Vettel: "Che peccato non aver vinto, ma andiamo molto forte"

Sebastian Vettel domina la gara per 19 giri, poi, dopo l'interruzione dovuta a un brutto incidente tra Gutierrez e Alonso, la Ferrari sbaglia strategia e il tedesco chiude terzo.

A un passo dalla vittoria. Nessuno sarebbe stato in grado di pronosticarlo dopo le Qualifiche di ieri, invece oggi Sebastian Vettel e la Ferrari hanno davvero sfiorato la vittoria all'esordio nel Mondiale 2016 con la SF16-H, nel Gran Premio d'Australia, terminando al terzo posto dietro le due Mercedes.

La partenza è stata strepitosa, con il tedesco che si è infilato tra le Mercedes di Hamilton e Rosberg, conducendo con autorità la corsa per i primi 19 giri, prima dell'interruzione della gara dovuta al terribile incidente che ha coinvolto Esteban Gutierrez e Fernando Alonso.

"Naturalmente lo scorso io e la Ferrari arrivammo qui dopo una stagione molto complessa. Il podio dello scorso anno fu un buon risultato ed eravamo molto contenti. Quest'anno volevamo di più. Ieri volevamo essere più vicini alle Mercedes, ma credo che l'ottima notizia di oggi sia stata la grande partenza che abbiamo fatto e poi siamo rimasti davanti. Non potevamo chiedere di meglio.

"Siamo riusciti a imporre e dettare il ritmo della gara. Poi la bandiera rossa di certo non ci ha aiutati. La cosa più importante, però, è che Esteban e Fernando siano illesi. I commissari hanno preso ovviamente la decisione più corretta possibile, la bandiera rossa era giusta".

Per quanto riguarda la strategia scelta dalla Ferrari a gara interrotta, Vettel non ha problemi ad ammettere l'errore commesso e si prende anche la sua parte di responsabilità:
"Possiamo dire che avremmo dovuto fare meglio nella strategia nel momento in cui la corsa era ferma, ma i ragazzi del team hanno fatto questa scelta e io ero d'accordo con loro".

Leggi anche

Raikkonen ha rotto il turbo

"Non ha funzionato, ma sappiamo che non siamo ancora dove vorremmo essere. Allo stesso tempo abbiamo visto che andiamo molto meglio. C'è molto lavoro da fare, ma penso che siamo sulla strada giusta. Questa vettura ci dà molte più possibilità di lavorare rispetto a quella dello scorso anno. E' naturale volere la vittoria quando sei così vicino ad ottenerla. Non ce l'abbiamo fatta, non possiamo essere contenti del tutto, ma l'inzio è stato buono".

Per concludere, Sebastian ha voluto caricare il suo team, ricordando che le Rosse si sono mostrate molto forti e che la SF16-H può crescere molto nel corso della stagione:
"Credo che specialmente oggi fossimo veramente forti. Ieri invece ci mancava qualcosa in termini di prestazioni. Ci sono delle cose su cui sappiamo di dover lavorare ma oggi eravamo in una situazione migliore. Poi la strategia tra noi e loro è stata diversa, quindi è difficile comparare il passo puro delle due monoposto. La cosa positiva è che non ci hanno superato come invece hanno fatto a volte lo scorso anno. Abbiamo dimostrato di essere molto forti. Il nostro passo gara era molto buono".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Australia
Sub-evento Domenica
Circuito Albert Park Circuit
Piloti Sebastian Vettel
Team Ferrari
Articolo di tipo Intervista