Formula 1
09 mag
Prossimo evento tra
60 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
99 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
109 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
116 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
130 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
144 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
172 giorni
02 set
Prossimo evento tra
179 giorni
09 set
Prossimo evento tra
186 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
200 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
207 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
214 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
228 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
235 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
271 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
280 giorni

Vettel accusa Leclerc: "Abbiamo rischiato un incidente"

Il tedesco ha accusato il suo compagno di team di aver rischiato troppo in partenza e di essere stato costretto a lasciargli spazio per evitare il bis della partenza della Stiria.

Vettel accusa Leclerc: "Abbiamo rischiato un incidente"

Il Gran Premio del Bahrain non resterà certamente nella memoria dei tifosi della Ferrari. Che il tracciato di Sahkir fosse ostico per la poco competitiva SF1000 era cosa nota già prima della partenza, ma la sofferenza vista in gara ha riportato il team di Maranello indietro di qualche mese.

Se in Turchia, complice un asfalto privo di grip, Vettel e Leclerc erano riusciti ad ottenere il terzo ed il quarto posto, oggi in Bahrain il tedesco ha chiuso in tredicesima posizione mentre il monegasco ha conquistato un misero punto messo in palio dal decimo posto.

Non sono, però, solo le prestazioni della SF1000 a creare grattacapi ai vertici della Scuderia. Anche i rapporti tra i due piloti, che si interromperanno ad Abu Dhabi quando Vettel dirà addio alla Ferrari per iniziare la nuova avventura in Aston Martin, sembrano sempre più tesi.

In occasione della seconda partenza, infatti, Vettel si è sfogato via radio con il suo muretto accusando Leclerc di aver ripetuto la stessa manovra azzardata già vista in Stiria.

In quell’occasione la rossa numero 16, complice un grave errore in staccata del monegasco, è finita addosso alla vettura del tedesco costringendo entrambi i piloti ad un mesto ritiro. Oggi, invece, Vettel ha lasciato lo spazio al monegasco per evitare un nuovo patatrac.

Seb non ha usato alcuna diplomazia quando è giunto davanti ai microfoni della stampa ed ha accusato il suo compagno di team di essere stato eccessivamente aggressivo sia al primo che al secondo start.

“La prima partenza è stata addirittura peggio della prima. Al primo via aveva l’esterno, eravamo vicini ma non avevo spazio, mentre nella seconda ha fatto una manovra non necessaria”.

Rivedendo le immagini della seconda partenza le critiche di Vettel sono sembrate esagerate. Leclerc, infatti, è stato autore di un ottimo avvio ed ha trovato davanti a sé un’autostrada libera, mentre Vettel non ha chiuso l’interno consentendo a Charles di inserirsi per poi passarlo.

Seb, però, ha spiegato di aver lasciato volutamente la porta aperta per evitare un contatto con il suo compagno di squadra

“C’era a malapena lo spazio per passare e quel varco gliel’ho lasciato io perché sono stato attento a non provocare un incidente”.

Chiusa l’analisi della partenza, Vettel ha poi voluto parlare di una gara da dimenticare. Il tedesco, autore anche di un inspiegabile testacoda all’inizio, ha sofferto con ogni tipo di mescola trovandosi tra le mani una SF1000 lontana parente di quella molto più vicina al suo stile di guida ammirata negli ultimi appuntamenti.

“Dopo quell’episodio ho perso tanto terreno. Ho faticato con le gomme. E’ stato un gran premio piuttosto difficile. Anche la vettura era difficile da guidare”.

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
1/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
2/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
3/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
4/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
5/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
6/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01, Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01, Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
7/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
8/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
9/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
10/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Charles Leclerc, Ferrari SF1000
11/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
12/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
13/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
14/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
15/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20, Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, Kevin Magnussen, Haas VF-20, e Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Lance Stroll, Racing Point RP20, Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, Kevin Magnussen, Haas VF-20, e Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
16/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, e Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, e Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
17/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, e Kevin Magnussen, Haas VF-20

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, e Kevin Magnussen, Haas VF-20
18/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, in battaglia con Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, in battaglia con Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
19/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, in battaglia con Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, in battaglia con Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
20/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Ferrari, Binotto: "In Bahrain abbiamo sofferto sin dal primo giro delle FP1"

Articolo precedente

Ferrari, Binotto: "In Bahrain abbiamo sofferto sin dal primo giro delle FP1"

Prossimo Articolo

Video Grosjean: ma cosa ha causato il terribile crash?

Video Grosjean: ma cosa ha causato il terribile crash?
Carica commenti
Perché l'arrivo di Aston Martin in F1 è molto più di una livrea Prime

Perché l'arrivo di Aston Martin in F1 è molto più di una livrea

La presentazione più attesa della Formula 1 era sicuramente quella della Aston Martin e i cambiamenti dicono che c'è molto di più di una fantastica livrea, perché l'idea è quella di creare solide fondamenta, più che ripartire da un team già avviato.

Perché la Haas sta sacrificando la sua stagione 2021 Prime

Perché la Haas sta sacrificando la sua stagione 2021

La Haas affronterà il 2021 senza portare alcun aggiornamento aerodinamico sulla sua monoposto. Il team ha deciso di puntare tutto sul 2022, preservando le risorse economiche. Sarà la scelta giusta?

Aston Martin AMR21: è l’arma di Vettel per tornare grande? Prime

Aston Martin AMR21: è l’arma di Vettel per tornare grande?

L'Aston Martin AMR21 è la monoposto che segna il rientro del costruttore inglese in Formula 1. I punti di contatto con Mercedes W11 e W12 sono evidenti, a prima vista, ma andando nello specifico vediamo come certe soluzioni abbiano preso direzione propria. Sarà la monoposto che permetterà a Sebastian Vettel di potersi rilanciare dopo ultime stagioni opache in Ferrari?

Formula 1
4 mar 2021
Alpine A521: può essere l’arma vincente di Alonso? Prime

Alpine A521: può essere l’arma vincente di Alonso?

L'Alpine A521 succede alla Renault R.S.20, andando a riprenderne molti dei punti di forza senza tuttavia evolverli. Andiamo a conoscere più da vicino il team di Enstone che riporta in F1 Fernando Alonso e che, in questa stagione, sarà diretto da Davide Brivio

Formula 1
4 mar 2021
F1 Stories: Lella Lombardi, l'unica Prime

F1 Stories: Lella Lombardi, l'unica

Il 3 marzo del 1992 ci lasciava Lella Lombardi, l'unica donna a conquistare punti nella storia della Formula1. Riviviamo la sua storia, la sua impresa, e il suo più grande amore: le corse.

Formula 1
3 mar 2021
Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare Prime

Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare

La Mercedes W12 è una monoposto che va ad estremizzare alcuni concetti visti sulla W11 ma anche sulla concorrenza. Gli attenti uomini guidati da James Allison sono andati alla ricerca del carico perduto - per motivi regolamentari - al retrotreno, massimizzando l'effetto Coanda. Ma non solo...

Formula 1
3 mar 2021
I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1 Prime

I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1

23 gare sono troppe? La Red Bull riuscirà a lottare con la Mercedes? Sainz sarà al livello di Leclerc in Ferrari? Karun Chandhok ha analizzato i 10 punti interrogativi della stagione 2021 di Formula 1.

Formula 1
2 mar 2021
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021