Vettel difende la Ferrari: "La scelta delle intermedie? Una decisione condivisa"

condivisioni
commenti
Vettel difende la Ferrari:
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
06 ott 2018, 08:22

Sebastian Vettel dovrà prendere il via del GP del Giappone dalla nona casella dopo l'errore strategico del muretto Ferrari di farlo partire in Q3 con le intermedie. Il tedesco ha tutelato il team parlando di una scelta condivisa da tutti.

Gli ingegneri Ferrarispostano la monoposto di Sebastian Vettel, Ferrari SF71H, in pit lane
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H, bloccaggio
ingegneri a lavoro sulla monoposto di Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari

Serviva un risultato incoraggiante, una prestazione in qualifica che spazzasse via i dubbi delle ultime gare, e le prestazioni viste sino al Q2 facevano ben sperare.

Poi il caos in Q3. Il cielo che diventa sempre più nuvoloso, le prime gocce d’acqua che iniziano a bagnare l’asfalto di Suzuka al termine del Q2 e le Ferrari di Vettel e Raikkonen uniche monoposto a scendere in pista con le gomme intermedie.

Una scelta apparsa subito controversa, se non sbagliata, e che è costata soprattutto al tedesco la possibilità di artigliare una prima fila ampiamente alla sua portata.

I due piloti del team di Maranello si sono subito accorti di aver adottato una gomma non adatta alle condizioni di un tracciato ancora prevalentemente asciutto e sono stati così costretti a percorrere un intero giro, tornare ai box e montare le slick.

Rientrati in pista con le Pirelli da asciutto, Vettel e Raikkonen hanno trovato ad attenderli la pioggia ed è stato così palese il grave errore strategico commesso dalla Ferrari.

Se il finlandese è riuscito a salvare la giornata conquistando il quarto tempo, Vettel ha pagato a caro prezzo la scelta di iniziare il turno con le intermedie concludendo la sessione con il nono riferimento di giornata dopo un errore alla Spoon.

Leggi anche:

Il tedesco è giunto davanti ai microfoni della stampa con un volto molto tirato, nervoso, ma, come sempre, ha preferito tutelare la squadra parlando di decisione condivisa.

“Abbiamo preso questa decisione insieme. Non importa chi fa la scelta, non è solo una persona che prende questa decisione. Ero concorde nell’utilizzare la gomma intermedia. Purtroppo si è rivelata una scelta sbagliata”.

Vettel ha spiegato il perché il team abbia optato per affrontare il Q3 sin dall’inizio con le intermedie. Secondo il quattro volte campione del mondo, in Ferrari era data per certo l’arrivo della pioggia nei minuti iniziali del turno.

“Non ci sono molti modi di interpretare questa scelta. Stava per piovere ed abbiamo pensato che sarebbe aumentata l’intensità della pioggia. Alla fine ha piovuto solamente nei minuti finali”.

Sebastian ha parlato da vero uomo squadra, evitando di rilasciare commenti negativi per tutelare ogni componente del team in una fase del campionato in cui il nervosismo e gli errori strategici stanno diventando sempre più frequenti.

“Se avesse piovuto cinque minuti prima sarebbe stata una storia diversa, saremmo stati degli eroi con una idea geniale mentre adesso sembriamo degli idioti. Si può analizzare questa scelta da varie prospettive. Sono cose che succedono”.

“Non è stata certamente la nostra miglior sessione di qualifiche, ci sono state altre situazioni simili a quella di oggi. La decisione è stata presa a livello di team e come team ci assumiamo tutti la responsabilità”.

Prossimo articolo Formula 1
F1: Hamilton festeggia l'80esima pole in Giappone, disastro Ferrari

Articolo precedente

F1: Hamilton festeggia l'80esima pole in Giappone, disastro Ferrari

Prossimo Articolo

Raikkonen: "Il quarto tempo è stato il massimo con le gomme slick in queste condizioni"

Raikkonen: "Il quarto tempo è stato il massimo con le gomme slick in queste condizioni"
Carica commenti