Vettel accusa Leclerc: "Abbiamo rischiato un incidente"

Il tedesco ha accusato il suo compagno di team di aver rischiato troppo in partenza e di essere stato costretto a lasciargli spazio per evitare il bis della partenza della Stiria.

Vettel accusa Leclerc: "Abbiamo rischiato un incidente"

Il Gran Premio del Bahrain non resterà certamente nella memoria dei tifosi della Ferrari. Che il tracciato di Sahkir fosse ostico per la poco competitiva SF1000 era cosa nota già prima della partenza, ma la sofferenza vista in gara ha riportato il team di Maranello indietro di qualche mese.

Se in Turchia, complice un asfalto privo di grip, Vettel e Leclerc erano riusciti ad ottenere il terzo ed il quarto posto, oggi in Bahrain il tedesco ha chiuso in tredicesima posizione mentre il monegasco ha conquistato un misero punto messo in palio dal decimo posto.

Non sono, però, solo le prestazioni della SF1000 a creare grattacapi ai vertici della Scuderia. Anche i rapporti tra i due piloti, che si interromperanno ad Abu Dhabi quando Vettel dirà addio alla Ferrari per iniziare la nuova avventura in Aston Martin, sembrano sempre più tesi.

In occasione della seconda partenza, infatti, Vettel si è sfogato via radio con il suo muretto accusando Leclerc di aver ripetuto la stessa manovra azzardata già vista in Stiria.

In quell’occasione la rossa numero 16, complice un grave errore in staccata del monegasco, è finita addosso alla vettura del tedesco costringendo entrambi i piloti ad un mesto ritiro. Oggi, invece, Vettel ha lasciato lo spazio al monegasco per evitare un nuovo patatrac.

Seb non ha usato alcuna diplomazia quando è giunto davanti ai microfoni della stampa ed ha accusato il suo compagno di team di essere stato eccessivamente aggressivo sia al primo che al secondo start.

“La prima partenza è stata addirittura peggio della prima. Al primo via aveva l’esterno, eravamo vicini ma non avevo spazio, mentre nella seconda ha fatto una manovra non necessaria”.

Rivedendo le immagini della seconda partenza le critiche di Vettel sono sembrate esagerate. Leclerc, infatti, è stato autore di un ottimo avvio ed ha trovato davanti a sé un’autostrada libera, mentre Vettel non ha chiuso l’interno consentendo a Charles di inserirsi per poi passarlo.

Seb, però, ha spiegato di aver lasciato volutamente la porta aperta per evitare un contatto con il suo compagno di squadra

“C’era a malapena lo spazio per passare e quel varco gliel’ho lasciato io perché sono stato attento a non provocare un incidente”.

Chiusa l’analisi della partenza, Vettel ha poi voluto parlare di una gara da dimenticare. Il tedesco, autore anche di un inspiegabile testacoda all’inizio, ha sofferto con ogni tipo di mescola trovandosi tra le mani una SF1000 lontana parente di quella molto più vicina al suo stile di guida ammirata negli ultimi appuntamenti.

“Dopo quell’episodio ho perso tanto terreno. Ho faticato con le gomme. E’ stato un gran premio piuttosto difficile. Anche la vettura era difficile da guidare”.

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
1/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
2/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
3/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
4/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
5/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
6/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01, Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01, Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
7/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
8/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
9/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
10/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Charles Leclerc, Ferrari SF1000
11/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
12/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
13/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
14/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
15/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20, Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, Kevin Magnussen, Haas VF-20, e Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Lance Stroll, Racing Point RP20, Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, Kevin Magnussen, Haas VF-20, e Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
16/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, e Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, e Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
17/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, e Kevin Magnussen, Haas VF-20
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, e Kevin Magnussen, Haas VF-20
18/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, in battaglia con Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, in battaglia con Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
19/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, in battaglia con Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, in battaglia con Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
20/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Ferrari, Binotto: "In Bahrain abbiamo sofferto sin dal primo giro delle FP1"
Articolo precedente

Ferrari, Binotto: "In Bahrain abbiamo sofferto sin dal primo giro delle FP1"

Prossimo Articolo

Video Grosjean: ma cosa ha causato il terribile crash?

Video Grosjean: ma cosa ha causato il terribile crash?
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021