Vettel: "Niente da chiarire: con Arrivabene non c'è problema!"

Vettel ci ha tenuto a precisare che il suo rapporto con Maurizio Arrivabene è molto franco e aperto. Il tedesco ammette: "Ci sono state gare in cui non sono stato contento per quanto ho dato, e sono il primo a saperlo".

L’eco delle dichiarazioni rilasciati ieri da Maurizio Arrivabene (in merito a presente e futuro di Sebastian Vettel) in un intervista a Sky, si è amplificato nel paddock di Suzuka anche nella mattinata di oggi. E' stata una tirata d’orecchi o qualcosa in più?

In un momento in salita per la Scuderia, le parole di Arrivabene si sono prestate a molte interpretazioni, ma ventiquattr’ore dopo a fare chiarezza è stato lo stesso pilota tedesco, che ha minimizzato l’accaduto nella tradizionale conferenza stampa di oggi.

“In generale ho un rapporto molto, molto aperto con Maurizio – ha dichiarato Vettel – mi piace il modo in cui ci relazioniamo, se c’è qualcosa che non mi va gliene parlo apertamente, e altrettanto fa lui. So che non ci sono problemi tra noi, quindi non c’è nulla che dobbiamo chiarire".

"Sia il suo obiettivo che il mio è quello di vincere delle gare, cerchiamo la stessa cosa. Detto questo, ci sono state delle gare in questa stagione in cui non sono stato contento per quanto ho dato, e sono il primo a saperlo. E’ stata una stagione con alti e bassi, e a volte i risultati che abbiamo ottenuto non sono stati all’altezza del potenziale che avevamo”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Giappone
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Suzuka
Piloti Sebastian Vettel
Team Ferrari
Articolo di tipo Intervista