cosa si può fare? Abbiamo avuto solo la possibilità di fare un check della monoposto e sentire che tutto funzionava bene. Ma se parliamo di setup e messa a punto, la giornata è stata praticamente inutile”.

Domani non sarà solo la giornata in cui verrà stilata la prima classifica ufficiale del campionato 2016, ma anche quella dell’esordio del nuovo sistema di qualifiche. Argomento che continua ad essere il più gettonato del paddock. Almeno Seb ha le idee chiare su quanto vedremo in pista?
“Non proprio precise. Ci siamo ovviamente fatti delle idee, ma serve una verifica sul campo. Penso che dobbiamo aspettare e vedere prima di dare dei giudizi. A volte la teoria viene smentita dalla realtà, quindi ormai non resta che attendere un giorno”.

Un’ultima battuta arriva in merito alle dichiarazioni di Lewis Hamilton. Il campione del Mondo in carica continua a sostenere che la Ferrari si sia molto avvicinata, insinuando che abbia un asso nella manica. “Ah si? – ha commentato Seb guardando nella manica della sua tuta - Io non vedo niente ma… aspettiamo domani!”.

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Australia
Sub-evento Venerdì
Circuito Albert Park Circuit
Piloti Sebastian Vettel
Team Ferrari
Articolo di tipo Intervista