Vettel: "L'Aston Martin è promettente, ma devo abituarmi"

Il pilota tedesco oggi è stato sfortunato, perché ha potuto completare solamente pochi giri a causa di un problema al cambio, che ha rallentato il suo adattamento sia alla squadra che alla monoposto dell'Aston Martin, che comunque ritiene abbia un grande potenziale.

Vettel: "L'Aston Martin è promettente, ma devo abituarmi"

Sebastian Vettel era stato uno dei piloti che si erano espressi in modo molto chiaro contro la riduzione dei test pre-campionato. Un giorno e mezzo di prove non era ritenuto sufficiente da Seb per preparare un Mondiale, soprattutto per chi (come lui) si trova a dover familiarizzare con un pacchetto tutto nuovo, ovvero squadra, monoposto e motore.

A complicare le cose è arrivato per Vettel un ulteriore taglio al tempo a disposizione, a causa di un problema al cambio che oggi lo ha costretto ad assistere alla sessione del mattino dai box dell’Aston Martin. Alla fine sono stati solo dieci i giri coperti da Sebastian, e per un pilota come lui, abituato ad analizzare tutto nei minimi dettagli, è un bel grattacapo. Ora spera nel pomeriggio di domani, le ultime 4 ore a disposizione per preparare il suo primo weekend di gara in tuta verde.

Quanto sei deluso dal non essere riuscito a sfruttare al meglio queste prove a causa dei problemi tecnici?
“Le ultime ore sono state sicuramente molto impegnative, per me e per tutta la squadra. Sfortunatamente non abbiamo avuto una mattinata semplice, il problema riscontrato al cambio ci ha costretto alla sua sostituzione, e questo ci è costato un bel po' di tempo in termini di programma di lavoro in pista. Ieri però è stata una giornata molto interessante, la macchina sembra molto promettente, ma ci sono ancora diverse cose a cui devo abituarmi. Nel mio caso devo familiarizzare sia con una nuova monoposto che con una nuova power unit, e questo richiede un po' di tempo”.

Sei sicuro del potenziale della monoposto? Credi che sarà competitiva?
“Sì, sono abbastanza sicuro. Ora spero di poter avere una buona mezza giornata domani, mi sarebbe piaciuto avere a disposizione una maggiore mole di dati, ma non possiamo farci nulla. Ripartiamo domani e vediamo, ci aspetta una lunga stagione e sono sicuro che andrà bene”.

Leggi anche:

Cosa ci dici della power unit Mercedes nel confronto con gli altri motori che hai guidato?
“È tutto molto diverso, ma non ho intenzione di fare confronti. È una questione di rispetto per i vari costruttori, qualcosa che non ho mai fatto in passato e non farò certo ora”.

Recentemente hai sottolineato che i tuoi problemi di feeling con la stabilità posteriore non ottimale sono stati ingigantiti dai media. In merito a questo aspetto, hai avvertito un feeling diverso nei primi giri al volante dell’Aston Martin?
“Parliamo di una monoposto diversa, che richiede una guida diversa. Ma non ho ancora avuto a disposizione molto tempo per prendere le misure in modo completo alla vettura, ci sono ancora degli aspetti a cui mi devo adattare, dettagli, ma che alla fine fanno la differenza. Credo che tutti i piloti in pista avrebbero voluto avere la possibilità di poter girare di più, ma ci dobbiamo adattare, al momento spero solo di aver un buon pomeriggio domani per recuperare un po' del tempo perso oggi”.

Sei un po' colpito da quanto tempo ed energia richieda il processo di inserimento ed apprendimento in una nuova squadra?
“Entri in un nuovo ambiente, con nuove persone e dei modi differenti di operare, quindi più tempo hai a disposizione e meglio è. Penso che sia abbastanza normale arrivare alla conclusione che ci voglia più di un giorno e mezzo di prove per preparare una stagione e familiarizzare con un nuovo team ed una nuova monoposto. Ovviamente ci attende una lunga stagione, miglioreremo chilometro dopo chilometro, ma ambientarsi velocemente è sempre un aspetto importante. È un periodo molto impegnativo, ma mi sto divertendo”.

In queste prime settimane di lavoro in Aston Martin, ti sei adattato completamente alle procedure della squadra o hai suggerito qualcosa di nuovo basandoti sulle tue esperienze precedenti?
“Un mix dei due aspetti, anche se finora c’è stato pochissimo tempo per valutare il cambiamento di procedure ed altri aspetti. Sto cercando di capire a cosa è abituato il team e quali sono le loro procedure, cercando di identificare le differenze rispetto a ciò a che ho fatto in passato. Alcune cose si cambiano velocemente, tipo dei dettagli relativi al confort di guida, altri aspetti richiedono più tempo, ma siamo solo all’inizio, ci sarà tempo per tutto. Ho trovato professionisti molto capaci e con lo spirito giusto, avremo modo di lavorare insieme trovando i migliori compromessi”.

