Vettel ne ha per tutti, dal ragazzo selfie ai trofei "di m..."

Sebastian Vettel ha elogiato l'innovativa cerimonia del podio del Gran Premio del Messico di Formula 1, anche se non ha apprezzato i trofei "di merda" o il ragazzo con il selfie stick che è salito insieme ai piloti.

Vettel ne ha per tutti, dal ragazzo selfie ai trofei "di m..."

La cerimonia del podio del GP del Messico si svolge nella sezione dello stadio del circuito, al Foro Sol, e quest'anno è stato costruito anche una sorta di ascensore per far salire anche la vettura del vincitore Lewis Hamilton, che è arrivato sul podio proprio insieme alla sua vettura, mentre Vettel e Valtteri Bottas lo attendevano sul podio come di consueto.

Per tutta il fine settimana, il GP del Messico ha offerto delle rappresentazioni vibranti della sua cultura nel paddock e i primi tre sono stati raggiunti sul podio da "Mario Achi", la mascotte del GP, che ha cercato di fare un selfie, ma è stato respinto da Vettel.

 

"Penso che sia stato bello" ha detto Vettel riguardo alla cerimonia. "Non mi è piaciuto però quando il ragazzo selfie ha provato ad entrare nella foto, quindi l'ho respinto. Io comunque non sono un grande appassionato dei selfie".

"Anche portare la macchina sul podio è stato bello. E' un modo carino per coinvolgere tutto lo stadio e la folla".

"Mi è piaciuta la maggior parte delle cose, tranne il selfie e i trofei. E' un peccato. Fai una gara importante, ci hai messo tanto impegno e poi ottieni questi trofei di merda...".

Vettel aveva già criticato i trofei basati sugli sponsor e desidera un ritorno a quelli più tradizionali, piuttosto che quelli troppo legati ad un brand.

Leggi anche:

"In futuro si potrebbe pensare a qualcosa di carino, più tradizionale del Messico, perché è un peccato" ha detto Vettel.

"C'è scritto Heineken dappertutto! Non è necessario avere la stella anche sul trofeo".

"Ci vuole qualcosa di bello come i trofei che c'erano qui quando la Formula 1 correva in passato".

Sul discorso di portare la vettura vincente sul podio, Vettel ha aggiunto: "Non si adatta dappertutto, ma qui ha senso".

Race winner Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 on the podium with the trophy

Race winner Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 on the podium with the trophy

Photo by: Glenn Dunbar / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Verstappen sopra le righe: resta un campione incompiuto

Articolo precedente

Verstappen sopra le righe: resta un campione incompiuto

Prossimo Articolo

Mercedes: lo squarcio nel fondo di Lewis costava due decimi!

Mercedes: lo squarcio nel fondo di Lewis costava due decimi!
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis"

Max Verstappen ha saputo gestire meglio un posteriore instabile per tutti, in occasione del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1. L'olandese allunga in classifica su Hamilton, che lascia Austin con una vera e propria mazzata a livello morale

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia" Prime

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia"

Nuovo video di analisi tecnica di Motorsport.com. Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano quanto accaduto nel sabato di Austin, con una Red Bull che conquista una pole position e una grande occasione. C'è il rischio di ripetere un finale mondiale come Hill/Schumacher nel '94?

Formula 1
24 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida"

Qualifiche strabilianti in quel di Austin, con Max Verstappen che conquista la dodicesima pole della carriera davanti a Lewis Hamilton. Terzo Perez, mentre Charles Leclerc, in virtù della penalità di Bottas, scatterà dalla quarta posizione. Orecchie basse in Mercedes, con una W12 brutta copia di quella vista al venerdì

Formula 1
23 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

Formula 1
22 ott 2021
F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Formula 1
22 ott 2021
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021