Vettel: "Leclerc va bene, io se spingo finisco fuori pista"

Il tedesco ha chiuso il GP del Portogallo in una anonima decima posizione ed ha ammesso candidamente di non riuscire a trovare il feeling con la SF1000 a differenza del suo compagno di team.

Vettel: "Leclerc va bene, io se spingo finisco fuori pista"

E’ una Ferrari dai due volti quella vista in questo weekend in terra portoghese. Se da un lato, infatti, c’è un Charles Leclerc che dopo aver brillato in qualifica è riuscito ad ottenere il quarto posto in gara, dall’altro c’è un Sebastian Vettel che, nonostante gli aggiornamenti recentemente introdotti, non è riuscito ancora a migliorare il suo feeling con la SF1000.

Il tedesco, dopo aver deluso in qualifica non riuscendo a superare la Q2, in gara ha faticato completando i 66 giri previsti in una modesta decima posizione.

Al sabato Vettel aveva disputato una qualifica difficile. Dopo un primo tentativo insufficiente, Seb aveva deciso di tentare di passare il turno nuovamente con gomme gialle per non essere costretto ad avviarsi in gara con le soft, ma l’azzardo non ha pagato.

Vettel, nonostante la partenza fuori dai primi dieci, non ha modificato la propria scelta strategica ed è scattato con le Pirelli medie per poi montare le hard nell’unica sosta effettuata.

Se Vettel fosse partito con le soft per poi montare le medie il risultato sarebbe stato diverso? Difficile a dirsi, specie considerando lo scarso feeling del tedesco con la SF1000 confermato dallo stesso Seb a caldo subito dopo la gara.

“Non so dire se il passo in gara sia stato buono. Ci sono stati alcuni giri nei quali sono andato bene, ma ho avuto troppi alti e bassi ed ho faticato parecchio. Quest’anno per me è stato molto difficile adattarmi a questa vettura, mentre a Charles le cose sembrano andare per il verso giusto. Ho molte più difficoltà nel mettere le cose insieme”.

Nel corso della prima tornata, resa caotica da qualche goccia di pioggia, si è assistito alla grande rimonta dei piloti partiti con le soft, mentre Vettel ha faticato con le gomme scivolando anche di una posizione.

“Il primo giro è stato molto complicato perché non riuscivamo a far entrare le gomme nella giusta finestra di esercizio ed avere fiducia nella vettura. Poi sono riuscito a recuperare, ma il decimo posto finale non è certamente soddisfacente”.

A fine gara Leclerc ha lodato le novità portate dalla Ferrari che sembrano aver fatto prendere la giusta direzione nello sviluppo di una monoposto che resta comunque complicata. Vettel, invece, non è riuscito a trarre beneficio da questi aggiornamenti ed ha indicato nella particolare conformazione del tracciato la ragione del miglioramento odierno della SF1000.

“Gli aggiornamenti che abbiamo portato non sono enormi, sono piccole cose e quindi ci troviamo con una vettura più o meno simile a quella vista ad inizio stagione. Forse questa pista, per qualche strano motivo, si adatta meglio alla vettura. Abbiamo girato con il massimo carico, e solitamente in questa configurazione aerodinamica andiamo meglio”.

Ieri, a fine qualifica, Vettel aveva ammesso candidamente come il suo compagno di team fosse al momento di un’altra categoria ed anche oggi Seb ha voluto confermare questa amara realtà.

“Non credo che Charles stia guidando sopra i problemi della vettura. Sicuramente sta facendo molto bene, è molto veloce e sembra a suo agio, mentre se io provo a spingere un po' di più finisco fuori pista”.

“E’ una situazione complicata, ma le sto provando tutte. Insieme ai miei ingegneri sto cercando in ogni modo di ottenere un miglior feeling ma, nonostante tutto il lavoro, non riesco a trovare una soluzione. Non ho molte altre opzioni, devo continuare semplicemente a dare il massimo”.

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
1/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
2/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 Lance Stroll, Racing Point RP20
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 Lance Stroll, Racing Point RP20
3/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
4/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Kevin Magnussen, Haas VF-20
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Kevin Magnussen, Haas VF-20
5/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20, Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Lance Stroll, Racing Point RP20, Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
6/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
7/22

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
8/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
9/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
10/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
11/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
12/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
13/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
14/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
15/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Charles Leclerc, Ferrari SF1000
16/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
17/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
18/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
19/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
20/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
21/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
22/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Leclerc: "Miglior gara del 2020. Stiamo migliorando e si vede"
Articolo precedente

Leclerc: "Miglior gara del 2020. Stiamo migliorando e si vede"

Prossimo Articolo

Binotto sollevato: "Ora sappiamo la direzione da prendere"

Binotto sollevato: "Ora sappiamo la direzione da prendere"
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021