Sebastian Vettel, Aston Martin, parla con i media

Sebastian Vettel, Aston Martin, parla con i media
1/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
2/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
3/48

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
4/48

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
5/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
6/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
7/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
8/48

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
9/48

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
10/48

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
11/48

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
12/48

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
13/48

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
14/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
15/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
16/48

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin e Lance Stroll, Aston Martin

Sebastian Vettel, Aston Martin e Lance Stroll, Aston Martin
17/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21, torna ai box

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21, torna ai box
18/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
19/48

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
20/48

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
21/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin

Sebastian Vettel, Aston Martin
22/48

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
23/48

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
24/48

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
25/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
26/48

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
27/48

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
28/48

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
29/48

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin

Sebastian Vettel, Aston Martin
30/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin

Sebastian Vettel, Aston Martin
31/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin

Sebastian Vettel, Aston Martin
32/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
33/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
34/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
35/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
36/48

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21, entra nella sua monoposto

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21, entra nella sua monoposto
37/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
38/48

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
39/48

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
40/48

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
41/48

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21, entra nella sua monoposto

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21, entra nella sua monoposto
42/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin, nel garage

Sebastian Vettel, Aston Martin, nel garage
43/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
44/48

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
45/48

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
46/48

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21
47/48

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

I caschi di Sebastian Vettel, Aston Martin e Lance Stroll, Aston Martin

I caschi di Sebastian Vettel, Aston Martin e Lance Stroll, Aston Martin
48/48

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Brawn: "Proveremo la Sprint Race per riempire il weekend"

Articolo precedente

Brawn: "Proveremo la Sprint Race per riempire il weekend"

Prossimo Articolo

F1, Test Bahrain, Day 2: Bottas risveglia la Mercedes

F1, Test Bahrain, Day 2: Bottas risveglia la Mercedes
Carica commenti
F1 Stories: Hesketh, l'antesignano del glamour in Formula 1 Prime

F1 Stories: Hesketh, l'antesignano del glamour in Formula 1

Il suo simbolo era un simpatico orsetto giallo, con tanto di casco. Rolls Royce, aerei privati, yacht, banchetti con aragoste e champagne: questo, e molto altro, era la Hesketh Racing. Ripercorriamo insieme la storia, e la prima vittoria, del team più stravagante e glamour della Formula 1.

La "Waterloo" Ferrari in Francia nella nostra animazione grafica Prime

La "Waterloo" Ferrari in Francia nella nostra animazione grafica

In questa nostra consueta animazione grafica, mettiamo in luce gli aspetti chiave del Gran premio di Francia di Formula 1. Oltre ovviamente alla prepotente vittoria di Verstappen, va evidenziato come le due Ferrari di sainz e Leclerc, con il passar del tempo, sprofondavano sempre più in classifica

Minardi: “Salvo Hamilton, sprofondano i ferraristi” Prime

Minardi: “Salvo Hamilton, sprofondano i ferraristi”

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio di Francia di Formula 1 corso sul tracciato del Paul Ricard. Ovviamente, sempre in compagnia di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi

Bobbi: "Gomme in overheating il motivo del disastro Ferrari" Prime

Bobbi: "Gomme in overheating il motivo del disastro Ferrari"

Andiamo ad analizzare insieme a Matteo Bobbi e Marco Congiu il Gran Premio di Francia di Formula 1 in questa nuova puntata del podcast Piloti Top Secret. Lewis Hamilton e Max Verstappen ci hanno regalato una gara intensa, dove a farla da protagonista è stata la gestione delle gomme. Chi ha pagato più di tutti sotto questo punto di vista è stata la Ferrari: ecco perché...

Formula 1
21 giu 2021
Chinchero: "La pista 'green' ha affossato le Ferrari" Prime

Chinchero: "La pista 'green' ha affossato le Ferrari"

In questa puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano i fatti salienti del Gran Premio di Francia. Buon ascolto!

Formula 1
20 giu 2021
Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia Prime

Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia

Andiamo a scoprire la griglia di partenza del Gran Premio di Francia 2021: Max Verstappen parte dalla prima casella, precedendo le due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.

Formula 1
20 giu 2021
Bobbi: "I progressi di Lewis guidati dal box" Prime

Bobbi: "I progressi di Lewis guidati dal box"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu analizzano le qualifiche del GP di Francia di Formula 1.

Formula 1
19 giu 2021
Piola: "La Red Bull è leader ma la gara sarà apertissima" Prime

Piola: "La Red Bull è leader ma la gara sarà apertissima"

Crolla il feudo Mercedes a Le Castellet nel sabato del GP di Francia. Franco Nugnes e l'inviato Giorgio Piola commentano quanto visto nella qualifica del Paul Ricard: la Red Bull è dominante, ma non è detto che la Stella non riesca a brillare...

Formula 1
19 giu 2021