Vettel: "Bella rimonta, ma mi dispiace per Kimi, Kvyat ha esagerato"

Sebastian Vettel gioisce per il secondo posto cinese, ma l'incidente con Raikkonen al via ancora non gli va giù. E punta il dito contro un Kvyat troppo aggressivo...

E' un Sebastian Vettel in versione agrodolce quello che si presenta ai microfoni nel post-gara del GP di Cina.

Il tedesco, scattato quarto in griglia, alla prima curva è stato protagonista di un contatto con il compagno di squadra Kimi Raikkonen, il quale si è ritrovato con la vettura seriamente danneggiata e costretto ad una rimonta dal fondo.

Anche Seb, però, non aveva una Ferrari integra, il che lo ha costretto a fermarsi ai box per sostituire l'ala anteriore. Una volta rientrato in azione, il quattro volte Campione del Mondo ha recuperato posizioni con grinta, ma a fine gara si è subito diretto da Daniil Kvyat, reo secondo lui di essere la causa principale dell'episodio che poi lo ha portato al contatto con Kimi.

"Ammetto che la mia partenza non è stata perfetta, ho visto che Kimi era andato largo e ho cercato di approfittarne per superarlo all'interno, ma Kvyat ha fatto la stessa cosa con me - spiega Vettel - Kimi ha stretto la traiettoria e mi sono trovato in mezzo, a quel punto non potevo fare più nulla, anche perché Daniil è veramente entrato a grandissima velocità, secondo me forzando il sorpasso. Con lui ho parlato subito dopo la gara, a mio parere ha esagerato e ci ha rimesso un'altra Ferrari".

La gioia di Seb per il secondo posto è parzialmente oscurata dal dispiacere di aver mandato quasi K.O. Raikkonen.

"Nel contatto mi si è leggermente piegato lo sterzo, mi è dispiaciuto tantissimo per Kimi, siamo compagni di squadra e chi ci ha rimesso è stato il team. Una volta tagliato il traguardo ho chiesto perdono via radio. Comunque la gara è stata bella, ho fatto tantissimi sorpassi e mi sono divertito. La vettura era molto veloce e ringrazio la squadra per avermi dato un mezzo competitivo".

Vettel ha anche rischiato di dover sostituire nuovamente l'ala anteriore, ancora parzialmente in pezzi dopo un altro contatto.

"L'ingresso della Safety Car mi ha permesso di cambiare l'ala anteriore rotta nel contatto con Kimi, poi mi hanno detto via radio che anche quella nuova si era danneggiata in un contatto successivo con Bottas; non me ne ero accorto, ma il passo era buono e sono riuscito a fare la rimonta grazie anche alle gomme super-soft. Una rimonta incredibile, davvero, ho passato macchine a ripetizione ed è l'unica cosa di cui sono soddisfatto oggi".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP della Cina
Sub-evento Domenica, gara
Circuito Shanghai International Circuit
Piloti Sebastian Vettel
Team Ferrari
Articolo di tipo Intervista