Vettel: "Fare come Michael Schumacher sarebbe stupendo"

Vettel: "Fare come Michael Schumacher sarebbe stupendo"

Il tedesco spera di emulare anche solo in parte il connazionale e si è detto felice di quanto fatto nel 2015

A poche ore dagli elogi e dalla comparazione con Michael Schumacher da parte di James Allison, direttore tecnico della Scuderia Ferrari, Sebastian Vettel ha concesso un'intervista al quotidiano madrileno AS, in cui ha ammesso quanto gli piacerebbe riuscire a emulare anche solo in parte quanto Il connazionale sette volte iridatò riuscì a fare con il team di Maranello.

"Se riuscissi a fare anche solo in parte quello che Michael ha fatto sarebbe stupendo. Lui e il team fecero un vero e proprio miracolo in quel periodo storico. Ripetere le sue gesta? Non lo so. Non credo sia impossibile, ma sarà impossibile copiare quanto realizzò lui in quegli anni. Credo che ognuno debba provare a fare il suo, ma sarebbe bellissimo raggiungere anche solo in parte quanto fatto da Schumacher".

Dopo aver parlato delle sue speranze future sotto l'insegna del Cavallino Rampante, Vettel ha volto lo sguardo alla stagione terminata da poche settimane, in cui ha colto tre vittorie al suo primo anno in Ferrari e ben 13 podi complessivi. "Credo che il 2015 sia stato un grande anno per me, ma anche per il team. Sia io che la Ferrari venivamo da un 2014 avaro di soddisfazioni. Fare ciò che abbiamo realizzato nel 2015 è stata una grande cosa, perché molto è cambiato. Alcuni se ne sono andati, altri sono approdati a Maranello. Altri ancora hanno cambiato ruolo all'interno dell'organizzazione del team".

"Era molto importante raccogliere subito risultati importanti in questa stagione", ha proseguito il ventottenne. "Dovevamo dare un segnale preciso riguardo al nostro progetto per i prossimi anni. Tornare davanti un'altra volta. Sappiamo dove vogliamo arrivare e anche la direzione giusta da seguire".

Sebastian non si nasconde. Cercherà di vincere il titolo già nel 2016, nonostante questo possa sembrare un obiettivo ancora fuori portata per chiunque, perché Mercedes si presenterà con i favori del pronostico anche nella prossima stagione dopo il dominio degli ultimi due anni. "Speriamo di riuscirci. E' il nostro obiettivo finale. Tutto quello che facciamo, non solo in pista ma anche in fabbrica, è accelerare i tempi per avvicinarci alla vetta e lottare costantemente per la vittoria. Sappiamo che questo possa risultare un obiettivo ambizioso perché il gap con Mercedes esiste, ma faremo di tutto per colmarlo".

Per concludere, il quattro volte iridato parla della pressione e della responsabilità che sente nel dover condurre la Ferrari a tornare ai vertici della Formula 1: "Noi piloti abbiamo molta responsabilità sulla competitività della vettura. Certo, la vettura è importante, ma il pilota migliore guida la vettura più performante. E' anche responsabilità del pilota creare la miglior vettura possibile. Bisogna investire tempo ed energie con il team per migliorare il pacchetto motore-monoposto. A volte il pilota aiuta in maniera significativa, altre meno, ma credo che il pilota abbia un ruolo importante nel processo di preparazione di una vettura".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Michael Schumacher , Sebastian Vettel
Team Ferrari
Articolo di tipo Ultime notizie