Vettel: "Mi aspettavo di avere più carico aerodinamico"

Il tedesco della Ferrari non nasconde la sua delusione per la quantità di carico aerodinamico che pensava essere maggiore e di maggior aiuto anche sul bagnato. Poi aggiunge: "Il nostro assetto non buono per il bagnato".

Vettel: "Mi aspettavo di avere più carico aerodinamico"

A differenza di Leclerc, Sebastian Vettel è riuscito ad accedere in Q3 nelle Qualifiche del GP di Stiria, facendo meglio di una settimana fa quando fu lui a essere eliminato al termine della Q2.

Il tedesco della Ferrari si è però detto deluso di queste Qualifiche, che hanno certificato le difficoltà di una Ferrari nata male sia su pista asciutta che su pista bagnata. Inoltre, gli aggiornamenti arrivati da Maranello che avrebbero dovuto garantire maggior carico aerodinamico, non hanno dato tutti gli effetti sperati.

"Oggi non è stata una buona qualifica. Non quanto sperassimo. Abbiamo visto in tutte e tre le sessioni che abbiamo avuto grosse difficoltà, speravo di avere più downforce", ha dichiarato al termine delle Qualifiche Sebastian Vettel.

"Penso proprio che la nostra macchina non avesse l'assetto giusto per la pioggia ed era difficile far funzionare le gomme. La visuale era ostruita, ma quando non hai la velocità tutto diventa più complicato".

Il momento più complicato per la Ferrari si è rivelato essere il lasso di tempo tra l'ultima parte della Q2 - dove è stato eliminato Leclerc - e l'inizio della Q3. Vettel ha infatti confermato questa impressione.

Leggi anche:

"Abbiamo avuto un sacco di acquaplaning, specialmente alla fine della Q2 e all'inizio della Q3. Non è certo stata una situazione ideale. Dobbiamo imparare più che possiamo da queste qualifiche in vista della prossima sessione bagnata che troveremo durante l'anno".

L'avvio del Mondiale 2020 è stato sino a ora deludente per la Ferrari, almeno dal punto di vista delle prestazioni. Ripetere l'exploit di una settimana fa, a oggi, sembra impossibile, ma Vettel rimane positivo e guarda avanti con fiducia. Forse perché sa di non aver nulla da perdere.

"E' ancora un'annata molto lunga e cercheremo di migliorare di gara in gara. Però il resto è tutto da vedere. Al momento non siamo contenti della nostra posizione, dovremo cercare di tirare fuori tutto dalla macchina".

"Ci aspettavamo molto di più, ma la situazione è questa. Cercheremo di dare il massimo e speriamo che passo dopo passo, aggiornamento dopo aggiornamento, la macchina possa andare meglio. Speriamo di crescere così. Ma quello che abbiamo fatto sino a ora di certo non va bene".

condivisioni
commenti
Verstappen: "Anche senza l'errore non avrei fatto la pole"
Articolo precedente

Verstappen: "Anche senza l'errore non avrei fatto la pole"

Prossimo Articolo

Sainz pensa già alla gara: "Il nostro passo è molto buono"

Sainz pensa già alla gara: "Il nostro passo è molto buono"
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021