Vettel: "Boicottare i GP? No, corriamo uniti contro il razzismo"

Vettel continua a essere accanto a Hamilton nella lotta al razzismo, ma, così come Lewis, pensa che il modo migliore per mandare segnali sia continuare a correre e avere altre iniziative per migliorare le cose a livello sociale.

Vettel: "Boicottare i GP? No, corriamo uniti contro il razzismo"

La presa di posizione dei giocatori della NBA, che hanno decidso di boicottare tre partite in segno di protesta contro la brutalità della polizia statunitense nei confronti degli afroamericani, è stato argomento di discussione nelle conferenze stampa tenutesi alla vigilia del Gran Premio del Belgio.

I piloti di Formula 1 stanno portando avanti dalla prima gara del Mondiale 2020 un’iniziativa di supporto al movimento ‘Black Lives Matter’ proposta inizialmente da Lewis Hamilton e fatta propria da tutto lo schieramento.

A parlarne ieri è stato anche Sebastian Vettel, che ha chiarito lo spirito con cui ha preso forma e prosegue l’iniziativa presa dai piloti di Formula 1 rispondendo anche alla possibilità che possa prendere forma la minaccia di boicottaggio di un Gran Premio. “Se mai dovesse essere presa una decisione di questa portata sarebbe ovviamente concordata insieme con tutti gli altri piloti – ha spiegato Vettel - parliamo spesso e ci confrontiamo su aspetti che riteniamo importanti, e credo che siamo cresciuti insieme, intendo come gruppo di piloti, che comprende ovviamente ragazzi più esperti come più giovani. Non credo che ora abbia senso arrivare fino a questo punto, non abbiamo mai parlato tra noi piloti di boicottare una corsa. Ma siamo sempre aperti a confrontarci se non siamo contenti di qualcosa, e ad agire di conseguenza”.

Leggi anche:

Poi Vettel è entrato nel merito della posizione dei piloti in merito all’iniziativa che stanno portando avanti gara dopo gara. “Quella del razzismo è una battaglia che tanta gente nel mondo sta combattendo da molto tempo – ha spiegato - in vari contesti sportivi ci sono azioni che vengono intraprese per inviare un messaggio, e noi stiamo facendo la nostra parte, nella speranza di trasmettere un messaggio forte".

"Abbiamo iniziato la prima gara, dopo un periodo molto difficile per tutti, ma la nostra volontà è chiara, vogliamo andare avanti perché non siamo davanti ad un problema che sparisce dall’oggi al domani. Non credo sia rilevante se ci sono piloti che decidono di inginocchiarsi ed altri che non se la sentono, ciò che conta è che tutti siamo uniti nel voler continuare ad inviare un messaggio, crediamo che sia importante, ed è ciò che stiamo facendo. Se chiedete per quanto tempo continueremo, oggi non c’è una risposta”.

“Le misure che sono state prese negli Stati Uniti – ha concluso Vettel - dove alcuno sportivi hanno deciso di boicottare degli eventi, penso che siano risposte specifiche che prendono forma in quel paese. Non conosco il contesto in modo completo, ma credo che nel nostro mondo dei motori siamo contenti di andare avanti con le nostre azioni, e vogliamo continuare a inviare quel messaggio".

"Detto questo, sappiamo che non le cose non cambiano alla velocità che vorremmo, e fa parte nostra c’è solo un contributo molto piccolo, ma la speranza è che tutti coloro che seguono il nostro sport ricevano il messaggio e lo facciano loro nei passi che ognuno di noi fa nella propria vita. Per quanto siano molto importanti le manifestazioni pubbliche, credo che lo sia ancora di più ciò che si fa a telecamere spente. Questo è vero per noi che siamo sotto i riflettori durante i weekend di gara, ma anche per tutti gli altri”.

condivisioni
commenti
F1, è involuzione britannica: da padroni a... scomparsi!

Articolo precedente

F1, è involuzione britannica: da padroni a... scomparsi!

Prossimo Articolo

LIVE Formula 1, GP del Belgio: Libere 1

LIVE Formula 1, GP del Belgio: Libere 1
Carica commenti
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021
Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021