Vettel: "Non accuso Bottas per il contatto, aveva le gomme ormai finite"

condivisioni
commenti
Vettel: "Non accuso Bottas per il contatto, aveva le gomme ormai finite"
Di:
29 lug 2018, 17:06

Il pilota della Ferrari è riuscito a limitare i danni con il secondo posto, ma nel finale ha rischiato grosso quando Bottas lo ha speronato per resistere al sorpasso in curva 2. Vettel ha ringraziato la fortuna e sollevato il finlandese da ogni responsabilità.

Podio: il secondo classificato Sebastian Vettel, Ferrari, festeggia con lo champagne
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H lotta con Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, il secondo classificato Sebastian Vettel, Ferrari, il terzo classificato Kimi Raikkonen, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H precede Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H, pit stop
Sebastian Vettel, Ferrari

Gli ultimi due gran premi hanno sancito il sorpasso in classifica piloti da parte di Lewis Hamilton ai danni di Sebastian Vettel.

Tuttavia, se in occasione dello scorso GP di Hockenheim è stato il tedesco della Ferrari il solo responsabile dello zero in classifica, il secondo posto conquistato in Ungheria è dipeso pesantemente dalla pioggia arrivata improvvisa prima delle qualifiche che ha consentito alle Mercedes di Hamilton e Bottas di monopolizzare la prima fila.

Vettel ha deciso con il team di adottare una strategia diversa rispetto ai primi tre piloti, partendo con le soft per poi completare lo stint finale di gara con le ultra soft, ma la sosta di 4''2 effettuata al giro numero 39, ed i giri veloci inanellati improvvisamente da Bottas, hanno vanificato i piani di rimonta della Ferrari.

Sebastian, infatti, è uscito dai box alle spalle del finlandese della Mercedes ed in quel momento ha perso ogni possibilità di recupero su un Hamilton munito di Pirelli gialle.

Bottas si è rivelato un avversario ostico, difficile da superare, e la presenza della freccia d'argento davanti alla SF71H ha costretto Vettel a guidare con accortezza per non surriscaldare i propri pneumatici.

Il giro numero 64 dei 70 in programma ha visto Vettel rompere gli indugi ed andare all'assalto di un Bottas ormai in crisi di aderenza. 

Leggi anche:

Sebastian ha sfruttato il DRS per mettersi in scia alla Mercedes ed all'ingresso di Curva 2 ha affiancato e superato la W09, ma quando ha impostato la curva a sinistra è stato colpito da Bottas. 

Vettel ha voluto spiegare il suo punto di vista sulla dinamica dell'incidente ed ha sollevato il pilota della Mercedes da ogni tipo di responsabilità affermando come il contatto sia avvenuto a seguito dello scarso grip fornito dalle Pirelli al finlandese.

"Ad un certo punto ho sentito di essere stato colpito nel posteriore da Bottas. Lui non aveva dove andare mentre io ero già davanti. Ad ogni modo non lo biasimo. Aveva poco grip con le gomme e quando ti trovi in questa condizione è difficile fermare la vettura. Ha effettuato un bloccaggio e ci siamo toccati".

Sebastian ha poi spiegato come abbia affrontato curva 2 consapevole di poter sopravanzare facilmente Bottas e di aver preso ogni precauzione per evitare il contatto.

"Sapevo di avere un passo migliore del suo. Le mie gomme posteriori erano ancora in ottimo stato e quando ho azionato il DRS sapevo che lo avrei superato comodamente all'ingresso di curva 2. Volevo essere certo di non allungare troppo la frenata e quando ho affrontato la curva a sinistra ho sentito il colpo".

L'ala anteriore di Bottas ha colpito la posteriore sinistra di Vettel. La fortuna ha protetto il pilota della Ferrari evitando ogni tipo di foratura e consentendo a Sebastian di poter salire sul secondo gradino del podio e limitare la fuga di Hamilton.

"Sono stato fortunato a recuperare subito la vettura ed a non subire alcuna foratura. La squadra mi ha subito informato che le gomme non avevano problemi ed io ho avuto buone sensazioni dalla macchina sino al termine della gara".

Informazioni aggiuntive di Scott Mitchell

Prossimo Articolo
Bottas penalizzato di 10 secondi per l'entrata su Ricciardo, ma resta quinto

Articolo precedente

Bottas penalizzato di 10 secondi per l'entrata su Ricciardo, ma resta quinto

Prossimo Articolo

Hamilton punge: "La Ferrari ha prestazioni migliori, ma bisogna sfruttarle con la strategia per vincere"

Hamilton punge: "La Ferrari ha prestazioni migliori, ma bisogna sfruttarle con la strategia per vincere"
Carica commenti